Home page Planetmountain.com

Tofana di Rozes, 100 anni della 1a salita dalla parete sud

di

Il 4 agosto 2001 al Rifugio Giussani primo appuntamento per la rievocazione del centenario della prima salita della parete sud della Tofana di Rozes da parte di Antonio Dimai, Agostino Verzi, Giovanni Siorpaes, e le baronesse Ilona e Rolanda Eötvös. Gli altri due appuntamenti sono per sabato 11/08 e venerdì 24/08.


Tofana di Rozes, Parete Sud (1901 - 2001)
E’ passato giusto un secolo da quando Antonio Dimai, detto Meo, con le guide alpine Agostino Verzi e Giovanni Siorpaes, e le baronesse Ilona e Rolanda Eötvös arrivarono in vetta alla Tofana di Rozes, passando per l’inviolata parete Sud. Era l’otto agosto 1901. E per 15 anni la via “Dimai-Verzi-Siorpaes-Eötvös” ‘trovata’, con intuito assolutamente geniale, da Antonio Dimai resterà la sola a solcare quell’immensa parete.


Gli appuntamenti
Al centenario di quella storica prima salita, Cortina dedica tre appuntamenti. Il primo è per sabato 4 agosto presso il Rifugio Giussani dove, proprio ai piedi della via di salita Normale alla Tofana di Rozes, si ricorderanno i primi salitori della sud. Seguirà, il successivo sabato 11 agosto, un invito ad ammirare dal privilegiato palcoscenico delle Cinque Torri "Una linea di luce sulle tracce dei primi salitori”. Ovvero la visione notturna della “Dimai-Verzi-Siorpaes-Eötvös” segnata ed illuminata da miriadi di luci: un vero e proprio avvenimento che si annuncia ‘magico’. Si chiuderà poi il venerdì 24 agosto con “I protagonisti e la storia ad un secolo dalla prima salita”, videoproiezione di foto storiche e moderne e di un filmato al cinema Eden di Cortina.


La grande Parete
La montagna ha un'anima? Se è vero le Dolomiti ne hanno tante quante sono le loro infinite guglie, crode e pareti. Quella della sud della Tofana di Rozes è senz’altro un’anima possente, in qualche modo anche rassicurante, come sa esserlo la grande madre natura. Unica nell'architettura, con i pilastri che la difendono e sorreggono, con l’anfiteatro superiore e le grandi pareti terminali, l’enorme costruzione è da sempre uno dei simboli della Valle d’Ampezzo: muto testimone di pietra dell’evolversi del tempo e della storia. Storia di grande alpinismo dolomitico come quello del pioniere Meo Dimai, storia di tante battaglie di cui le sue rocce furono spettatrici nella prima Guerra mondiale.




Via “Dimai-Verzi-Siorpaes-Eötvös”
La via Dimai alla parete Sud della Tofana di Rozes, divenuta nel tempo la "Classica" a giustificazione della sua bellezza alpinistica e delle sue innumerevoli ripetizioni, si svolge su una dolomia di eccezionale solidità, lavorata dall'acqua e ricca di buchi ed appigli.

La via ha un dislivello di 700m, ma il suo sviluppo supera i 1000m, con più di 20 lunghezze di corda. L'ascensione può essere idealmente suddivisa in 3 parti: la salita alla base del grande anfiteatro per la rampa inclinata, che non oppone difficoltà superiori al III° grado; la traversata verso il piccolo anfiteatro e l'uscita in alto a sinistra, più esposta ed impegnativa, con passaggi di IV° grado superiore; segue il tratto più spettacolare, con l'aerea traversata allo spigolo su-ovest e la risalita dei camini terminali; le difficoltà di questa ultima parte sono più continue e sostenute e si aggirano sul IV° grado. Dal termine della parete verticale, la salita alla cima più alta si svolge a piedi lungo l'esposta cresta sud-ovest.





1908 - parete sud della Tofana di Rozes - Agostino Verzi all'inizio del passaggio chiave della via: la traversata alta che conduce dall'anfiteatro allo spigolo sud-ovest. (foto coll. Franco Gaspari).


PROGRAMMA

Sabato 4 agosto
Ricordo dei primi salitori presso il rif. Giussani alla Tofana di Rozes
  Ore 11,00 Santa Messa
  Grigliata all’aperto e dimostrazione di arrampicata sulla parete della Punta Giovannina
  
Sabato 11 agosto
presso Le Cinque Torri

“Una linea di luce sulle tracce dei primi salitori”
  19,30 - 20,30 salita gratuita in seggiovia da Bai de Dones al rif. Scoiattoli
  Ore 20,30 Concerto del Coro Cortina
  Ore 21,00 illuminazione della via “Dimai - Verzi - Siorpaes - Eötvös”
  A seguire barbecue
Rientro lungo le trincee illuminate della Prima Guerra Mondiale, e, con navetta, nuovamente a Bai de Dones.

  
Venerdì 24 agosto
“I protagonisti e la storia ad un secolo dalla prima salita”
  Videoproiezione di foto storiche, moderne e breve filmato a rievocazione della prima salita (via “Dimai - Verzi - Siorpaes - Eötvös”)


Parco delle Dolomiti d'Ampezzo
Regole d’Ampezzo
Gruppo Scoiattoli Cortina
Gruppo Guide Alpine di Cortina
Cassa Rurale ed Artigiana di Cortina d’Ampezzo e delle Dolomiti
Planetmountain.com




1908 - Antonio Dimai e Agostino Verzi sulla Cima della Croda da Lago, sullo sfondo il Nuvolau. (foto coll. Franco Gaspari)

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni