Home page Planetmountain.com
Dal 3 al 6 agosto 2021 l'arrampicata sportiva farà finalmente il suo tanto atteso debutto olimpico ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. 40 atleti – 20 uomini e 20 donne – si sfideranno nella gara Combinata che comprende tutte e tre le discipline di questo sport: Speed, Boulder e Lead, per diventare il primo campione olimpico dell’arrampicata sportiva
Fotografia di Daniel Gajda / IFSC
In verde, Percy Bishton, capo tracciatore Boulder alle Olimpiadi di Tokyo 2020, con suo team
Fotografia di Daniel Gajda / IFSC

Percy Bishton, capo tracciatore Boulder alle Olimpiadi, parla di Tokyo 2020

di

Intervista a Percy Bishton, capo tracciatore IFSC per il boulder alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il 3 agosto 2021 l'arrampicata sportiva farà finalmente il suo tanto atteso debutto olimpico ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. 40 atleti – 20 uomini e 20 donne – si sfideranno fino al 6 agosto nella gara Combinata che comprende tutte e tre le discipline di questo sport: Speed, Boulder e Lead, per diventare il primo campione olimpico dell’arrampicata sportiva. Mentre lo Speed ​​si svolge su una via ufficiale su una parete standardizzata di 15 metri, le gare Boulder e Lead si svolgono su blocchi e vie creati appositamente per l'occasione dai tracciatori professionisti. Il loro compito, estremamente difficile, è mettere alla prova i migliori climber del mondo, in modo che la gara sia equa per tutti, presentando tutti i diversi stili di arrampicata, in un evento che mostri lo sport al resto del mondo come mai prima. A meno di una settimana dall'evento, abbiamo parlato con il capo tracciatore IFSC del Boulder, l’inglese Percy Bishton, per scoprire come stanno andando le cose.

Percy prima di tutto, puoi descrivere come ti senti? È questo, come per gli atleti, un sogno che diventa realtà per voi tracciatori?
Come mi sento? Emozionato, un po' nervoso, probabilmente lo stesso che provo ad ogni gara, anche se per questa tutte le emozioni sono un po' più grandi! Un sogno diventato realtà per un tracciatore? Sì, probabilmente lo è, anche se non sembra quando sei nel bel mezzo del lavoro - le richieste fisiche sono più del normale a causa del caldo, e ci sono molte altre cose che richiedono il massimo del mio tempo per un evento di queste dimensioni. Sono incredibilmente onorato di avere la possibilità di far parte del team per i Giochi Olimpici, ma per alcuni aspetti lavorare alle Olimpiadi è il compito di tracciatura più difficile che ci sia.

I tracciatori sono gli eroi nascosti delle gare. Presentaci la tua squadra. Quanti siete e chi fa cosa?
La squadra di boulder è composta da Manu Hassler dalla Svizzera, Romain Cabessut dalla Francia e Garrett Gregor dagli USA. Tutti portiamo cose diverse al team - diversi stili di arrampicata e specialità, ma ognuno porta un'enorme quantità di energia ed è mio compito cercare di coordinarli e capire cosa diamo ai concorrenti, e se funzionerà.

Quando e quanto tempo avrai per tracciare i blocchi? C'è qualcosa di cui sei preoccupato?
Abbiamo 4 giorni interi di tracciatura, poi un po' di tempo libero mentre si disputa il basket 3x3 visto che condividiamo lo stesso posto con quei ragazzi. Quindi abbiamo un po' di tempo per modificare le cose uno o due giorni dall'inizio dell'evento.

La formula è Combinata: Speed, poi Boulder, poi Lead. Questo crea sfide speciali per voi tracciatori?
L'attuale formato combinato che verrà utilizzato a Tokyo presenta alcune sfide piuttosto uniche. Queste comprendono fattori come atleti che sono molto specializzati in una disciplina ma forse non in alcune altre. Ad esempio, un atleta che è regolarmente sul podio per l'arrampicata Lead potrebbe non essere allo stesso livello di velocità. E allo stesso modo, i migliori speed climber non sempre hanno un alto livello per il boulder. Poi c'è grande quantità di arrampicata che gli atleti devono fare in ogni round della competizione. È difficile essere in grado di prevedere il livello di affaticamento che gli atleti avranno dopo ogni turno di gara e questo, abbinato a fattori come il caldo e l’umidità, rendono le cose piuttosto imprevedibili.

Lo stile delle gare Boulder è cambiato notevolmente negli ultimi anni, diventando più dinamico e richiedendo più coordinamento. Che ne pensi?
Lo stile boulder è cambiato molto, ma non penso che questa sia una progressione negativa: è solo lo sport che si sta sviluppando e i tracciatori che esplorano nuove idee per sfidare gli atleti. Penso che ci sia posto per tutti gli stili - new school e old school - all'interno del nostro sport, e faremmo bene a cercare di includere tutto nella nostra tracciatura. Non mi piace vedere troppo uno stile in una gara: se ogni boulder si basa sulla coordinazione o sui movimenti dinamici, allora diventa rapidamente noioso e solo una serie di atti circensi. Per me, il boulder è più di questo, e come tracciatori dovremmo cercare di testare tutti i diversi stili di arrampicata, piuttosto che concentrarci su quelli che pensiamo possano apparire meglio davanti alla telecamera...

Anche le prese hanno subito enormi trasformazioni negli ultimi anni. Conoscerli può essere di grande aiuto. Quelle che verranno utilizzate sono standard, o vengono utilizzati set progettati appositamente per le Olimpiadi?
Conoscere le prese utilizzate in una gara è un'abilità vitale per gli atleti. L'IFSC ha lavorato molto per sviluppare un pool di prese che può essere utilizzato in eventi internazionali, e ora tutte le prese, macro e volumi utilizzati in queste competizioni sono selezionati dal catalogo del materiale approvato dall’IFSC. Tutte le prese ed i volumi utilizzati nelle competizioni come le Olimpiadi sono prese standard del catalogo IFSC, il che significa che tutti gli atleti possono accedere e allenarsi sugli stessi volumi, prese, ecc.

Date mai un grado ai blocchi? E quanto sono difficili nelle gare?
No, non gradiamo i boulder. Forse usiamo facile, medio e difficile nel contesto di un turno di gara,, ma è tanto quanto ci serve. Quanto è duro un boulder in una finale maschile, per esempio? Non lo so - sufficientemente difficile che i migliori al mondo potrebbero essere in grado di scalarlo in 4 minuti, mentre la maggior parte delle persone non sarebbe mai in grado di alzarsi da terra! E modifichiamo i blocchi tra i turni di gare? Per quanto mi riguarda, cerco di resistere alla tentazione di farlo, ma a volte è necessario.

Quindi quale sarebbe la tua gara perfetta?
Ogni boulder che viene risolto, gli atleti che si godono i blocchi e devono lottare per il successo, boulder che mettono alla prova tutte le abilità dei climber, e spettatori che si godono lo spettacolo e impazziscono! Speriamo di riuscire a fare proprio così alle Olimpiadi!

Grazie Percy! In bocca al lupo a te e a tutto il team!

 
 
 
View this post on Instagram

A post shared by IFSC (@ifsclimbing)

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Arrampicata sportiva ai Giochi Olimpici di Tokyo: completata la lista degli atleti
09.03.2021
Arrampicata sportiva ai Giochi Olimpici di Tokyo: completata la lista degli atleti
La Federazione Internazionale di Arrampicata Sportiva (IFSC) ha annunciato l'assegnazione dei restanti due posti a Jongwon Chon e Chaehyun Seo della Corea del Sud. È ora completa la lista dei 40 atleti che parteciperanno nello storico debutto olimpico dell’arrampicata sportiva.
Viktoriia Meshkova, Aleksei Rubtsov si qualificano per i Giochi Olimpici di Tokyo
28.11.2020
Viktoriia Meshkova, Aleksei Rubtsov si qualificano per i Giochi Olimpici di Tokyo
Gli atleti russi Viktoriia Meshkova e Aleksei Rubtsov si sono qualificati oggi per le Olimpiadi di Tokyo dopo aver vinto la Combinata del Campionato Europeo 2020 a Mosca. Stasa Gejo e Sascha Lehmann hanno vinto la medaglia d'argento, Eliska Adamovska e Sergei Luzhetskii la medaglia di bronzo.
L'italiano Michael Piccolruaz e la francese Anouck Jaubert qualificati per Tokyo 2020
30.04.2020
L'italiano Michael Piccolruaz e la francese Anouck Jaubert qualificati per Tokyo 2020
L’italiano Michael Piccolruaz e la francese Anouck Jaubert hanno guadagnato un biglietto per le Olimpiadi di Tokyo che, come tutti sanno, sono stati spostate al 2021. L’altoatesino è il terzo climber italiano qualificato per i Giochi Olimpici dopo Ludovico Fossali e Laura Rogora.
Rinviati al prossimo anno i Giochi Olimpici di Tokyo 2020
24.03.2020
Rinviati al prossimo anno i Giochi Olimpici di Tokyo 2020
A causa del pandemia di coronavirus è stato deciso di rinviare i XXXII Giochi Olimpici che si sarebbero dovuto ospitare quest’estate a Tokyo in Giappone. La data è ancora da definirsi ma saranno disputati entro l’estate del 2021.
Il Canada non manderà i suoi atleti alle Olimpiadi di Tokyo nell’estate 2020, inclusi i climber Sean McColl e Alannah Yip
23.03.2020
Il Canada non manderà i suoi atleti alle Olimpiadi di Tokyo nell’estate 2020, inclusi i climber Sean McColl e Alannah Yip
Il Comitato olimpico canadese ha annunciato che non invierà i suoi atleti ai Giochi Olimpici dell'estate 2020 a causa dei rischi associati all'epidemia del coronavirus. Gli atleti del Team Canada che si sono qualificati per Tokyo 2020 includono gli atleti di arrampicata sportiva Sean McColl e Alannah Yip.
Alannah Yip e Colin Duffy si qualificano per le Olimpiadi di Tokyo 2020
02.03.2020
Alannah Yip e Colin Duffy si qualificano per le Olimpiadi di Tokyo 2020
La canadese Alannah Yip e lo statunitense Colin Duffy si sono qualificati per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.
Arrampicata sportiva Olimpiadi Tokyo 2020: Laura Rogora si qualifica per i Giochi Olimpici!
01.12.2019
Arrampicata sportiva Olimpiadi Tokyo 2020: Laura Rogora si qualifica per i Giochi Olimpici!
In attesa della conferma ufficiale del Comitato Olimpico, Laura Rogora, Julia Chanourdie, Iuliia Kaplina, Kyra Kondie e YiLing Song si sono qualificate a Tolosa per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 mentre Lucka Rakovec e Mia Krampl gareggeranno per l’ultimo posto assegnato alla Slovenia questo pomeriggio.
Arrampicata sportiva Olimpiadi Tokyo 2020: oggi le qualifiche femminili
29.11.2019
Arrampicata sportiva Olimpiadi Tokyo 2020: oggi le qualifiche femminili
Oggi a Tolosa in Francia le prove femminili del secondo e decisivo round di qualificazioni per partecipare ai Giochi Olimpici Tokyo 2020. Live streaming a partire dalle ore 11:00 con la Combinata Femminile. Ieri purtroppo non è passato Stefano Ghisolfi, a vincere il pass sono stati invece Adam Ondra, YuFei Pan, Alberto Ginés López, Jan Hojer, Bassa Mawem e Nathaniel Coleman
Ludovico Fossali si qualifica per i Giochi Olimpici Tokyo 2020
19.08.2019
Ludovico Fossali si qualifica per i Giochi Olimpici Tokyo 2020
Si sta disputando a Hachioji in Giappone la Combinata Olimpica di arrampicata sportiva. Grazie alla quota di atleti per ogni nazione si sono già qualificati per gli Olimpiadi di Tokyo 2020 i primi atleti, incluso Ludovico Fossali.
Arrampicata sportiva alle Olimpiadi di Tokyo 2020
04.08.2016
Arrampicata sportiva alle Olimpiadi di Tokyo 2020
Grande notizia: l’arrampicata è alle Olimpiadi. Ieri il CIO ha ufficializzato la partecipazione dello Sport Climbing alle Olimpiadi di Tokyo 2020. E’ una notizia che tutto il mondo delle competizioni di arrampicata sportiva aspettava da lungo tempo. Ora è il tempo per festeggiare ma anche di continuare a lavorare per farsi trovare pronti tra 4 anni nella grande arena olimpica.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra