Home page Planetmountain.com
Il tracciato di T’enflammes pas su Pointe Michel Micheline, parete NO di Flammes de Pierre nel massiccio del Monte Bianco (Aymeric Clouet, Mathieu Maynadier, Charles Noirot 03/2021)
Fotografia di Mathieu Maynadier
La prima salita di T’enflammes pas su Pointe Michel Micheline, parete NO di Flammes de Pierre nel massiccio del Monte Bianco (Aymeric Clouet, Mathieu Maynadier, Charles Noirot 03/2021)
Fotografia di Mathieu Maynadier
La prima salita di T’enflammes pas su Pointe Michel Micheline, parete NO di Flammes de Pierre nel massiccio del Monte Bianco (Aymeric Clouet, Mathieu Maynadier, Charles Noirot 03/2021)
Fotografia di Mathieu Maynadier
La prima salita di T’enflammes pas su Pointe Michel Micheline, parete NO di Flammes de Pierre nel massiccio del Monte Bianco (Aymeric Clouet, Mathieu Maynadier, Charles Noirot 03/2021)
Fotografia di Mathieu Maynadier

T’enflammes pas, nuova via di misto sulle Flammes de Pierre nel massiccio del Monte Bianco

di

Gli alpinisti francesi Aymeric Clouet, Mathieu Maynadier e Charles Noirot hanno aperto T’enflammes pas, una nuova via di ghiaccio e misto sulle Flammes de Pierre nel massiccio del Monte Bianco.

La scorsa settimana il trio francese composto da Aymeric Clouet, Mathieu Maynadier e Charles Noirot ha aperto una nuova via di misto sulla Pointe Michel Micheline, situato sulla parete NO delle Flammes de Pierre nel massiccio del Monte Bianco.

Seguendo il suggerimento di Julien Herry che lo scorso anno aveva notato una possibile linea durante una discesa in snowboard, i tre alpinisti sono partiti alle 04:30 dalla cima della seggiovia Bochard, salendo con gli sci per raggiungere la base della montagna in un’ora e mezza. All’alba hanno affrontato il primo tratto di ghiaccio ripido situato nel lungo canale di neve che probabilmente è stato salito o sciato in precedenza ma che non ha un nome. Questo canalone si è rivelato molto più lungo del previsto e alla fine hanno raggiunto l’inizio del ripido solo a mezzogiorno. Da qui hanno salito il primo tiro di misto (M5) e si sono addentrati sulla parete principale, alta circa 250 metri, sorprendentemente ripida e con roccia a volte friabile che richiedeva un'attenzione particolare.

Dopo la salita, Maynadier ci ha spiegato "Abbiamo sottovalutato le difficoltà e ogni tiro è stato salito utilizzando un misto di artificiale (A1) e dry tooling (fino a M7 / M8). Il secondo di cordata ha salito tutto in libera, tranne un tiro che con grosse lame instabili aveva bisogno di un po’ di pulizia."

Gli alpinisti hanno raggiunto la vetta alle 19:00 e si sono calati lungo la linea di salita per raggiungere gli sci a mezzanotte, prima di scendere lungo il classico fuoripista Pas de Chèvre che porta dai Grands Montets a Chamonix, che hanno raggiunto verso le 3:00 del mattino

"L'intera avventura ci ha richiesto quasi 24 ore, ha fatto freddo ed è stato difficile e divertente." ha dichiarato Maynadier, concludendo "abbiamo chiamato la nostra nuova via T'enflammes pas, dopo la bella lezione che ci ha data questa parete! L’abbiamo ripulita da molta roccia marcia, quindi ora dovrebbe essere possibile salire la via in libera."

Maynadier ringrazia: PetzlSCARPA

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
The Pathan Project, online il film di Favresse, Maynadier, Molina e Wertz della Thagas Valley in Pakistan
02.04.2020
The Pathan Project, online il film di Favresse, Maynadier, Molina e Wertz della Thagas Valley in Pakistan
È visibile online fino al 15 aprile The Pathan Project, il film di Guillaume Broust che documenta la spedizione alpinistica di Nicolas Favresse, Mathieu Maynadier, Carlitos Molina e Jean-Louis Wertz nella Thagas Valley, Karakorum, Pakistan nel 2018.
Mathieu Maynadier, incidente a lieto fine nella Tagas Valley in Karakorum
09.08.2018
Mathieu Maynadier, incidente a lieto fine nella Tagas Valley in Karakorum
Il 6 agosto l’alpinista francese Mathieu Maynadier è stato colpito da una scarica di sassi durante una spedizione nella Thagas Valley nel Karakorum in Pakistan in cui era impegnato insieme a Nicolas Favresse, Carlos Molina e Jean-Louis Wertz. È stato soccorso con un elicottero e portato all’ospedale militare di Skardu dove le sue condizioni sono molto migliori del temuto. Verrà rimpatriato in Francia in settimana.
Ueli Steck, Mathieu Maynadier e Jérôme Para sulla Couloir Nord direct su Les Drus
28.03.2016
Ueli Steck, Mathieu Maynadier e Jérôme Para sulla Couloir Nord direct su Les Drus
Video alpinismo: Ueli Steck, Mathieu Maynadier e Jérôme Para e la loro ripetizione della via Couloir Nord Direct su Les Drus nel massiccio del Monte Bianco.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra
  • Diedro Fouzigora
    Linea splendida, scalata di soddisfazione, tecnica e brevi t ...
    2020-08-07 / Alberto De Giuli
  • Tempi moderni
    Domenica 28/06 abbiamo fatto un tentativo su Tempi Moderni ( ...
    2020-06-30 / Livio Carollo