Home page Planetmountain.com
Il 31enne tedesco Tom Belz dopo la sua salita del Kilimangiaro. All’età di 8 anni, a causa di un tumore alle ossa gli era stata amputata la gamba sinistra.
Fotografia di archivio Tom Belz / Mammut
Tom Belz sotto il Kilimangiaro. 'Vorrei condividere la mia storia con altri, perché immagino che ognuno nella vita abbia una propria montagna da scalare.'
Fotografia di archivio Tom Belz / Mammut
Tom Belz durante la sua salita del Kilimangiaro
Fotografia di archivio Tom Belz / Mammut
Tom Belz verso il Kilimangiaro, estate 2018
Fotografia di archivio Tom Belz / Mammut
NOTIZIE / Collegamenti:

Tom Belz in cima al Kilimangiaro per crescere oltre se stessi

di

Il 9 agosto l’alpinista disabile Tom Belz è salito in cima al Kilimangiaro, la montagna più alta d’Africa, senza una gamba e con le stampelle. Un modo per capire i propri limiti ma soprattutto per incoraggiare altri a spingersi oltre.

"Quando ero un ragazzo, mi sarei sentito super felice se qualcuno mi avesse detto che c’era un tipo pazzo che saliva le montagne solo con una gamba. Spero che il mio successo possa essere fonte d’ispirazione per altri - questo mi renderebbe felice e fiero."

Non sono parole da poco queste di Tom Belz, soprattutto perché la storia di questo 31enne insegnate tedesco è particolare: all’età di 8 anni, a causa di un tumore alle ossa gli era stata amputata la gamba sinistra. Dopo lo shock iniziale, sin dall’inizio Tom aveva rifiutato l’idea di una protesi e dopo diversi sport è arrivato all’alpinismo. Un modo per dimostrare a se stesso quello di cui è capace, ma anche appunto per incoraggiare altri a spingersi oltre, a dare il meglio di sé. "Vorrei condividere la mia storia con altri, perché immagino che ognuno nella vita abbia una propria montagna da scalare. Se hai un sogno o un obiettivo, lavora per riuscirci, lotta per riuscirci e dimostra a te stesso che la tua volontà, la tua mente, il tuo coraggio, il tuo presunto handicap è un modo per crescere oltre se stessi"

La salita della montagna più alta del continente africano - documentato nel film Mbuzi Dume che fa parte dell' European Outdoor Film Tour quest’autunno - è durata sette giorni, con partenza il 2 agosto al Lemosho Gate a 2200 metri e l’arrivo ai 5895 metri della cima il 9 agosto. Ma questi sono soltanto i dettagli tecnici, il successo vero ovviamente non è misurabile empiricamente.

Per saperne di più visitate: www.mammut.com/stories/mammut-ambassador-tom-belz-on-the-trip-of-his-life

View this post on Instagram

*Werbung da Markenerkennung - Ich habe mich eben hinsetzen müssen damit ich in Ruhe und angemessen diesen Beitrag verfassen kann. Mein komplettes Leben haben sich Menschen raus genommen mir einreden zu wollen was das Beste für mich sei. Und wisst ihr was? Gegensätzlich zu allen Meinungen, habe ich dennoch alles so gemacht wie es für mich richtig erschien! Egal was andere glaubten oder über mich gedacht / geredet haben, einfach alles war möglich! „tout est possible“ - Alles ist möglich! Wenn ihr einen Traum oder Ziel habt, dann arbeitet dafür, kämpft dafür & zeig es dir selbst, dass dein Wille, dein Verstand, dein Mut, dein vermeintliches Handicap eine Möglichkeit darstellt über sich selbst hinaus zu wachsen. Liebe Freunde, wieder mal sitze ich hier mit Tränen in den Augen darf ich euch nun bekannt geben, dass meine Reise zum 5895m hohen Kilimandscharo gefilmt wurde und das Ergebnis über die „European Outdoor Film Tour“ kurz: @eoft ab Oktober auf die Leinwand kommt. „Mama, dein Sohn wird in Kinos laufen!“ In den nächsten Tagen steht ein riesen Haufen Pressearbeit an, jedoch werden die Mammuts (@mammut_swiss1862) und ich es uns nicht nehmen lassen zwischenzeitlich weitere Infos, Details und Trailer zur Tour bekannt zu geben. Ich freue mich auf die anstehende Zeit! xoxo Tom #dowhatyoucant #bewhatyoucan #eoft #europeanoutdoorfilmtour #meinebehinderungistkeineentschuldigung #mammut #mammutswissalpine #mammut_swiss1862

A post shared by „tout est possible“ (@tomnative) on

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Kilimanjaro, in cima al tetto d'Africa
21.11.2012
Kilimanjaro, in cima al tetto d'Africa
Pole pole … hakuna matata: la salita del Monte Kilimangiaro, la montagna più alta dell'Africa raccontato da Nicola Noè.
Urko Carmona Barandiaran sulla Cima Grande di Lavaredo in Dolomiti
24.07.2016
Urko Carmona Barandiaran sulla Cima Grande di Lavaredo in Dolomiti
In questi giorni il paraclimber spagnolo Urko Carmona Barandiaran ha salito, insieme a Juan Antonio Bellido Ramos, la via Dülfer e poi la via Comici - Dimai alla Cima Grande, Tre Cime di Lavaredo, Dolomiti.
Vanessa François e il Grand Capucin
14.03.2017
Vanessa François e il Grand Capucin
Il video 'Ensemble au Grand Cap' dell'alpinista disabile Vanessa François e la sua salita del Grand Capucin (Monte Bianco) per la via 'L’écho des alpages'.
Arrampicata Boulder: Ronnie Dickson sale Resident Evil 7C+
21.04.2015
Arrampicata Boulder: Ronnie Dickson sale Resident Evil 7C+
Il climber statunitense Ronnie Dickson ha ripetuto il boulder Resident Evil V10/7C+ a Joe's Valley, USA. Dickson è il primo arrampicatore con amputazione sopra il ginocchio a scalare un boulder di questa difficoltà.
Mucrone Days: montagna per 70 atleti speciali nel Biellese
18.10.2016
Mucrone Days: montagna per 70 atleti speciali nel Biellese
Il racconto di Roby Sellone e di Gianni Lanza della seconda edizione dei Mucrone Days, l’evento organizzato il 24 settembre nelle montagne Biellesi per dare a 70 ragazzi con disabilità intellettiva la possibilità di provare la via Ferrata scuola di Oropa e di arrampicare. La testimonianza di Alessandro, un Atleta speciale del gruppo Muoversi Allegramente Onlus, della giornata particolare vissuta con la sua volontaria.
conTatto Verticale: com'è stata la grande prima giornata italiana dell'arrampicata per non vedenti
29.02.2016
conTatto Verticale: com'è stata la grande prima giornata italiana dell'arrampicata per non vedenti
Pietro Dal Prà e Carla Galletti raccontano conTatto Verticale: cosa è successo e cosa succederà dopo la prima giornata italiana dell'arrampicata per non vedenti ospitata il 21 febbraio in nove palestre italiane di arrampicata a Bologna, Bolzano, Firenze, Milano, Reggio Emilia, Roma, Torino, Treviso e Verona, e in una decima, a Genova, posticipata a domenica 13 marzo.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra