Home page Planetmountain.com
Cima Grande di Lavaredo per Simon Gietl e Roger Schäli durante il loro progetto North6
Fotografia di Christoph Muster
Simon Gietl sulla via Comici, Cima Grande di Lavaredo durante il progetto North6
Fotografia di Frank Kretschmann
Simon Gietl e Roger Schäli in bici durante il loro progetto North6
Fotografia di Nicolas Altmaier
Roger Schäli e Simon Gietl in cima al Pizzo Badile, dopo aver salito la Via Cassin
Fotografia di Roger Schäli

North6: Cima Grande di Lavaredo e Pizzo Badile per Simon Gietl e Roger Schäli

di

Con le salite della Cima Grande di Lavaredo e del Pizzo Badile il sudtirolese Simon Gietl e lo svizzero Roger Schäli hanno iniziato il loro progetto North6 che prevede di salire le sei più famose pareti nord delle Alpi, spostandosi tra una montagna e l'altra in bicicletta.

Dopo mesi di programmazione e poi un cambiamento repentino all'ultimo minuto per via del meteo, l'altro giorno alle 5:30 di mattina gli alpinisti Simon Gietl e Roger Schäli hanno salito la Via Comici alla Cima Grande di Lavaredo nell'ambito del loro progetto North6.

Com'è facilmente intuibile dal nome, il progetto prevede la salita delle sei classiche pareti nord delle Alpi in rapida successione: Cima Grande di Lavaredo (2.999 m), Pizzo Badile (3.308 m), Eiger (3.967 m), Cervino (4.478 m), Grandes Jorasses (4.208 m) e Petit Dru (3.733 m).

Fin qui niente di trascendentale, la cosa da evidenziare però è il fatto che gli unici mezzi che i due utilizzeranno saranno bici, oppure parapendio, oppure anche gli sci se necessario. Infatti, subito dopo la Cima Grande i due hanno puntato le loro bici da corsa in direzione Val Bregaglia e il Pizzo Badile, dove oggi hanno salito in tre ore la Via Cassin sulla parete nord. La cordata è scesa lungo lo Spigolo Nord, poi arrivati alla base sono scesi a Bondo in parapendio.

Le due guide alpine si conoscono da oltre un decennio - a fine 2009 avevano aperto insieme una nuova via sull'Aguja Poincenot in Patagonia - e Gietl nel 2018 aveva già effettuato un progetto simile, salendo in successione la parete nord dell’Ortles, la Cima Piccola di Lavaredo e la nord del Grossglockner in Austria con Vittorio Messini. Anche in quel momento Gietl si è spostato in bici, ma la distanza totale era poco più di 600km. Adesso il menu prevede oltre 1000 km da percorre in bici, che si aggiungeranno ai 30.770 metri di dislivello positivo e 29.470 metri di dislivello negativo. Staremo a vedere.

Simon Gietl ringrazia: Salewa, Neolit, Grivel, Komperdell, Keaxl-Board, Hotel Schwarzenstein, Lyo-Foot,  Südtirol, Lowa, Gloryfy
Roger Schäli ringrazia: La SportivaPetzl

Links: www.simongietl.itFB Simon Gietl, rogerschaeli.ch

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Simon Gietl e Vittorio Messini concatenano Ortles, Lavaredo e Grossglockner in meno di 48 ore
30.05.2018
Simon Gietl e Vittorio Messini concatenano Ortles, Lavaredo e Grossglockner in meno di 48 ore
In sole 47 ore e 16 minuti gli alpinisti Simon Gietl e Vittorio Messini hanno salito in successione la parete nord dell’Ortles, la Cima Piccola di Lavaredo e la nord del Grossglockner in Austria. I due si sono spostati da una montagna all’altra a piedi e in bicicletta.
Simon Gietl, dalla nuova via in Patagonia al Phantom der Zinne
20.04.2010
Simon Gietl, dalla nuova via in Patagonia al Phantom der Zinne
Anche se ormai la primavera e alle porte, vale la pena analizzare brevemente gli spostamenti del altoatesino Simon Gietl, che quest'inverno ha effettuato due belle salite, una via nuova in Patagonia assieme a Roger Schäli ed una ripetizione della Phantom der Zinne alle Tre Cime di Lavaredo, Dolomiti assieme a Marc Artesi.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra