Home page Planetmountain.com
Marco Pedrini nel 1985 sul Cerro Torre, salita in solitaria lungo la Via del Compressore il 26/11/1985. Le foto sono state scattate alcune giorni più tardi da Fulvio Mariani durante le riprese del film Cumbre, sfida solitaria al Grido di Pietra
Fotografia di Fulvio Mariani
Marco Pedrini nel 1985 sul Cerro Torre, salita in solitaria lungo la Via del Compressore il 26/11/1985. Le foto sono state scattate alcune giorni più tardi da Fulvio Mariani durante le riprese del film Cumbre, sfida solitaria al Grido di Pietra
Fotografia di Fulvio Mariani
Marco Pedrini nel 1985 sul Cerro Torre, salita in solitaria lungo la Via del Compressore il 26/11/1985. Le foto sono state scattate alcune giorni più tardi da Fulvio Mariani durante le riprese del film Cumbre, sfida solitaria al Grido di Pietra
Fotografia di Fulvio Mariani
Marco Pedrini nel 1985 in cima al Cerro Torre, salita in solitaria lungo la Via del Compressore il 26/11/1985. Le foto sono state scattate alcune giorni più tardi da Fulvio Mariani durante le riprese del film Cumbre, sfida solitaria al Grido di Pietra
Fotografia di Fulvio Mariani

Marco Pedrini, Cumbre e la prima solitaria del Cerro Torre del 1985

di

Il film Cumbre, sfida solitaria al Grido di Pietra (1985) di Fulvio Mariani, che racconta la prima solitaria del Cerro Torre, effettuata dallo svizzero Marco Pedrini il 26/11/1985 lungo la Via del Compressore.

 

Il bello dell’internet ed i suoi algoritmi è anche questo: ogni tanto ricompaiono cose pubblicate anni fa di grandissimo valore, come ad esempio il trailer di Cumbre, Sfida solitaria al Grido di Pietra, il pluripremiato film diretto da Fulvio Mariani che documenta la storica prima solitaria del Cerro Torre in Patagonia, effettuata il 26 novembre del 1985 lungo la Via del Compressore dal fortissimo alpinista ticinese Marco Pedrini. Mentre ieri il trailer rimbalzava su tanti social, oggi Mariani ha deciso di condividere l'intero film con tutto il mondo, per aiutare a comprendere cosa era riuscito a realizzare Pedrini oltre trent'anni fa.

Nato a Lugano nel 1958, Pedrini era un arrampicatore ed alpinista di spicco internazionale, con salite di rilievo in tutto l’arco alpino. Morì il 16 agosto 1986, durante la discesa della Direttissima Americana, probabilmente percorsa in solitaria, sul Petit Dru nel massiccio del Monte Bianco.

Il suo capolavoro indiscusso è stata l’audace solitaria della Via Maestri sul Cerro Torre, effettuata in sole 13 ore quel martedì di oltre 30 anni fa, dopo un primo tentativo la settimana precedente arenatosi a 400 metri dalla cima. All’epoca Pedrini aveva soltanto 27 anni e, arrampicando con pochissimo materiale (nessun fornello, niente attrezzatura per un bivacco, una corda da 8mm per la salita ed una da 6 mm per le calate) ha raggiunto la cima dopo essere partito dalla truna di neve alle 7 e 30 di mattina.

Nel suo report dopo la prima solitaria del Cerro Torre per il American Alpine Journal Pedrini, che aveva intuito la finestra di bel tempo e si era recato sulla montagna da solo, aveva raccontato "Faceva molto caldo, anzi troppo caldo. Ho arrampicato con una T-shirt, cercando di evitare i pezzi di ghiaccio che cadevano dalla parete". E ancora "Alle 8 e 30 di sera ero in cima. Il sole è tramontato dietro lo Hielo Continental, lo sconfinato e piatto ghiacciaio lungo oltre 400 chilometri. Sei ore di calate in quela notte meravigliosa di luna piena mi hanno riportato alla truna di neve. Un po’ più tardi, all'alba, il tempo è diventato brutto".

Una settimana più tardi Pedrini è ripartito, questa volta insieme all’alpinista e regista Fulvio Mariani per ricostruire la salita e dare vita a questo bellissimo documentario. Ben due volte i due sono saliti sul Torre, il 3 e 12 dicembre, catturando queste immagini spettacolari con le macchine da presa da 16 mm Bolex Paillard a molla, uno sforzo notevole. Ancora oggi la pellicola è considerata uno dei migliori film di montagna ed una delle scene più suggestive è sicuramente Pedrini che cavalca il compressore come se fosse una motocicletta, con una spontaneità e scioltezza disarmante. Indimenticabile.

Info: www.icebergfilm.ch

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
David Lama racconta la prima libera della Via del compressore sul Cerro Torre
24.01.2012
David Lama racconta la prima libera della Via del compressore sul Cerro Torre
Il report di David Lama sulla sua prima libera della Via del Compressore, parete sud est, del Cerro Torre (Patagonia) realizzata dal climber austriaco tra il 20 e il 21 gennaio scorsi.
David Lama libera la Via del Compressore... mentre è polemica per la schiodatura di Kruk e Kennedy
23.01.2012
David Lama libera la Via del Compressore... mentre è polemica per la schiodatura di Kruk e Kennedy
Ieri, 22 gennaio 2012, David Lama ha realizzato la prima libera della Via del Compressore sul Cerro Torre, Patagonia. La notizia arriva dal team di David Lama. Non si hanno ulteriore dettagli ma è un aggiornamento che sicuramente irromperà nelle polemiche seguite alla schiodatura di Jason Kruk e Hayden Kennedy.
Cerro Torre, Kennedy e Kruk e la Via del Compressore by fair means
20.01.2012
Cerro Torre, Kennedy e Kruk e la Via del Compressore by fair means
Il 17/01/2012 Hayden Kennedy e Jason Kruk hanno salito la parete Sud-Est (quella della Via del Compressore) del Cerro Torre (Patagonia) per una linea “ by fair means” con difficoltà 5.11 A2. In discesa i due hanno effetuato la schiodatura di una parte rilevante della Via del Compressore aperta da Maestri nel 1970.
Cerro Torre una montagna impossibile, la petizone a favore della rimozione dei chiodi a pressione
20.02.2012
Cerro Torre una montagna impossibile, la petizone a favore della rimozione dei chiodi a pressione
Pubblichiamo di seguito la petizione, promossa da Rolando Garibotti, relativa alla recente rimozione dei chiodi a pressione della Via del Compressore sul Cerro Torre da parte degli statunitensi Hayden Kennedy e Jason Kruk.
Cerro Torre, l'assemblea a El Chalten
27.02.2012
Cerro Torre, l'assemblea a El Chalten
Il documento ufficiale, redatto dal Centro Andino Chaltén, dell'assemblea tenutasi a El Chalten a fine gennaio dopo la schiodatura della Via del Compressore di Cesare Maestri. Insieme pibblichiamo anche una serie di links riassuntivi su questo argomento.
Jim Bridwell, il punto di vista sul Cerro Torre
13.03.2012
Jim Bridwell, il punto di vista sul Cerro Torre
Le riflessioni dello statunitense Jim Bridwell sulla schiodatura della Via del Compressore sul Cerro Torre.
Cerro Torre: la schiodatura e la storia visti da Mario Conti
02.02.2012
Cerro Torre: la schiodatura e la storia visti da Mario Conti
Mario Conti interviene con una sua riflessione sulla recente schiodatura della Via del Compressore sulla sud est del Cerro Torre.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra