Home page Planetmountain.com

Meeting della Montagna 2003 - Premio Grignetta d'Oro i vincitori

di

Sono stati premiati S. Pedeferri per l'Alpinismo, A. Gallo per la Comunicazione, G. Verza per Lavoro e Montagna, S. Mondinelli con il Premio Speciale Ragni della Grignetta.

Sabato 21 e domenica 22 giugno, nella bella Villa Guzzi di Lecco, per il IV° Meeting della Montagna - Premio Grignetta d'Oro, erano presenti alcuni tra i più forti alpinisti e arrampicatori italiani a rappresentare le varie anime e i vari stili dell'andar per montagne e dell'arrampicata.

I Premiati. Simone Pedeferri per l'Alpinismo, Andrea Gallo per la Comunicazione, Giampietro Verza per Lavoro e Montagna sono stati i vincitori della quarta edizione del premio nazionale per l'alpinismo Grignetta d'Oro. Silvio Mondinelli ha ricevuto il Premio Speciale Ragni della Grignetta.

Erano presenti Leonardo Bizzaro (di La Repubblica e moderatore del dibattito), Andrea Gennari Daneri (Pareti), Linda Cottino (ALP GM) e Federica Balteri (ALP Wall), Carlo Gobbo di RAI 3.


Qual è il senso di un incontro? E perché un Meeting della Montagna? Ri-pensandoci, il giorno dopo del IV Meeting della Montagna - Premio Grignetta d'oro, la risposta potrebbe essere: perché incontrarsi avvicina, e conoscersi fa comprendere di più le idee degli altri. E poi può far nascere nuove sinergie e progetti.
Sia chiaro: non è che tutto possa “risolversi e spiegarsi” con un incontro o un dibattito - sarebbe veramente troppo “buonista” o da “sprovveduti” pensarlo - ma certo può avvicinare o quantomeno aiutarci a comprendere qualcosa in più della nostra passione per l’alpinismo. Magari può anche farci rispettare di più quella degli altri, così diversa ma a volte così insospettabilmente ricca e, perché no, così simile alla nostra.
Incontrarsi insomma serve. Ed è stato proprio un grande rendez-vu di moltissimi dei protagonisti dell'alpinismo italiano quello avvenuto nella bella (e ahinoi afosissima) Villa Guzzi di Lecco.

Tutto è iniziato sabato 21 giugno con le presentazioni dei 27 alpinisti e arrampicatori intervenuti. Ognuno presentava l’esperienza degli ultimi due anni. Ognuno ha portato il suo contributo di conoscenze, per uno scambio che è stato ricco di spunti, e anche di “fantasia”. Così, quest'occasione offerta dai Ragni di Lecco, si è trasformata, per merito di tutti, in una giornata intensa, non solo per il ritmo frenetico e confuso imposto dalla scaletta ma anche per il livello della comunicazione, davvero notevole, e della partecipazione, assolutamente coinvolgente, delle varie presentazioni.

Alpinismo nelle sue molte forme, alpinismo difficile e di esplorazione, ma anche arrampicata di altissimo livello è quello che si è visto. Video, foto e presentazioni, davvero molto belle e di grande qualità, hanno fatto da colonna sonora e visiva alle idee e alla passione di tutti. Sì perché - inutile nascondercelo o aver paura di essere scambiati per sentimentali - di grande passione vive l'alpinismo e la voglia di documentarlo e comunicarlo (sempre più viva e sentita) ha raggiunto livelli davvero notevolissimi. Questo è stato sicuramente uno dei dati distintivi di quest’edizione. Perchè la comunicazione è diventata così importante? Certo per le leggi del mercato, per tutto quello che ci sta attorno. Ma forse anche perché è maturata la convinzione che le esperienze messe in comune, e le occasioni di approfondire le conoscenze su quello che fanno gli altri, aprono orizzonti e seminano per il futuro. O almeno questo è il bisogno e la speranza che molti condividono.

Come (tutti) si spera che il solito gatto che si morde la coda: da una parte alpinisti sempre meno gratificati e sempre più demotivati ad affrontare lo sforzo di comunicazione richiesto dai media, dall’altra le riviste specializzate ormai economicamente “alla canna del gas” e le Aziende del settore la cui crisi sembra prolungarsi all’infinito, trovino un guizzo di un qualche nuovo progetto, o comunque uno sbocco. E in questo caso vale la pena proprio di dire che la speranza... è l’ultima a morire.

La cosa più bella delle due giornate? Ce n’è stata più di qualcuna... Ma, tanto per restare in tema di “vecchio montagnard”, come tradizione è stato davvero notevole il grande simposio estemporaneo tenutosi "post premiazione" in un birreria (noto covo lecchese di arrampicatori e alpinisti)... Eh sì, una buona birra in compagnia aiuta a dar leggerezza a tutto, anche all’alpinismo.

di Vinicio Stefanello


Tutte le notizioe e il portfolio di Giulio malfer su:
www.ragnilecco.com

IV Meeting della Montagna
Premio Grignetta d’Oro

Lecco 21-22 giugno 2003
Villa Guzzi
Via Allo Zucco, 6a Lecco

Alpinisti Relatori
Marco Anghileri
Remo Armano
Mauro "Bubu" Bole
Cristian Brenna
Manrico dell’Agnola
Massimo Farina
Valerio Folco
Andrea Gallo
Alberto Gnerro
Christoph Hainz
Roberto Iannill
Cristian Kuntner
Marco Lanfranconi
Rolando Larcher
Roberto Mazzillis
Fabio Meraldi
Silvio Mondinelli
Marzio Nardi
Giovanni Ongaro
Maurizio Oviglia
 Simone Pedeferri
Adriano Selva
Silvestro Stucchi
Erik Svab
Anna Torretta
Luigi Trippa
 

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra