Home page Planetmountain.com
Coppa del Mondo Boulder Bressanone: Grossman, Gibert, Flohé e McArthur i primi dopo le Qualifiche
Fotografia di Newspower

Coppa del Mondo Boulder Bressanone: Grossman, Gibert, Flohé e McArthur i primi dopo le Qualifiche

di

Coppa del Mondo Boulder Bressanone: i primi dopo le Qualifiche sono Natalia Grossman, Fanny Gibert, Yannick Flohé e Hamish McArthur. Domani la semifinale femminile alle ore 11, la finale femminile alle ore 20.

Il copione, almeno in parte, era già scritto. Oggi, con la regia di AVS e FASI, prima giornata in parete al Vertikale Climbing Stadium di Bressanone per la Coppa del Mondo Boulder, con la qualifica femminile a decidere le migliori 20 del lotto che domani avranno accesso alla semifinale.

Natalia Grossman (USA) è stata la prima ad entrare in scena (Gruppo A) e ci è uscita subito. Ha centrato il top al primo tentativo con una semplicità disarmante, regalando un sorriso ai tanti applausi del pubblico, anche dei ragazzini delle scuole brissinesi accorsi in massa. 5 top al primo tentativo, ed è stata l’unica. Evidentemente soddisfatta la Grossman: “Oggi mi sono divertita molto, i boulder erano davvero ben fatti. È la mia prima volta qui a Bressanone, in Italia sono stata solo ad Arco. I boulder erano particolari ma belli, sono entrata convinta di me stessa e forte della mia forma. Vedremo come andrà domani, forse arriverà la quarta vittoria consecutiva, speriamo!” Assenti dell’ultimo momento la connazionale Brooke Raboutou, seconda in classifica di Coppa, e la francese (padre torinese) Oriane Bertone, terza.

Poi la scena se l’è presa un’altra francese, Fanny Gibert, 5 top anche per lei ma con un tentativo in più rispetto all’americana, comunque molto determinata e performante, la migliore del Gruppo B. Sorpresa, anche se parziale, per la tedesca Hannah Meul e per la cinese Zhilu Luo, seconde nei rispettivi gruppi e brave a mettersi dietro la coreana Chaehyun Seo e la nipponica Serika Okawachi.

Per le azzurre la qualifica ha confermato il buono stato di forma della ligure Camilla Moroni, autrice di 4 top e finita 15.a, e dunque domani la vedremo al via della semifinale. “Forse potevo fare meglio - ha detto la Moroni - soprattutto nel blocco 3 dove non sono riuscita a salire, l’approccio migliore sembrava quello che ho provato all’ultimo, era un po’ da capire e la méthode più congeniale a me l’ho trovata solo all’ultimo tentativo, ma era troppo tardi. Nel complesso credo sia andata abbastanza bene. Io mi sento comunque bene, un po’ nervosa questa mattina, sapevo che era un turno difficile perché ho visto le iscritte. La palestra è molto bella, le pareti hanno belle inclinazioni; anche la zona di riscaldamento è ottima per gli atleti. E poi siamo in casa, e nel 2019 qui ero riuscita ad arrivare seconda al Campionato Europeo giovanile”.

Fino a metà qualifica era nelle 20 anche la cuneese Giorgia Tesio (21.a), out dalla semifinale anche le altre azzurre, come era prevedibile visto l’alto livello delle atlete in gara: Laura Rogora (25.a), Federica Papetti (41.a), Irina Daziano (45.a), Giulia Medici (49.a), Francesca Matuella (61.a), Miriam Fogu (61.a) e Beatrice Colli (65.a).

MASCHILE
La carica dei 101 e i Flohé e McArthur che non ti aspetti! Il tedesco Yannick Flohé, nella qualifica con 101 atleti di 34 nazioni, ha “piegato” il secondo della Coppa del Mondo di boulder Kokoro Fujii. Ma al vertice anche Hamish McArthur, capace di mettersi dietro l’altro giapponese e capoclassifica di Coppa Ogata. È successo questo pomeriggio al Vertikale Climbing Stadium di Bressanone. Nel pomeriggio tribuna stracolma e grande tifo. Era molto atteso l’altoatesino delle FFOO Michael Piccolruaz, ma non tutto è andato come gli appassionati si attendevano.

Due i gruppi di qualifica, con tutti i migliori ad aggredire i boulder per primi. Giapponesi scatenati pronti a ribadire la propria superiorità in CdM; Fujii era già pronto a festeggiare il successo insieme al connazionale Yoshiyuki Ogata, leader di Coppa, finchè Flohé non ha chiuso i suoi cinque boulder con 5 top in successione, ma soprattutto sul primo “problema” ha chiuso la partita con un solo tentativo. Il giapponese invece prima di fare top ha impiegato 8 tentativi. Poi un capovolgimento della classifica rivista dai giudici, con il britannico McArthur balzato al vertice del suo gruppo. Dunque qualifiche dominate da Flohé e McArthur, con i giapponesi secondi.

“È stata una competizione molto dura - ha detto a fine gara Flohé - ogni boulder aveva la sua difficoltà, sono riuscito a raggiungere tutti i top, anche velocemente, quindi sono soddisfatto. C’è stata una grande differenza oggi: di solito iniziamo con un primo boulder molto tecnico, di tipo “slab”, questa volta no, era un boulder “steep”. Sono riuscito a “flasharlo” ed è importante iniziare bene con il primo boulder, dopodiché devi solo mantenere quel flow. Alle semifinali sarà tutto da rifare, speriamo di continuare così e di riuscire ad entrare in finale, mi farebbe molto piacere”.

Anche l’austriaco Jakob Schubert ha rischiato di compromettere la giornata con un ostico, per lui, quinto boulder dopo quattro top infilati con sicurezza. Al Vertikale Climbing Stadium ha chiuso terzo nel suo gruppo mettendosi in tasca la qualifica. Terzo anche il coreano Dohyun Lee, partito 11°.

Sostenuto a gran voce Michael Piccolruaz. È partito a razzo centrando il top al primo tentativo, un boulder difficile e ostico per molti. Poi ha sbagliato l’approccio al secondo, si è rifatto al terzo con un altro top, dopodichè tanti tentativi e solo “zone” senza top. Così il gardenese è scivolato oltre il limite dei primi venti (38°) e non lo vedremo in semifinale domenica: “Purtroppo non è andata come volevo, sono partito molto bene sul primo blocco. Al secondo ho patito il movimento, era un blocco facile e dovevo farlo. Probabilmente da lì è cambiata la gara. Il terzo era molto facile, il quarto molto fisico e non è il mio stile. E anche la placca del quinto avrei dovuto farla. È un peccato, volevo scalare di fronte al pubblico di casa anche in semifinale.” Gli altri italiani hanno lottato da leoni, ma la concorrenza era enorme. Michele Bono ha concluso al 47° posto, Marcello Bombardi al 51° e Pietro Vidi al 65°.

Domani mattina lo spettacolo riprende con le gare femminili, domenica con quelle maschili, sempre orchestrate da AVS sotto l’egida della FASI.

Qualifiche femminili
1 Grossman Natalia Usa; 1 Gibert Fanny Fra; 3 Meul Hannah Ger; 3 Luo Zhilu Chn; 5 Seo Chaehyun Kor; 5 Okawachi Serika Jpn; 7 Gejo Stasa Srb; 7 Sterrer Franziska Aut; 7 Pilz Jessica Aut; 10 Ito Futaba Jpn

Qualifiche maschili
1 Yannick Flohé GER; 1 Hamish McArthur GBR; 3 Kokoro Fujii JPN; 3 Yoshiyuki Ogata JPN; 5 Jakob Schubert AUT; 5 Dohyun Lee KOR; 7 Mathieu Ternant FRA; 7 Maximillian Milne GBR; 9 Tomoa Narasaki JPN; 9 Rei Kawamata JPN

Info: www.suedtirol-climbing.it.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Bressanone Coppa del Mondo Boulder: live streaming delle Qualifiche
10.06.2022
Bressanone Coppa del Mondo Boulder: live streaming delle Qualifiche
Live steaming del turno di qualificazione della quinta tappa della Coppa del Mondo Boulder 2022 di Bressanone.
Bressanone Coppa del Mondo Boulder 2022, inizia oggi il lungo weekend di arrampicata mondiale
08.06.2022
Bressanone Coppa del Mondo Boulder 2022, inizia oggi il lungo weekend di arrampicata mondiale
Da venerdì 10 a domenica 12 giugno Bressanone ospiterà la quinta tappa della Coppa del Mondo Boulder 2022. Il programma inizia oggi con la serata film, seguito domani dalla cerimonia d’apertura. Ecco le anticipazioni e tutto quello che serve per vedere i migliori arrampicatori del mondo al Vertikale Climbing Stadium.
A Bressanone da mercoledì i migliori del mondo per la Coppa del Mondo Boulder
06.06.2022
A Bressanone da mercoledì i migliori del mondo per la Coppa del Mondo Boulder
Dal 10 al 12 giugno Bressanone ospiterà la quinta tappa della Coppa del Mondo Boulder 2022. Attesi 196 atleti da 34 nazioni, inclusi i leader di classifica Natalia Grossman e Yoshiyuki Ogata. La grande kermesse inizia già mercoledì sera con la proiezione del film ‘The Alpinist’, che racconta la vita e celebra le imprese del climber Marc-André Leclerc.
Coppa del Mondo Boulder di Bressanone, è iniziato il countdown
27.05.2022
Coppa del Mondo Boulder di Bressanone, è iniziato il countdown
Fra una decina di giorni Bressanone sarà la capitale dell’arrampicata sportiva con la quinta tappa della Coppa del Mondo Boulder 2022. Attesi 195 atleti da 33 nazioni. L’attesa e le aspettative degli atleti italiani Michael Piccolruaz e Camilla Moroni
Dietro le quinte della Coppa del Mondo Boulder di Bressanone
24.05.2022
Dietro le quinte della Coppa del Mondo Boulder di Bressanone
Dopo una ‘pausa’ di oltre un decennio ritorna in Italia la Coppa del Mondo di arrampicata Boulder, con la quinta tappa a Bressanone dal 10 al 12 giungo 2022. Ecco uno sguardo dietro le quinte per capire qualcosa di più sull'attesa gara sudtirolese.
Natalia Grossman e Mejdi Schalck vincono a Salt Lake City
23.05.2022
Natalia Grossman e Mejdi Schalck vincono a Salt Lake City
La terza tappa della Coppa del Mondo Boulder 2022 è stata vinta ieri a Salt Lake City, USA, da Natalia Grossman e Mejdi Schalck.
Inizia il countdown per la Coppa del Mondo Boulder a Bressanone
16.05.2022
Inizia il countdown per la Coppa del Mondo Boulder a Bressanone
Conto alla rovescia per la quinta tappa della Coppa del Mondo Boulder che si terrà a Bressanone dal 10 al 12 giungo 2022.
Sandra Lettner e Simon Lorenzi vincono la Coppa Europa Boulder di Bressanone
09.05.2022
Sandra Lettner e Simon Lorenzi vincono la Coppa Europa Boulder di Bressanone
La seconda tappa della European Boulder Cup, la Coppa Europa Boulder, è stata vinta ieri a Bressanone dall’austriaca Sandra Lettner e dal belga Simon Lorenzi.
Arrampicata per palati fini a Bressanone, mentre Garnbret e Narasaki brillano in apertura
13.04.2022
Arrampicata per palati fini a Bressanone, mentre Garnbret e Narasaki brillano in apertura
La fuoriclasse slovena Janja Garnbret e il giapponese Tomoa Narasaki dominano la prima tappa della Coppa del Mondo Boulder in Svizzera. A Bressanone dal 10-12 giugno 2022 sono attese le stelle dell’arrampicata.
Janja Garnbret e Tomoa Narasaki dominano il debutto della Coppa del Mondo Boulder 2022 a Meiringen
12.04.2022
Janja Garnbret e Tomoa Narasaki dominano il debutto della Coppa del Mondo Boulder 2022 a Meiringen
A Meiringen in Svizzera lo scorso fine settimana la slovena Janja Garnbret e il giapponese Tomoa Narasaki hanno vinto la prima tappa della Coppa del Mondo Boulder 2022. A Natalia Grossman e Yoshiyuki Ogata la medaglia d'argento, ad Andrea Kümin e Mejdi Schalck la medaglia di bronzo.
Coppa del Mondo Boulder a Bressanone a giugno
23.03.2022
Coppa del Mondo Boulder a Bressanone a giugno
La Federazione Internazionale di Arrampicata Sportiva (IFSC) annuncia che la tappa della Coppa del Mondo Boulder originariamente prevista a Mosca in Russia è stata riprogrammata e si svolgerà a Bressanone dal 10 al 12 giugno 2022.
Campionato Europeo Giovanile arrampicata Boulder: i verdetti di Bressanone
23.09.2019
Campionato Europeo Giovanile arrampicata Boulder: i verdetti di Bressanone
Successo per i Campionati Europei di arrampicata Boulder tenutasi a Bressanone. Oro per Stefan Scherz e Sandra Lettner (Junior), Paul Jenft e Naile Meignan (Youth A), Toby Roberts e Oriane Bertone (Youth B).
Alexandra Ladurner e i Campionati Europei giovanili boulder di Bressanone
17.09.2019
Alexandra Ladurner e i Campionati Europei giovanili boulder di Bressanone
Intervista alla 27enne altoatesina Alexandra Ladurner, ex campionessa del mondo juniores di arrampicata lead, in vista dei Campionati Europei giovanili boulder che si terranno a Bressanone dal 19 al 22 settembre 2019.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós