Home page Planetmountain.com
Giuliano Stenghel
Fotografia di Franco Nicolini
Giuliano Stenghel
Fotografia di Franco Nicolini
Giuliano Stenghel
Fotografia di Franco Nicolini

Addio a Giuliano Stenghel

di

E' scomparso oggi, precipitando dalle pareti dell'Isola di Tavolara in Sardegna, Giuliano Stenghel conosciutissimo e fortissimo alpinista roveretano.

Giuliano “Sten” Stenghel è morto oggi precipitando dalle scogliere dell'Isola di Tavolara in Sardegna. Pareti che non solo conosceva bene ma amava tantissimo (come ci racconta in questo articolo) e che aveva contribuito a far scoprire ed esplorare aprendo varie vie d'arrampicata. Tra queste Antichi Guerrieri e Infinito Blu aperte con Luciano Ferrari e Maurizio Giordani.

Nato nel 1953 a Rovereto, Stenghel era un alpinista e un arrampicatore che ha scritto la storia dell'arrampicata in Valle del Sarca e non solo. Istruttore nazionale d'alpinismo del CAI dal 1978, poi istruttore emerito e anche aspirante Guida Alpina ha all'attivo un'attività davvero immensa che testimonia un amore senza fine per l'arrampicata sulle grandi pareti e per l'alpinismo

Più di 200 vie nuove portano la sua firma, mentre innumerevole sono le sue ripetizioni di vie difficili. Angelo Elli scrive che nel suo curriculum appaiono: “soprattutto moltissime prime ascensioni solitarie e sempre 'di corsa'. Nel mondo alpinistico è considerato 'maestro del friabile' per la capacità di muoversi su rocce difficili ed estremamente friabili anche con poche protezioni”.

Sten è stato un protagonista sulle pareti del Sarca ma anche in Dolomiti. Tra le tante ricordiamo La via del calice aperta con Graziano Maffei sulla sud della Torre Innerkofler (Sassolungo, Dolomiti). Mentre sul Primo Pilastro del Monte Casale (Valle del Sarca) ha aperto insieme ad Alessandro Baldessarini la famosa Via del Missile. Ivo Ferrari ha definito così la via che porta il suo nome sulla Torre d'Ambiez (Dolomiti di Brenta): “Non parlo mai di difficoltà e gradazioni, ma tutti sanno che ci sono diverse scale e parametri, e... diversi Alpinisti, Giuliano Stenghel fa parte di quelli veri!”

Giuliano Stenghel era molto impegnato anche nel sociale. Ha fondato l’Associazione umanitaria Serenella-Onlus, intitolata alla moglie scomparsa, per aiutare i bambini bisognosi. Per questo nel 2017 gli è stato assegnato il Premio Meroni.

Questa la motivazione del Premio Meroni che esprime bene chi era Giuliano e quanto abbiamo perso oggi: “Dopo una prima parte di vita dedicata all’arrampicata estrema su roccia, con impressionanti prime salite di rilevanza storica, Giuliano Stenghel, a tutti noto come Sten, vive la disperazione della scomparsa prematura della moglie e fonda con alcuni amici l’associazione Serenella, in memoria. Da parecchi anni l’associazione sfida ogni giorno, con notevole successo, la difficoltà di reperire donazioni solidali verso le persone e i bambini che si trovano in condizione di grande povertà. I progetti realizzati sono ormai centinaia (sparsi in tutto il mondo), migliaia i bambini adottati a distanza. L’associazione si è impegnata direttamente con la costruzione di case, scuole, orfanotrofi, pozzi, acquedotti, con il finanziamento di cure ospedaliere o interventi chirurgici, l’invio di medicinali, l’emergenza fame, ecc. Chi fa parte di Serenella è consapevole di dare e basta… rimanendo quindi a carico dei soci, in modo assolutamente volontario, ogni spesa organizzativa”.

info: http://www.angeloelli.it/alpinisti/file/Stenghel%20Giuliano.html

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Vie d'arrampicata di Giuliano Stenghel sull'Isola di Tavolara, Sardegna
04.04.2017
Vie d'arrampicata di Giuliano Stenghel sull'Isola di Tavolara, Sardegna
Giuliano Stenghel introduce l’affascinate Isola di Tavolara sulla costa NE della Sardegna che, anni fa, aveva letteralmente stregato l’alpinista di Rovereto. A tal punto da aprire una grande quantità di vie di arrampicata su questa montagna in mezzo al mare.
Alpinisti che fanno la differenza: sulla Stenghel alla Torre d'Ambiez, di Ivo Ferrari
09.07.2013
Alpinisti che fanno la differenza: sulla Stenghel alla Torre d'Ambiez, di Ivo Ferrari
Ivo Ferrari e la via aperta da Giuliano Stenghel e Valentino Chini sulla Torre d'Ambiez (Dolomiti di Brenta) ovvero gli alpinisti che fanno la differenza.
Tavolara, l’arrampicata sull’isola avvolta tra leggenda e realtà
10.10.2016
Tavolara, l’arrampicata sull’isola avvolta tra leggenda e realtà
Maurizio Oviglia racconta l’affascinate storia dell’arrampicata sull'Isola di Tavolara, sulla costa NE della Sardegna, e ripercorre la via 'Affora sa nato’ (6b, 215m) aperta da Enzo Lecis e Simone Sarti negli anni novanta.
Torre Innerkofler al Sassolungo, Dolomiti
31.07.2017
Torre Innerkofler al Sassolungo, Dolomiti
Il quarto capitolo sul Sassolungo è dedicato alla Torre Innerkofler, alta 3098 metri ed incastrata tra la Punta Grohmann e il Dente del Sassolungo è un missile di Dolomia che domina Campitello in Val di Fassa.
Leoni in gabbia, nuova via d’arrampicata sul Monte Casale (Valle del Sarca)
05.10.2017
Leoni in gabbia, nuova via d’arrampicata sul Monte Casale (Valle del Sarca)
Sul Primo Pilastro del Monte Casale (Valle del Sarca) Gianni Canale, Aldo Mazzotti e Franco Cavallaro hanno aperto Leoni in gabbia, una difficile via d’arrampicata su 'roccia fantastica' che corre parallela alla famosissima Via del Missile (Alessandro Baldessarini, Giuliano Stenghel, 1981)
Arrampicata nell'Isola di Tavolara, le nuove vie di Maurizio Giordani
24.10.2017
Arrampicata nell'Isola di Tavolara, le nuove vie di Maurizio Giordani
Dopo la prima puntata sulle sue ultime nuove vie d’arrampicata in Dolomiti, Maurizio Giordani presenta anche le sue ultime vie nuove aperte sull’Isola di Tavolara (Sardegna) insieme a Luciano Ferrari e Giuliano Stenghel.
Mescalito, la classica del Colodri di Arco raccontata da Renato Bernard
21.11.2018
Mescalito, la classica del Colodri di Arco raccontata da Renato Bernard
Renato Bernard e la Via Mescalito, aperta nel 1982 insieme a Renzo Vettori sulla Rupe Secca del Monte Colodri ad Arco ed ancora adesso una della vie d’arrampicata più famose della Valle del Sarca.
Via Soleado a Mandrea, Arco
10.12.2018
Via Soleado a Mandrea, Arco
La relazione di Soleado, una via d’arrampicata a 5 stelle aperta da Diego Filippi e Simone Banal durante l’autunno/inverno 2003/04 sulla parete di Mandrea di Laghel (Arco, Valle del Sarca, TN). Di Carlo Cosi, guida alpina.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock