Home page Planetmountain.com
Bernd Zangerl in Valle dell’Orco libera la partenza da seduto di I Coloniali, il boulder liberato anni fa da Niccolò Ceria
Fotografia di Stefan Kürzi
Bernd Zangerl in Valle dell’Orco libera la partenza da seduto di I Coloniali, il boulder liberato anni fa da Niccolò Ceria
Fotografia di Stefan Kürzi

Bernd Zangerl in Valle dell’Orco libera un top boulder

di

In Valle Orco il climber austriaco  Bernd Zangerl ha liberato la partenza da seduto del boulder I Coloniali, descrivendolo come 'uno dei boulder migliori che abbia mai salito.'



Bernd Zangerl in Valle dell’Orco di nuovo. È almeno dal 2012 che il fortissimo climber austriaco - autore, lo ricordiamo, della prima ripetizione di Dreamtime a Cresciano, in Svizzera, nel 2001 - si reca in Piemonte per esplorare la valle e le sue pieghe, aprendo bellissime linee come Bravirabi, El Salvador, Self Aperto e l' highball di 14 metri 29dots attorno a Noasca.

All’improvviso però era arrivato lo stop, una strana caduta a Cresciano nel 2015 gli aveva danneggiato la quinta e la sesta vertebra cervicale. La paura di non arrampicare mai più era reale ma alla fine Zangerl ne è uscito, forse più forte di prima.

E adesso è riuscito, non soltanto a ripetere un boulder che aveva salito prima dell’infortunio, ma ha anche aggiunto una per niente facile partenza da seduto. Si tratta di I Coloniali in Valle Orco, il bellissimo boulder liberato da Niccolò Ceria che adesso ha una "sitdown start" che il 40enne austriaco reputa "uno dei boulder migliori che abbia mai salito."

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Arrampicata in Valle Orco: sul Sergent due vie tra il classico e il quasi moderno
24.06.2019
Arrampicata in Valle Orco: sul Sergent due vie tra il classico e il quasi moderno
Umberto Bado presenta due vie d'arrampicata in Valle dell'Orco assolutamente da non perdere: Fessura della Disperazione e la Via Locatelli.
Bernd Zangerl libera 29dots in Val Noasca
27.07.2015
Bernd Zangerl libera 29dots in Val Noasca
Bernd Zangerl ha effettuato la prima salita di 29 dots in Val Noasca - Valle dell’Orco, un altissimo boulder highball descritto dal forte austriaco come la linea di cui va più fiero, la sua salita più difficile in questo stile.
Bernd Zangerl libera Into the Sun in Murgtal, Svizzera
07.08.2017
Bernd Zangerl libera Into the Sun in Murgtal, Svizzera
Il video del climber austriaco Bernd Zangerl che, 489 giorni dopo un grave infortunio, riesce a liberare Into the Sun in Murgtal in Svizzera. Gradata 8c+, si colloca come una delle vie di arrampicata trad più difficili al mondo.
Bernd Zangerl e i suoi boulder in Val Noasca
25.05.2013
Bernd Zangerl e i suoi boulder in Val Noasca
I miglior boulder aperti da Bernd Zangerl in Val Noasca, Valle dell'Orco.
Bernd Zangerl e il boulder Bravirabi in Val Noasca
22.02.2012
Bernd Zangerl e il boulder Bravirabi in Val Noasca
In Val Noasca Bernd Zangerl ha liberato numerose boulder, tra cui spicca Bravirabi 8A+/B.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni