Home page Planetmountain.com

Gasherbrum II per Meroi, Benet, Vuerich, Galbiati, Canestri, Tossutti e Chert

di

Il 19/07, alle ore 9,03 locali, Nives Meroi, Romano Benet, Luca Vuerich, Gian Battista Galbiati hanno raggiunto la cima del Gasherbrum II 8035 m. (Pakistan). Il 20/07 sono arrivati in vetta anche Alessandra Canestri, Marco Tossutti e Miro Chert.

Salito il G2. Finalmente buone notizie per la Spedizione di tarvisiana e triestina impegnata nell'Himalaya del karakorum: sabato 19 luglio (alle 06,03 ora italiana - 09,03 ora locale) Nives Meroi, Romano Benet, Luca Vuerich e Gian Battista Galbiati hanno raggiunto la vetta del Gasherbrum II (8035m). Il tutto senza uso di ossigeno supplementare, in stile alpino veloce e senza portatori d'alta quota.

Altre vette. E' di queste ultimissime ore, inoltre, la notizia dell'arrivo in vetta al G2 anche dei triestini Alessandra Canestri e Marco Tossutti - giunti in cima oggi, domenica 20/07, alle 10,30 local time - e di Miro Chert arrivato in vetta alle 12,30 locali. Attualmente sia i primi due sia il terzo alpinista - che, come si ricorderà, fanno parte della stessa Spedizione tarvisian-triestina di Nives Meroi, Romano Benet e compagni - sono impegnati nella discesa.

Quella di Nives Meroi, Romano Benet, Luca Vuerich e Gian Battista Galbiati non è stata certo una salita facile: freddo polare (-20 °C) e forte vento hanno costantemente accompagnato il loro tentativo vincente. Pur con queste difficili condizioni climatiche, ("appesantite" dallo stile di salita senza uso ossigeno supplementare, ma anche dalla mancanza di sonno causata da una bufera che li ha tormentati per buona parte della notte), il gruppo approfittando di uno stralcio di bel tempo è partito alle 4,00 per l'ultimo decisivo balzo verso la vetta del G2.
Questa in sintesi la salita: il 18/07 i quattro alpinisti sono partiti dal Campo Base e, saltando il Campo 1, hanno raggiunto subito il Campo 2 (6000m); da qui, in rapida successione hanno superato il Campo 3 (6500m) e quindi sono arrivati al Campo 4 a 7200m, dove hanno pernottato. Infine, alle 4,00 sono ripartiti per raggiungere gli 8035m della vetta del G II alle 09,03 (ore locali).

Ora Nives, Romano, Luca e Gian Battista hanno fatto rientro al Campo base, dove riposeranno un po' e decideranno sul da farsi.
La situazione rimane comunque piuttosto critica per le precarie condizioni atmosferiche e per la grande quantità di neve caduta sulla zona che ha reso difficile ed estremamente faticoso tracciare piste sicure ma anche, e soprattutto, assolutamente "non praticabile" il progettato concatenamento Gasherbrum I (8068m) e Gasherbrum II (8035m), con il passaggio per la cima dello Junction Peak (7758 m). Per questo la spedizione ha dovuto cambiare i propri piani "in corsa" - situazione del resto sempre da preventivare in Himalaya, come ci avevano detto Nives e Romano prima della partenza. Così è arrivato questa (dura) vetta del Gasherbrum II che, se le condizioni della montagna lo permetteranno, nei prossimi giorni potrebbe essere seguita da un tentativo al Gasherbrum I (8068 m)

Leila Meroi


intervista a Nives Meroi e Romano Benet


Componenti Spedizione: Romano Benet, Nives Meroi, Luca Vuerich, Gian Battista Galbiati, Alessandra Canestri, Marco Tossutti, Dusan Jelincic, Miro Chert.
Nives Meroi con il G2 ha salito 4 ottomila (Gasherbrum II, Nanga Parbat, Shisha Pangma, Cho Oyu.)

Romano Benet

Luca Vuerich

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós