Home page Planetmountain.com
Pizzo Cavregasco Parete Ovest in Val Bodengo: uscita diretta in vetta
Fotografia di Daniele Assolari
Pizzo Cavregasco Parete Ovest in Val Bodengo: la cascata di L3
Fotografia di Daniele Assolari
Pizzo Cavregasco Parete Ovest in Val Bodengo
Fotografia di Daniele Assolari
Val Bodengo: il gruppo di 9 in cima
Fotografia di Daniele Assolari

Pizzo Cavregasco Parete Ovest, una poco conosciuta salita in alta Val Bodengo

di

Riceviamo dai nostri lettori Daniele Assolari e Bruno Ghilardi la scheda della Parete Ovest di Pizzo Cavregaso, una bella salita in alta Val Bodengo, Alpi Lepontine, (SO). Una salita 'davvero interessante', effettuata per la prima volta in inverno da Silvio Montana e Maurizio Orsi nel 1998, della quale però è 'difficile reperire qualche informazione.'

Siamo un gruppo di amici, tra di noi ci chiamiamo leù, una ventina di ragazzi tra i 20 e i 25 anni che semplicemente condividono la passione per la montagna, cercando di viverla più o meno a 360 gradi. Questa volta siamo partiti in 11 per addentrarci in una valle che la maggior parte di noi ha potuto vivere solamente d'estate, quando, con il suo corso di acqua limpidissima attira migliaia di persone che si divertono cimentandosi in tuffi e calate tra le sue splendide pozze. Ma in Val Bodengo non esiste solo il canyoning. Di certo meriterebbe molte più visite anche da parte degli arrampicatori, che si vedrebbero ingaggiati in splendide lotte di aderenza sia su vie facili che difficili, magari intervallate da freschi tuffi nelle pozze del Boggia.

La sua sfortuna è di certo quella di essere nata vicina a valli molto più blasonate e famose, ma se d'estate risulta essere poco frequentata, l'alta val Bodengo invernale lo è ancora meno. Reperire informazioni riguardo salite nella zona è già di per sé un'impresa, come spesso accade ci troviamo quindi a salire senza sapere cosa staremo per affrontare, con la zaino pieno oltre che di cibo anche di materiale, con la speranza di poterlo tirar fuori e utilizzare. Il nostro punto di riferimento intanto, è il Bivacco Notaro, uno splendido "Chalet" di montagna che ci terrà al caldo con le sue comodità per nulla tipiche dei bivacchi a cui siamo abituati.

Il sentiero ci è stato gentilmente tracciato, con non poche difficoltà, dagli amici saliti la sera prima. La neve è la peggiore che si possa trovare in montagna, fresca con una crosta non portante bella ghiacciata da spacca stinchi, ma per fortuna, per noi la strada è già almeno parzialmente spianata... Durante la salita possiamo quindi concentrarci sulle cime e pareti che ci circondano, e la nostra attenzione viene catturata lungo tutto il percorso dalla mole, alla nostra sinistra, dell'imponente pizzo Cavregasco. Il nostro occhio però, soprattutto nell'ultima parte della salita, si rivolge continuamente verso una particolare linea di neve e ghiaccio che, logica come se ne vedono raramente, solca la parete ovest della montagna.

Come già detto, la voglia di sfruttare gli attrezzi è tanta, quindi, bastano poche parole tra me e Bruno per capire che saliremo di li, o almeno l'intento è quello di provarci... come spesso accade, quindi, la mattina il gruppo si divide solo per qualche ora per affrontare salite diverse. Il gruppone da nove salirà una cima alle spalle del Notaro, mentre noi ci dirigeremo appunto in traverso fino a raggiungere la base dello splendido canale.

La salita è stata a dir poco stupenda, una linea di circa 700 metri di dislivello che interpone a chi la affronta tratti di neve a 50/60° e stupende colate di ghiaccio che noi abbiamo affrontato con tre tiri di corda. Il vento forte del weekend ci da del filo da torcere con continui spindrift dall'alto del canale, ma la neve nei tratti facili è dura come il marmo e ci permette di essere veloci.

La parte finale di parete presenta altri salti aggirabili e ci deposita direttamente in cima con un uscita spettacolare proprio di fronte al lago di Como! È stata una sensazione stupenda potersi liberare con un grido di gioia e soprattutto sentire le risposte del gruppo dall'altra parte della valle! Sembrava di stringere la mano anche a loro su quella vetta.

La discesa, non avendo informazioni a riguardo, l'abbiamo affrontata lungo quello che ci sembrava l'itinerario più logico, e si è svolta lungo la cresta sudovest fino alla bocchetta delle streghe, e poi giù dal canalone fino a raggiungere di nuovo le nostre tracce vicino all'attacco della via.

La gioia della salita affrontata è stata davvero tanta, soprattutto per come è nata e si è svolta. Altrettanta era la voglia di scoprirne qualcosa a riguardo, certi che la linea fosse già stata salita, per la sua logicità e bellezza, senza nascondere però che la speranza di aver fatto una prima era di certo sempre lì a farci compagnia durante le ricerche che non producevano risultati. Ci sono comunque voluti dei giorni per trovare qualche informazione a riguardo, e scoprire di cosa si trattasse, a conferma che non si tratta di certo di una zona molto frequentata e conosciuta durante la stagione fredda.

La linea è una via di roccia salita da Luigi Binaghi, Carlo Cozza e Angelo Martinelli nel luglio del 1939 ed è stata salita d'inverno da Silvio Montana e Maurizio Orsi nel Febbraio del 1998, diretta e logica come è meriterebbe di certo una maggiore frequentazione, così come la meriterebbe l'intera valle!

Mola mia Leù!

di Daniele Assolari

SCHEDA: Pizzo Cavregasco Parete Ovest, Val Bodengo, Valchiavenna

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
15.06.2006
Arrampicata: Pedeferri e Vago su Il mio nome è Nessuno in Val Bodengo
L'11 giugno Simone Pedferri ha completato con la libera del 2° tiro e la rotpunkt 'Il mio nome è Nessuno', la via al Precipizio di Strem, in Val Bodengo (SO), aperta nel 2005 con Marco Vago.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni