Home page Planetmountain.com
Nanga Parbat d'inverno
Fotografia di © Emilio Previtali / The North Face
David Göttler e Simone Moro studiano la situazione sopra C3, a circa 6800 metri.
Fotografia di © David Göttler / The North Face

Nanga Parbat in inverno: i polacchi continuano. Spedizione finita per Moro, Göttler e Nardi

di

Anche il terzo tentativo di Simone Moro, David Göttler, Tomasz Mackiewicz e Pawel Dunaj non è andato a buon fine. La spedizione italo tedesca lascia ora il Nanga Parbat. Lo stesso sull'altro versante (il Diamir) dove a rinunciare è Daniele Nardi. Decidono invece di rimanere i polacchi che continuano ad inseguire il sogno della prima salita invernale del Nanga Parbat.

"Troppo vento, troppo freddo. Troppo pericolo. Scendono a Campo 3." Con queste parole, lo scorso venerdì sera, Emilio Previtali aveva annunciato che anche il terzo tentativo di Simone Moro, David Göttler, Tomasz Mackiewicz e Pawel Dunaj di raggiungere la vetta del Nanga Parbat non era andato a buon fine e che tutti sarebbero tornati indietro. Nelle ore successivi sono seguiti vari aggiornamenti della discesa, mentre è di poco tempo fa l'annuncio che tutti i componenti delle due spedizioni - quella italo tedesca e quella polacca - impegnati sulla parete Rupal sono rientrati al Campo Base. Termina così il tentativo di Simone Moro e David Göttler di effettuare la prima salita invernale del Nanga Parbat, iniziato alla fine dello scorso dicembre e adesso terminata senza la vetta sognata.

Al contrario di quanto si pensava inizialmente, rimane invece vivo e concreto il sogno dei Polacchi. E' di tre ore fa infatti il seguente comunicato: "Abbiamo pianificato un paio di giorni di riposo a Campo Base e poi risaliremo. Il nostro acclimatamento è eccellente, siamo in buone forze. Lo spirito di tutti è alto, oggi abbiamo votato e tutti hanno detto "rimaniamo!" Dobbiamo estendere i nostri visti ed i permessi... Noi (Tomek e David) abbiamo raggiunto la Cresta Mazeno - 7200m - siamo riusciti a vedere l'altro versante... purtroppo però il tempo è cambiato, con forti venti fino a 70km/h. Abbiamo molto cibo, molto materiale, le corde sono fissate, Simone ci ha lasciato un sacco di regalini - Parmigiano, salsicce, sacchi a pelo... abbiamo un deposito ed una tenda a Campo 3, ci sentiamo forti, un altro deposito a Campo 4... ci proveremo ancora……" Quindi, come giustamente scrivono loro, sul Nanga Parbat "non è ancora game over!”

Attualmente la spedizione italo tedesca invece sta smantellando il campo base e poi ci sarà tempo per i dettagli, per comprendere come sono andate queste ultime ore e capire fino a dove erano riusciti a spingersi durante il terzo tentativo. Si sa però che durante quest'ultimo tentativo Moro è stato costretto a scendere in anticipo, poco oltre campo 2, per problemi di stomaco che gli hanno impedito di proseguire. Mentre David Göttler e Tomasz Mackiewicz erano riusciti ad installare il Campo 4 a circa 7000m e salire altri 200m prima di tornare indietro.

Si sa inoltre che sull'altro versante, quello del Diamir è finito per le condizioni proibitive anche l'altro tentativo, quello di Daniele Nardi, che in completa solitudine cercava pure lui la strada per salire la grande montagna in prima invernale. Prima di lui, nel dicembre scorso e sempre sul versante Diamir, ci avevano tentato anche il tedesco Ralf Dujmovits e il polacco Dariusz "Darek" Zaluski. Come dire che quest'anno il Nanga Parbat d'inverno ha già respinto 3 spedizioni. Ma non quella polacca, per la quale continueremo ad incrociare le dita.

Le spedizioni:
www.thenorthfacejournal.com
Facebook Emilo Previtali
Facebook Simone Moro
simonemoro.gazzetta.it
Nangadream.blogspot.com
www.danielenardi.org

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra