Home page Planetmountain.com
Ondrej Húserka sul Contreforts Charlet-Straton (Aiguille d'Argentière Monte Bianco) apre Crystal route insieme a Ján Smoleň, agosto 2018
Fotografia di Húserka, Smoleň
Aiguille d'Argentière Monte Bianco: sul Plateau du Jardin Ondrej Húserka e Ján Smoleň aprono In memory of Červienka (02/2018)
Fotografia di Húserka, Smoleň
Ján Smoleň e Ondrej Húserka, Aiguille d'Argentière - Monte Bianco, agosto 2018
Fotografia di Húserka, Smoleň
Contreforts Charlet-Straton, Aiguille d'Argentière Monte Bianco: Crystal route (Ondrej Húserka, Ján Smoleň 08/2018)
Fotografia di Húserka, Smoleň

Aiguille d'Argentière: nuove vie d'arrampicata nel massiccio del Monte Bianco

di

In agosto gli slovacchi Ondrej Húserka e Ján Smoleň hanno aperto due nuove vie sull’Aiguille d’Argentière nel massiccio del Monte Bianco: Crystal route sul Contreforts Charlet-Straton e In memory of Červienka sul Plateau du Jardin.

In passato, ogni volta che abbiamo arrampicato nel massiccio del Monte Bianco ci siamo diretti alle zone più famose, come les Aiguilles de Chamonix, il Gran Capucin o l’Aiguille du Midi.

Tuttavia, lo scorso agosto abbiamo deciso di arrampicare sopra il ghiacciaio dell'Argentière, un luogo molto meno frequentato rispetto alle altre zone. Forse è per questo che abbiamo incontrato soltanto altre tre cordate durante il nostro soggiorno. Il nostro obiettivo era chiaro: aprire delle nuove vie.

Nel 2016 François Damilano aveva pubblicato la sua nuova guida chiamata Mont Blanc Granite, a Rock Climbing Guide Argentière basin e questo ha messo in evidenza il potenziale di questa valle per le nuove vie. Dopo un grande riscaldamento sulla via Rêve de singe (7a, 200 m) fino in cima a La Vierge abbiamo scelto due linee belle e logiche.

La prima che abbiamo aperto era completamente nuova Crystal route, alta 280 metri con difficoltà fino al 6c sui Contreforts Charlet-Straton. Abbiamo scelto uno stile veloce e leggero a causa delle condizioni meteorologiche, poiché la tempesta era abbastanza vicina. Abbiamo portato soltanto dei chiodi e dei friends, lasciando un chiodo nel primo tiro ed attrezzando tutte le soste a Friends. Ci siamo calati lungo la via Patagonique aperta da Amstutz-Vogler mentre i tuoni si avvicinavano sempre di più. Siamo stati comunque fortunati, perché ha iniziato a piovere subito dopo aver chiuso la porta della nostra tenda.

Il giorno dopo abbiamo arrampicato sul Plateau du Jardin. Sui primi due tiri abbiamo seguito la vecchia via classica, dopo di che abbiamo proseguito verso sinistra seguendo l'evidenti fessure. Questa volta abbiamo portato un trapano ed è stato la cosa giusta da fare perché la scalata era piuttosto impegnativa, con difficoltà fino al 7b nei suoi 260 metri. Al 4° tiro abbiamo piazzato due spit, altri tre sul quinto tiro, mentre tutte le soste sono attrezzate con due spit. Abbiamo chiamato la via In memory of Červienka e vorremmo dedicare la linea al nostro caro amico Maroš Červienka, scomparso il 1 ° luglio 2018 durante la sua salita in free solo della via Major sulla parete est del Monte Bianco.

Non vediamo l’ora della prossima avventura. Buone scalate, state attenti lì fuori.
Ondrej Húserka, Ján Smoleň

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Fitz Roy, Patagonia, nuova via slovacca per Michal Sabovčík e Ján Smolen
11.03.2016
Fitz Roy, Patagonia, nuova via slovacca per Michal Sabovčík e Ján Smolen
Il 30 e 31 gennaio 2016 gli slovacchi Michal Sabovčík e Ján Smolen hanno aperto Asado (665m, 7a+, M8, A2), una nuova via alpinistica sulla parete sud del Fitz Roy in Patagonia.
Nuova via slovacca sul Pik Alexander Blok nel Pamir Alai in Kirghizistan
02.10.2017
Nuova via slovacca sul Pik Alexander Blok nel Pamir Alai in Kirghizistan
Alpinismo nel Pamir Alai in Kirghizistan: nella regione dell'Ak-Su, gli alpinisti slovacchi Martin Grajciar, Ondrej Huserka, Jozef Kristoffy e Vladimir Linek hanno trascorso sette settimane dal 27 luglio al 10 settembre 2017 aprendo 'Summer Bouquet’ (9+, 900m), una nuova via sulla parete ovest del Pik Aleksander Blok.
Difficili nuove vie di arrampicata in Groenlandia
20.09.2012
Difficili nuove vie di arrampicata in Groenlandia
Quest’estate Tomas Brt (Repubblica Ceca), Vlado Linek e Jan Smolen (Slovacchia) si sono recati nel Tasermiut Fjord in Groenlandia dove hanno aperto due nuove vie, Turbo (VIII+, A2, 1450m) sulla parete sud del Ketil e Keep Panic, Please (VIII, 1270m) sulla parete nord-ovest della cima Nord di Ulamertorsuaq.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra