Home page Planetmountain.com
Revelation Mountains, Alaska:
Fotografia di archive Matthieu Rideau
Revelation Mountains, Alaska:
Fotografia di archive Matthieu Rideau
Revelation Mountains, Alaska: Seraph NE Face - MaKeMaLo  (600m, M7) Thomas Auvaro, Jeremy Fino, Antoine Rolle, 07/04/2018
Fotografia di archive Matthieu Rideau
Revelation Mountains, Alaska:
Fotografia di archive Matthieu Rideau

Alpinismo in Alaska: nuove vie francesi sulle Revelation Mountains

di

All’inizio di aprile gli alpinisti francesi Thomas Auvaro, Jeremy Fino, Matthieu Rideau e Antoine Rolle hanno aperto delle nuove vie nelle Revelation Mountains in Alaska. Il racconto di Rideau.

Avendo letto i racconti di Clint Helander sulle Revelation Mountains dell'Alaska, ci siamo accorti che i "Revs" sembravano il luogo perfetto per realizzare i nostri sogni d’avventura e saziare la nostra sete per pareti inviolate. Dopo giorni passati a preparare materiale e viveri, e dopo un magnifico volo con Paul Roderick ed un caloroso benvenuto di Clint e Andres Marin, intenti a scalare una nuova via sul Monte Golgota, abbiamo dovuto affrontare condizioni meteorologiche instabili, forti nevicate e venti furiosi.

Quando è arrivata la prima finestra del bel tempo, un’evidente goulotte su una cima inviolata a nord del Monte Apocalypse ha attirato la nostra attenzione. Alle 4 del mattino del 2 aprile eravamo alla base della montagna ed abbiamo iniziato a scalare. Entrare in questa goulotte è stato simile ad un'esperienza mistica, ed i tiri ci hanno offerto del ghiaccio incredibile e tratti di neve ripida e compatta. Dopo 900 metri e 14 ore di arrampicata siamo stati fermati da tetto di 40 m di roccia nera e compatta. Un tiro difficile in arrampicata artificiale, oppure arrampicata di misto illogica ci avrebbe portato al colle e poi da lì verso la facile cresta sommitale, ma non era così che volevamo terminare la via e così abbiamo scelto di fare le doppie. Siamo tornati alla base dopo un viaggio di andata e ritorno di 24 ore. Così vicini, eppure così lontani.

A questo punto il maltempo è tornato. Abbiamo iniziato il gioco di aspettare al campo base. Cucinare, ascoltare musica, preparare il materiale e sciare un po’ intorno al campo è stata la nostra routine quotidiana. Fortunatamente erano previsti tre giorni di bel tempo poco prima che l'aereo tornasse per riportarci verso casa. A causa del congelamento alle dita dei piedi, riportato mentre sciavo verso il campo, sono stato costretto a lasciare i miei compagni di cordata arrampicare da soli, e ho fatto tutto il possibile per aiutarli.

Un giorno dopo aver sciato la parete sud del Monte Sylph, Antoine, Thomas e Jeremy hanno tentato il diedro centrale della parete NE del Monte Seraph. 600 m metri di arrampicata, con alcuni tiri di misto tecnico all'inizio, li hanno portati fino in cima. Seguendo un evidente goulotte fino alla base sono rientrati al campo base dopo 14 ore, giusto in tempo per godersi un buon pasto ed un piccolo bicchiere di whisky. Gran bella giornata!

Ultimo giorno, ultimo tentativo! L'idea era di ritornare alla nostra prima vetta inviolata ed aprire una via facile sulla parete sud della montagna, ma il vento forte e caldo ci ha costretti a cambiare piani. Abbiamo esaminato le possibilità sulle varie pareti nord ed il 9 aprile i ragazzi si sono diretti verso la parete NE del Monte Hydra. Superando diversi tiri di delicata arrampicata di misto lungo una rampa diagonale sono riusciti a raggiungere la cima all'alba per godere di una vista indimenticabile verso l'infinita natura selvaggia dell'Alaska. L'eccitazione era evidente sulle nostre quattro facce quando poi ci siamo riuniti dopo quest'ultima bella giornata.

Siamo stati prelevati da Paul ed il suo aereo la mattina seguente. Anche se era giunto il momento di tornare a casa, stavamo già parlando dell nostro prossimo viaggio...

Hydra parete NE, la cima

LE VIE
Apocalypse parete nord - tentativo cima inviolata  (900m, WI6, 90° neve) Thomas Auvaro, Jeremy Fino, Matthieu Rideau, Antoine Rolle, 02/04/2018
Sylph parete sud- Thomas Auvaro, Jeremy Fino, Antoine Rolle, 06/04/2018
Seraph parete NE - MaKeMaLo  (600m, M7) Thomas Auvaro, Jeremy Fino, Antoine Rolle, 07/04/2018
Hydra parete NE Fa Pa Caou Per Aqui  (600m, M8) - Thomas Auvaro, Jeremy Fino, Antoine Rolle 09/04/2018

Il team ringrazia Petzl, SCARPA, Blue Ice e Chullanka.
Antoine ringrazia gli sponsor Petzl , Karpos, SCARPA, Blue Ice, Masherbrum and Snowleader

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Alpinismo in Alaska: nuova via britannica sul Mt. Jezebel per Livingstone e Hawthorn
20.04.2018
Alpinismo in Alaska: nuova via britannica sul Mt. Jezebel per Livingstone e Hawthorn
Gli alpinisti britannici Tom Livingstone e Uisdean Hawthorn hanno aperto Fun or Fear, una nuova via sulla parete est del Monte Jezebel nel massiccio del Revelations Mountains in Alaska. Aperta in stile alpino in due giorni di arrampicata, la via di circa 1200 metri è stata gradata complessivamente M6+, 90°, Ai6 R.
Nuove vie di arrampicata su misto nelle Revelation Mountains in Alaska
26.09.2017
Nuove vie di arrampicata su misto nelle Revelation Mountains in Alaska
Alpinismo in Alaska: il lituano Gediminas Simutis e il tedesco Frieder Wittmann hanno salito alcune nuove vie sul Fish Glacier nelle Revelation Mountains. Il report di Simutis.
Denali, Alaska: Diretta Slovacca per David Bacci e Luca Moroni
07.07.2017
Denali, Alaska: Diretta Slovacca per David Bacci e Luca Moroni
Alla loro prima esperienza in Alaska, gli alpinisti David Bacci e Luca Moroni hanno effettuato in cinque giorni di scalata la prima ripetizione italiana della Diretta Slovacca al Denali (6194m).
Odyssey e Iliad, due nuove vie di ghiaccio e misto nelle Revelation Mountains in Alaska
23.05.2014
Odyssey e Iliad, due nuove vie di ghiaccio e misto nelle Revelation Mountains in Alaska
Un team di giovani alpinisti composto da Lise Billon, Pedro Angel Galan Diaz, Jeremy Stagnetto e Jérôme Sullivan ha aperto due nuove vie di ghiaccio e misto nelle Revelation Mountain in Alaska: The Odyssey (M7, 6b, A1, 90 °, 1100 m) sul Pyramid Peak e The Iliad (TD + 900m) sul Mount Boucansaud, entrambe cime inviolate.
Revelation mountains, nuove vie Slovene in Alaska
23.07.2012
Revelation mountains, nuove vie Slovene in Alaska
La scorsa primavera una spedizione slovena nella catena montuosa delle Revelation Mountain in Alaska ha portato a termine numerose nuove vie su cime inviolate. Il report del capo spedizione Anze Cokl.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock