Home page Planetmountain.com
Niccolò Ceria sale in un pomeriggio i cinque grandi boulder a Cuvier Rempart. Fontainebleau: Big Boss, Tristesse, Big Golden, Fourmis Rouge e Atresie
Fotografia di Niccolò Ceria
La mitica foresta di Fontainebleau in Francia
Fotografia di Giulia Paoletti
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Niccolò Ceria e i suoi 60 giorni a Fontainebleau

di

Il breve racconto del boulderista Niccolò Ceria che ha appena trascorso 60 giorni a fare boulder nella magica foresta di Fontainebleau in Francia, tra le sue realizzazioni spiccano il flash di Ubik assis 8B e la ripetizione di The Big Island 8C.

60 giorni di fila a Font, tra pioggia, nebbia e sole... a fare boulder, a stare da solo ma soprattutto a scalare. Come praticamente tutti sanno Fontainebleau è un posto speciale, sia dal punto di vista ambientale sia da quello morfologico, per i massi che si possono trovare e scalare.

Erano anni che speravo di trascorrere un periodo così lungo a Fontainebleau, per avere il tempo necessario e la calma di vivere la foresta come avevo sempre desiderato, cercando di sentirmi a casa. 60 giorni in un posto simile sono stati un piccolo sogno come avevo sempre immaginato, non tanto per le linee che ho salito e quelle che mi hanno respinto, ma più per il fatto di essermi sintonizzato con questo bosco che ammiro sin dalla prima volta in cui ho messo piede sul suo terriccio sabbioso.

Parlando di scalata, a livello tecnico, è uno dei posti migliori in cui si può andare. Un'area in cui serve poco tirare le prese, essere forti o potenti; richiede un sacco di precisione, di movimenti fluidi, scioltezza e condizioni di pelle e roccia. Tutto è diverso. Si impara molto a Font; si imparano e capiscono componenti tecniche che ti migliorano come climber. Molti passaggi vengono lasciati alla loro purezza, candidi e immacolati senza troppe forzature alla ricerca della difficoltà.

I boulder che forse mi hanno impressionato di più sono Partage, Illusion du Choix, Hotline, Appartenence, Les nobrelistess, ma qui quello che conta davvero è la bellezza, la qualità della roccia, la forma delle prese e l'esteticità della linea. Il tutto immerso in una foresta abbandonata agli eventi naturali e biologici, lasciata a sé minimizzando il più possibile l'intervento dell'uomo. Grazie a questa combinazione di qualità dei passaggi e ambiente selvaggio, si respira il bouldering come in poche altre zone del mondo.





23/02/2015 - Niccolò Ceria 8B flash a Fontainebleau
A Fontainebleau in Francia Niccolò Ceria ha salito il boulder Ubik assis 8B in stile flash.

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock