Home page Planetmountain.com
L'11 gennaio 2020 sulla parete est del Catinaccio, Dolomiti, Florian Leitner e Thomas Mair hanno aperto Dim-Ice, una via di misto che partendo dalla classica via Dimai, sale indipendente e su ghiaccio per 120 metri. È con tutta probabilità la prima volta che questa linea viene stata salita in piolet traction. Qui sul secondo tiro di ghiaccio
Fotografia di Florian Leitner, Thomas Mair
Dim-Ice, Catinaccio, Dolomiti: sulla Dimai
Fotografia di Florian Leitner, Thomas Mair
Dim-Ice, Catinaccio, Dolomiti: in salita verso la cresta sud e quindi la cima
Fotografia di Florian Leitner, Thomas Mair
Dim-Ice, Catinaccio, Dolomiti (Florian Leitner, Thomas Mair 01/01/2020)
Fotografia di Florian Leitner, Thomas Mair

Catinaccio: Florian Leitner e Thomas Mair salgono Dim-Ice

di

L'11 gennaio 2020 sulla parete est del Catinaccio, Dolomiti, Florian Leitner e Thomas Mair hanno aperto Dim-Ice, una via di misto che partendo dalla classica via Dimai, sale indipendente e su ghiaccio per 120 metri. È con tutta probabilità la prima volta che questa linea viene stata salita in piolet traction. Il report di Mair.

All’inizio di gennaio il mio amico Florian Leitner mi ha chiesto se avevo voglia di tentare una nuova via di ghiaccio nelle Dolomiti. Mi ha spiegato di aver visto una linea che scendeva dalla parete est del Catinaccio e che secondo lui non era stata mai salita in precedenza. Poi anch’io ho cercato nelle vecchie guide ed in internet, nessuno di noi ha trovato niente che possa confermare che questa linea era già stata salita in precedenza in piolet traction.

Così abbiamo deciso di incontrarci presto la mattina del 11 gennaio a Bolzano ed in macchina ci siamo diretti fino alla località Muncion in Val di Fassa. Da qui siamo saliti con gli sci lungo il sentiero in direzione del rifugio Preuss e abbiamo attraversato su neve dura fino a sotto la parete. Abbiamo lasciato gli sci proprio all’attacco della classica via Dimai, dalla quale prende anche il nome la nostra variante invernale!

Su roccia fredda però perfettamente asciutta abbiamo seguito i primi tiri della Dimai, finendo proprio sotto la linea di ghiaccio. Lì abbiamo messo i ramponi, preso le piccozze in mano e siamo saliti con 4 tiri per un totale di circa 120 metri, con difficolta massime di 5+, la sottile e fragile cascata.

Alla fine del ghiaccio ci aspettava ancora abbastanza neve molle per arrivare sulla cresta sud del Catinaccio, seguendo questa siamo arrivati in cima, dopo circa 6 ore di arrampicata. Eravamo ancora in tempo per goderci la vista sulle belle cime delle Dolomiti. Siamo scesi in corda doppia lungo la via normale e poi nuovamente a piedi fino all’attacco della via, dove abbiamo ripreso i nostri sci.

Con questi siamo scesi facilmente fino al Rifugio Gardeccia dove ci aspettava una zuppa di Gulasch e una buona birra che ci eravamo guadagnati dopo un giorno del genere.

di Thomas Mair

SCHEDA: Dim-Ice, Catinaccio, Dolomiti

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Cima Mugoni, sci ripido sulla perla nascosta del Catinaccio
13.12.2019
Cima Mugoni, sci ripido sulla perla nascosta del Catinaccio
Il 5/12/2019 Lorenzo Battisti e Stefano Tononi hanno sciato una linea forse inedita, sicuramente raramente percorsa, sulla parete nord della Cima Nord dei Mugoni nel gruppo del Catinaccio nelle Dolomiti. Il report di Tononi.
Nuova via d'arrampicata alla Torre Delago, Torri del Vajolet, Catinaccio
25.10.2019
Nuova via d'arrampicata alla Torre Delago, Torri del Vajolet, Catinaccio
Johannes Egger, Stefan Plank, Paul Mair e Max Renner hanno aperto Dos Cervezas, una nuova via d’arrampicata sulla parete nordest della Torre Delago (2790m), Torri del Vajolet, Gruppo del Catinaccio, Dolomiti. Il report di Johannes Egger
Est è est, un trittico sul Catinacccio in Dolomiti. Di Tom Ballard
24.09.2015
Est è est, un trittico sul Catinacccio in Dolomiti. Di Tom Ballard
Il racconto di Tom Ballard che, insieme a Stefania Pederiva (figlia della guida alpina della Val di Fassa Bruno Pederiva), ha aperto e liberato tre vie nuove sul Catinaccio in Dolomiti: Baptism of Fire (535m VIII+ (VII obl.), Scarlet Fever (300m IX- (VII+ obl.) e Beauty and the Beast (230m IX- (VIII obl.).
Molignon e il video della via L'Onda di Hokusai sul Catinaccio
04.04.2013
Molignon e il video della via L'Onda di Hokusai sul Catinaccio
Philipp Angelo, Andreas Tonelli, Thomas Gianola e Klaus Baumgartner e il video della via L'Onda di Hokusai, Molignon di Dentro, Catinaccio, Dolomiti.
L'Onda di Hokusai, la nuova e bella via sul Molignon di Dentro in Dolomiti per Angelo e Tonelli
02.04.2013
L'Onda di Hokusai, la nuova e bella via sul Molignon di Dentro in Dolomiti per Angelo e Tonelli
Il racconto di Philipp Angelo ed Andreas Tonelli de L'Onda di Hokusai (750m, WI5+, 60°, M3), la loro nuova via sulla parete nordest del Molignon di Dentro, Catinaccio, Dolomiti.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock