Home page Planetmountain.com
Adam Ondra e Heinz Zak osservano El Capitan e la via Dawn Wall in Yosemite, USA
Fotografia di Pavel Blažek
Adam Ondra, night session sulla via Dawn Wall, El Capitan, Yosemite
Fotografia di Pavel Blažek
La linea della Dawn Wall, El Capitan, Yosemite, salita in libera da Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson dal 27/12/2014 al 14/01/2015.
Fotografia di Kevin Jorgeson
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Adam Ondra vede la prima luce sulla Dawn Wall in Yosemite

di

Il climber ceco Adam Ondra, durante la sua prima visita in Yosemite, USA, ha subito iniziato a provare ‘Dawn Wall’, la big wall più difficile del mondo liberata su El Capitan da Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson.

Allacciatevi le cinture. Adam Ondra aveva annunciato che durante il suo primo viaggio a Yosemite avrebbe tentato la Dawn Wall e adesso, dopo nemmeno una settimana in valle, è già alle prese con la prima parte di questa mega via che si snoda per quasi 1000 metri lungo la parete SE di El Capitan. Quindi, dopo soltanto una manciata di vie per prendere le misure con le famigerate offwidths e la tecnica d’incastro su granito dello Yosemite, il 23enne climber ceco si è subito lanciato sulla sua prima big wall in valle, ritenuta per la cronaca la più difficile del pianeta e liberata durante una storica salita dagli statunitensi Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson dal 27/12/2014 al 14/01/2015.

Ondra ha iniziato, secondo quanto afferma lui stesso, "abbastanza bene", salendo ieri fino al settimo tiro, il che significa che oggi cercherà di salire altri 5 tiri per raggiungere la sezione centrale e chiave della via composta da due lunghezze ciascuna con difficoltà stimate attorno al 9a. Commentando questa prima giornata sulla pagina Facebook di Black Diamond, Ondra ha scritto: "Primo giorno su una big wall in Yosemite, e direttamente sulla Dawn Wall! Una sciocchezza, una mancanza di rispetto o di coraggio? Non necessariamente né l’una né l'altra. La Dawn Wall si è asciugata velocemente dopo l'enorme pioggia di domenica scorsa. Ed è andata abbastanza bene. Sicuramente è stato spaventoso e avventuroso. Appigli minuscoli ed un’arrampicata insicura, con piedi in spalmo sugli appoggi ‘vetrati’ del granito di Yosemite, il tutto corredato dalle scarse protezioni di copperheads, peckers, piccoli friends e qualche spit ogni tanto."

Per scovare, tentare e liberare la Dawn Wall, Caldwell e Jorgeson avevano investito oltre 120 giorni e come molti sicuramente si ricorderanno, durante la loro prima libera nell’inverno 2014/2015 qualcosa di speciale era successo: tutti i riflettori del mondo erano puntati sul "Big Stone". La loro salita su El Capitan, i loro sforzi, miglioramenti e anche crisi sono stati seguiti in tempo reale dai media di tutto il mondo, una sorta di "climbing reality" diventato virale. La Climb of the Century, la salita del secolo, aveva catturato l’immaginazione anche dei non specialisti del verticale, e persino il presidente Barack Obama si era congratulato con loro in un suo tweet.

Ondra che fa sempre le cose in grande non è riuscito a resistere a questa tentazione, a misurarsi con uno dei test più ambiti e difficili del mondo. E lui, per primo, sa bene che la sua avventura su El Capitan sarà tutta in salita, tutta da fare e anche inventare. Certamente può fare tesoro su un’esperienza che non ha uguali, su vie sportive fino al 9b+ (Change a Flatanger in Norvegia, La Dura Dura a Oliana inSpagna e Vasil Vasil a Sloup nella Repubblica Ceca), 9a a-vista, e su vie di più tiri fino al 8c (prima libera in giornata di Tough Enough 8c a Tsaranoro in Madagascar, prima libera di Wogü 8c in Rätikon, Svizzera), però non è scritto da nessuna parte che riuscirà nell’impresa: ci sono semplicemente troppi variabili in ballo. Ma quello che colpisce è come Ondra si metta alla prova, sempre ed ovunque, senza perdere un minuto di tempo. E anche se i media nazionali ed internazionali questa volta probabilmente non si interesseranno a questo tentativo del giovane climber ceco, è chiaro che la comunità dei climbers seguirà ogni suoi sforzo con molta, molta attenzione.

DAWN WALL
TIRO PER TIRO

L1: 5.12b, L2: 5.13a, L3: 5.13c, L4: 5.12b, L5: 5.12d, L6: 5.13c, L7: 5.14a, L8: 5.13d, L9: 5.13c, L10: 5.14a, L11: 5.13c, L12: 5.14b, L13: 5.13b, L14: 5.14d, L15: 5.14d, L16: 5.14c, L17: 5.14a, L18: 5.13c, L19: 5.13c, L20: 5.13c, L21: 5.13c, L22: 5.12c, L23: 5.9, L24: 5.11, L25: 5.11, L26: 5.11d, L27: 5.11c, L28: 5.12c, L29: 5.12b, L30: 5.13a, L31: 5.12a, L32: 5.12b

PER DIFFICOLTA'
5.9 (5a): 1
5.11 (6b+):
4
5.12 (7a+): 8
5.13a (7c+): 2
5.13b (8a): 1
5.13c (8a+): 7
5.13d (8b): 2
5.14a (8b+): 4
5.14b (8c): 1
5.14d (9a): 2
Totale: 32

NOTIZIE CORRELATE
15/01/2016 - Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson completano la Dawn Wall su El Capitan
Il 14 gennaio 2015, dopo 19 giorni in parete dopo anni di tentativi, gli statunitensi Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson hanno compiuto la storica prima salita in libera di Dawn Wall su El Capitan, Yosemite, USA. Alta quasi 1000m e con due tiri gradati 5.14d (9a), questa è probabilmente la big wall più difficile al mondo.

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock