Home page Planetmountain.com
In arrampicata alla Rocca di Baiedo
Fotografia di Ivo Ferrari
In arrampicata alla Rocca di Baiedo
Fotografia di Ivo Ferrari
In arrampicata alla Rocca di Baiedo
Fotografia di Ivo Ferrari
La storia dei Condor di Lecco di Pietro Corti
Fotografia di Ivo Ferrari

La Rocca di Baiedo in Valsassina, sulle orme di Don Agostino e del Gruppo Condor Lecco

di

Ivo Ferrari presenta la La Rocca di Baiedo in Valsassina (LC), salita per le prime volte a partire dal 1978 da Don Agostino Butturini ed il Gruppo Condor Lecco con una serie di classiche vie d'arrampicata come Condor, Solitudine, Tuono, Folletto.

"La Rocca di Baiedo è una collina boscosa proprio di fronte al Sasso, dove sulla cima pare ci siano le rovine di una antica fortezza abitata da un signorotto poco raccomandabile. Verso sud la parete è ripida, e tra le piante si insinuano interessanti strisce di roccia bianca. In centro un vago pilastro sparisce in un bosco pensile, per poi riapparire aprendosi in un ventaglio di pietra: l’obbiettivo della prima via sulla struttura." tratto da La storia dei Condor di Lecco di Pietro Corti

Mio figlio Dario mi chiede di accompagnarlo lungo una via di più lunghezze, la scelta è facile, quasi scontata, si va alla Rocca di Baiedo, arrampicata sicura, mai verticale (a volte sì!), protezioni ottime e quel sole che tanto piace ad entrambi. Alla cordata si aggiunge anche Federica, lei mi assicurerà ed io sarò più tranquillo!

Per rendere la salita omogenea nelle difficolta decido di iniziare su Folletto, cosicché godermi la meravigliosa placca della Solitudine già caldo e meno ansioso. Portare il proprio figlio mi crea molta più ansia di quando gironzolo da solo slegato, ma è più che normale… credo!

Siamo i primi questa mattina, la parete è illuminata da un sole ancora addormentato, pochi passi e raggiungiamo il comodissimo attacco, l’inizio della salita. Imbragarsi e prepararsi è divenuto meccanico, normale, caschetto, due mezze corde e dopo un sorriso parto. Appigli generosi e soste super sicure, Dario, che arrampica nel mezzo tra padre e madre non smette un minuto di parlare e commentare il "momento". Sotto di noi alla base sono arrivate altre cordate, ma chi prima arriva meglio alloggia e noi non abbiamo fretta. Quanta storia su queste rocce, quante giornate ad imparare, ad osare… Amici rimasti e Amici che non ci sono più.

Lunghezza dopo lunghezza mi ritrovo a "passeggiare" nel mezzo della placca più bella, capolavoro di logica e intuito, bravura e passione del Don e dei suoi Condor. Mi piace arrampicare alla Rocca, è come se ad ogni stagione che passa ed inizia, un qualcosa mi "obblighi" a fare un salto alla Rocca, sono contento di farlo con Dario e Federica, un po’ la mia cordata "perfetta".

Se non avete mai arrampicato sulla Solitudine, Tuono, Folletto e le altre vie della Rocca, mi permetto di consigliarvele, il piacere del gesto non si trova qua nell’alta difficoltà ma come appena scritto... nel piacere del gesto! E non è poco! Buone arrampicate.

Di Ivo Ferrari 

Link: FB Ivo Ferrari


Trailer di "Condor, Don Agostino e i suoi ragazzi" di Elia Balloni, musiche di Flavio Mattioli e Giovanni Pennati. Clicca qui per vedere tutto il documentario

CONDOR…E' BELLO Aprile 78

"… La Rocca di Baiedo si alza dai prati come un corpulento castello del quattrocento. Non è mai stata scalata e si capisce perché… Roccia e giungla si sposano insieme e si distendono in alto in una enorme placca di 80 metri. La gamba non va bene ma non voglio deludere i ragazzi. Il camino iniziale è già stato da me attrezzato in precedenza, ma oggi è una buccia di banana.

I quattro in basso si raccontano facezie e io mi sto dannando… spero solo che guardino il "mezzo barcaiolo" assicurandomi a dovere. Traverso nella foresta e mi ricordo di aver promesso a Microbo questa salita… ma da qui ora non si scende più. Spero che Microbo mi capisca.

La placca, finalmente! Dopo pochi metri mi accorgo di essere solo… La solitudine del primo di cordata su un terreno vergine. Ebbrezza nel toccare questa bianca roccia incontaminata e rabbia perché nessuno ti "segue" in questo tuo gioco pericoloso. Dopo 35 metri annuncio il sesto grado e Paolo scatta come un cobra. Era ora.

Porco cane, piove! Sotto di me c’è aria di rinuncia, mi sposto più a sinistra e pianto un cuneo alto. Beh! In caso di volo faccio un pendolo di quindici metri anziché una verticale di venti.
Solitudine! A tu per tu con una roccia glabra e sorda. Per loro, sotto, è scontato che passi, ma tu, Don, sei proprio sicuro? Non è incantevole la poltrona e quel disco di Rubinstein? Che ci stai a fare qui?

E’ andata. Danilo e Michele si affilano le unghie, Paolo e Giovanni mi raggiungono! E adesso? Prendo una fessura, ma sul più bello mi muore davanti a quaranta metri di roccia inchiodabile. Passo a sinistra con un semituffo in rovi antichi come i patriarchi e dopo una larga fessura in Dulfer eccomi di nuovo sul "liscio": devo passare di lì. E’ un traverso delicatissimo di dieci metri, mentre sento i ragazzi che ridono e parlottano di tutt’altro… Ora mi son fatto l’abitudine ad essere solo. E’ tutto facile, dopo. L’ultimo tiro, una rampa d’erba, la faccio condurre ai miei due secondi. Io mi slego e arrivo in cima…

Nessuno! Mi vengono incontro dopo due minuti. Ci stringiamo la mano felici…"
Il Don

tratto da La storia dei Condor di Lecco di Pietro Corti

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Via Miryam sul Pilastro Irene, il piacere dell'arrampicata in Medale
04.04.2019
Via Miryam sul Pilastro Irene, il piacere dell'arrampicata in Medale
Ivo Ferrari presenta la Via Miryam sul Pilastro Irene dell’Antimedale (Corna di Medale, Gruppo delle Grigne), la bella via di arrampicata aperta nel dicembre 1984 da Raffaele Banfi, Gabriele Biella e Giuliano Uboldi.
Frecce Perdute sull'Antimedale, la parete di Lecco. Di Ivo Ferrari
29.03.2019
Frecce Perdute sull'Antimedale, la parete di Lecco. Di Ivo Ferrari
Brevi vie al termine di lunghe giornate: Frecce Perdute sull’Antimedale nel Gruppo delle Grigne, aperta da Don Agostino Butturini e Pietro Corti nel 1983. Una bellissima via, poco frequentata, a due passi da Lecco. La presentazione di Ivo Ferrari.
Il gusto agro dell’incertezza. Via dei Ragni in Medale
28.01.2019
Il gusto agro dell’incertezza. Via dei Ragni in Medale
Il racconto di Paolo Grisa della ripetizione della Via dei Ragni, aperta sulla Corna di Medale sopra Lecco da Guerino Cariboni e Casimiro Ferrari nel 1968. Una ripetizione alla ricerca della incertezza su una delle vie più lunghe e meno conosciute della Medale.
Cramertheorem restaurata alla Corna di Medale
27.06.2016
Cramertheorem restaurata alla Corna di Medale
Nel mese di giugno Federico Montagna, Giovanni Chiaffarelli, Filippo Colombo e Giacomo Tagliabue hanno concluso la richiodatura di Cramertheorem (130m, 6b+ max, 6a obbl), una vecchia via d'arrampicata della Corna di Medale, Lecco, aperta nel 1974 da Germano Cardanico e Raffaele Dinoia.
Lo spigolo della Grigna. Di Ivo Ferrari
28.05.2015
Lo spigolo della Grigna. Di Ivo Ferrari
Una giornata d'arrampicata lungo lo spigolo (più lungo) della Grigna, o meglio sui numerosi spigoli della Grignetta: una 'galoppata' di 2200m di dislivello e, soprattutto, un pretesto per liberare la fantasia e arrampicare all’infinito. Di Ivo Ferrari.
Tra montagne e pareti d'Italia #1 - Via Asen all'Antimedale. Di Ivo Ferrari
17.12.2014
Tra montagne e pareti d'Italia #1 - Via Asen all'Antimedale. Di Ivo Ferrari
Ivo Ferrari riprende il suo libero viaggio tra le pareti e le montagne d'Italia. Un viaggio tra cime e vie, arrampicata e alpinismo. Incontrando uomini e donne che hanno fatto, e ancora fanno, della passione dell'andar per montagne la loro vita. In questo primo appuntamento la via Asen all'Antimedale (Lecco) aperta da Claudio Cendali con il team Asen Park nella primavera 2012.
Sulla via Gogna - Cerruti alla Corna di Medale. Di Ivo Ferrari
29.10.2013
Sulla via Gogna - Cerruti alla Corna di Medale. Di Ivo Ferrari
Ivo Ferrari, in un'altra puntata del suo viaggio tra le vie e la storia dell'arrampicata, ci accompagna sulla Via Gogna - Cerruti, aperta da Alessandro Gogna e Leonardo (Leo) Cerruti il 17 maggio del 1969 sulla parete sud-est della Corna di Medale (Gruppo delle Grigne).
Antimedale, una finestra come cornice. Di Ivo Ferrari
03.10.2013
Antimedale, una finestra come cornice. Di Ivo Ferrari
Una giornata sulle vie dell'Antimedale, la parete di Lecco che Ivo Ferrari vede, incorniciata come un quadro, dalla finestra di casa.
Una galoppata sulle pareti del Lago di Ivo Ferrari
28.09.2012
Una galoppata sulle pareti del Lago di Ivo Ferrari
Un'altra "cavalcata" con fantasia illogica di Ivo Ferrari: dal Pilastro Rosso della Bastionata del Lago (Lecco) per la "mitica" Panzeri-Riva (220m, 6c+, 6a obb.) al Diedro del Mistero (90m, 6a+) per poi continuare sulla via Amici (150m, 6c; 6a obbl), quindi all'Antimedale per la via Altra Chiappa (200m, 6b) e in conclusione sulla Cassin sulla Medale (370m, V°, V°+).
Un tour sulle classiche vie di Daniele Chiappa
11.04.2012
Un tour sulle classiche vie di Daniele Chiappa
Ivo Ferrari in è un gioco ovvero il tour su tre classiche vie aperte da Daniele Chiappa, con vari compagni, tra Medale, Antimedale e i Torrioni Magnaghi in Grignetta (Lc).

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra