Home page Planetmountain.com
L'alpinista giapponese Kei Taniguchi
Fotografia di Anna Piounova, www.mountain.ru
I vincitori del Piolets d'Or 2009
Fotografia di Anna Piounova, www.mountain.ru
Kamet, parete sudest, Samurai Direct, aperta in puro stile alpino dagli alpinisti giapponesi Kei Taniguchi e Kazuya Hiraide (1800m, MI5+, AI5+, 26/09 - 07/10/2008)
Fotografia di Kei Taniguchi

Kei Taniguchi ha perso la vita sul Monte Kuro in Giappone

di

Ieri, martedì 22 dicembre, è stato ritrovato il corpo senza vita dell’alpinista giapponese Kei Taniguchi data per dispersa mentre scendeva dopo la salita del Monte Kuro (Giappone). Nel 2009 era stata la prima donna insignita del prestigioso Piolet d'Or.

Lutto nel mondo dell’alpinismo internazionale: Kei Taniguchi, la prima donna insignita del prestigioso Piolet d’Or, è stata ritrovata senza senza vita sul Monte Kuro (1984m) nel massiccio del Daisetsuzan sull’isola di Hokkaido in Giappone. Secondo il giornale The Japan Times, la 43enne era insieme ad un gruppo di quattro alpinisti quando si è appartata in discesa per un momento, poi è scivolata.

Il Club Alpino Giapponese ha descritto la Taniguchi come "una delle alpiniste più esperte al mondo", e non a caso. Dopo le esplorazioni iniziali e numerosi successi sulle montagne del mondo, nel 2008 per lei arriva la salita che la incorona definitivamente tra i più grandi alpinisti contemporanei: insieme a Kazuya Hiraide compie la prima salita della parete SE del Kamet che, con i suoi 7856 metri, è la terza cima più alta dell’India. I due erano i primi in assoluto a tentare quella parete di 1800m. E, dal 26 settembre al 7 ottobre, l’hanno risolta al primo tentativo e in puro stile alpino, affrontando difficoltà stimate MI5+, AI5+. Per questa impresa e per il loro spirito di esplorazione i due sono stati premiati con il Piolet d’Or 2009. Proprio questo spirito aveva spinto la stessa cordata ad aprire in cinque giorni del 2012 una nuova via sul Namu-nani-feng (7694m) in Tibet. Nel 2010 la Taniguchi ha fatto parte della giuria del Piolet d’Or.


DAL SITO DEL PIOLETS D’OR

Nata in Giappone il 14 luglio 1972, Kei è stata attratta dall'avventura fin da bambina, ispirata dall'esploratore Naomi Uemura, (primo giapponese a raggiungere la cima dell'Everest e la vetta del Denali in Alaska (1970). Dopo la morte di Uemura, avvenuta nel marzo 1984 durante la sua seconda spedizione al Mckinley, in inverno, Kei decise di seguirne le orme. Guadagnando la cima del Denali nel 2001, Taniguchi decide di dedicarsi completamente all’alpinismo.

Non è la difficoltà tecnica che la seduce, piuttosto l'esplorazione delle montagne vergini del mondo. Per 10 anni, questo direttore indipendente in risorse umane parte per spedizioni sulle montagne del mondo. Debutta sullo Spantik nel 2004, realizza con successo la seconda ascesa della parete est del Mustagh Ata (7564m, Cina), in stile alpino, e firma lo Shivling (6543m, India) nel 2005. Nel 2006 e nel 2007, è l’alta quota che l’attira sul Manaslu e sull'Everest. Nel 2009 riceve a Chamonix un Piolet d'oro per la prima salita, nel 2008, del versante sudorientale del Kamet (7756m, India), in stile alpino, insieme alla connazionale Kazuja Hiraide. Nel 2010 invece ha dovuto rinunciare due volte: sulla parete occidentale del Kunyan Chish (7400m, Pakistan) e sulla parete est del Gaurishankar (7134m, Tibet).


Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock