Home page Planetmountain.com
Escalador Selvatico, Akopan Tepui, Venezuela: Rolando Larcher sul quinto tiro, 7b.
Fotografia di Maurizio Oviglia
Escalador Selvatico: Luca Giupponi comincia il difficile quarto tiro, 7b+.
Fotografia di Maurizio Oviglia
Escalador Selvatico: Rolando Larcher sul decimo tiro, 7b.
Fotografia di Maurizio Oviglia
Escalador Selvatico: Rolando Larcher, Maurizio Oviglia e Luca Giupponi assieme alla loro guida, Julio Criollo, indios della tribù Pemon - Taurepa
Fotografia di Rolando Larcher

Escalador Selvatico, la via sull’Acopan Tepui in Venezuela di Giupponi, Larcher e Oviglia

di

Il video dell’apertura di Escalador Selvatico (7c+ max, 7a+ obbligatorio, 630m) sulla parete nord dell'Acopan Tepui in Venezuela, aperta nel 2014 da Luca Giupponi, Rolando Larcher e Maurizio Oviglia.

Sono giorni difficili. Chiusi forzatamente nelle nostre case, noi che abbiamo l'abitudine di viaggiare e visitare luoghi d’arrampicata lontani, talvolta in altri continenti, abbiamo realizzato appieno la fortuna di aver potuto vivere queste esperienze. Naturalmente è quando si viene privati di una parte importante della nostra vita, in questo caso viaggiare o anche solo il poter uscire di casa, che si realizza appieno quanto essa sia importante al nostro equilibrio psico-fisico.

Questa emergenza finirà e potremo forse riprendere con i nostri viaggi, anche se il mondo purtroppo non sarà più lo stesso. E’ infatti opinione comune che, con la crisi delle compagnie aeree, potremmo retrocedere di 30 anni, in un’epoca in cui gli arrampicatori in grado di potersi permettere un volo intercontinentale, molti di noi ricordano, erano assai pochi.

Probabile che per un po’ di tempo dovremo accontentarci di riscoprire il nostro “bel paese”, ricordando con nostalgia i tempi in cui andavamo a scalare in Nord America o in Patagonia ogni anno, perché in fondo bastava prenotare l’aereo per tempo, ed il costo non era poi così proibitivo.

Nel 2014 ho avuto l’opportunità di visitare il Venezuela nonché la fortuna di riuscire ad aprire una grande via sull’Akopan Tepui, una parete strapiombante di quasi 600 metri. Condividevo quest'avventura con due eccezionali compagni, Rolando Larcher e Luca Giupponi. E’ stata un esperienza intensa, probabilmente una delle più importanti delle nostre vite, anche se queste sono valutazioni che si dovrebbero fare quando si appendono le scarpette al chiodo...

Subito dopo il nostro ritorno, come è noto, la situazione politica di quel paese è precipitata e non è stato più possibile recarsi sui Tepui per arrampicare. La stessa guida locale, che ci aveva accompagnato da Caracas a Santa Elena, ha dovuto lasciare il paese e trasferirsi in Spagna: troppo pericoloso continuare a svolgere la sua attività.

Raggiungere la zona dei Tepui non è impossibile, ma è ancora oggi una specie di roulette russa: si rischia di non arrivare neanche alle pareti, nella migliore delle ipotesi. Anche in quel caso, nel momento che non è stato più possibile replicare quell’esperienza, ho pensato spesso alla fortuna che avevo avuto nel poterla vivere. Avevamo fatto bene a cogliere quell’occasione: rimandare avrebbe significato, a posteriori, una rinuncia definitiva.

Durante quel viaggio, avevamo realizzato un filmato, fino ad ora inedito, montando le riprese fatte in apertura. Di fatto, eravamo completamente soli ed isolati nella giungla, senza radio o telefono, per più di 15 giorni: le riprese erano, sinceramente, l’ultima delle nostre preoccupazioni. Inoltre, a differenza di altri team che ci avevano preceduto, non avevamo con noi un fotografo e videomaker che si occupasse di questo ed abbiamo dovuto arrangiarci da soli, filmando a turno durante le giornate di apertura.

Non so se queste immagini, interpretate ed editate con creatività da Andrea Tosi, possano trasportarvi almeno un attimo in quegli splendidi luoghi. Per noi sono un pezzo piccolo ma importante della nostra esistenza, soprattutto in questo momento in cui siamo costretti in casa, ad aspettare che l’ombra maligna lasci il mondo, restituendogli la luce.

di Maurizio Oviglia

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Escalador Selvatico, nuova via sull' Akopan Tepui per Larcher, Oviglia e Giupponi
20.02.2014
Escalador Selvatico, nuova via sull' Akopan Tepui per Larcher, Oviglia e Giupponi
Tra fine gennaio ed inizio febbraio 2014 Rolando Larcher, Maurizio Oviglia e Luca Giupponi hanno aperto, e poi liberato in giornata, Escalador Selvatico (7c+ max, 7a+ obbligatorio, 630m) sulla parete nord dell' Acopan Tepui in Venezuela.
Venezuela Jungle Jam su Amuri Tepui
24.10.2012
Venezuela Jungle Jam su Amuri Tepui
Il video trailer della spedizione belga composta da Favresse, Villanueva, Hanssens e Wertz che ha aperto due nuove vie sull'Amuri Tepuy in Venezuela.
Miss Acopan, nuova via su Acopan Tepui Venezuela per Krajnc e Obid
09.04.2012
Miss Acopan, nuova via su Acopan Tepui Venezuela per Krajnc e Obid
Nei mesi di dicembre 2011 e gennaio 2012 gli sloveni Luka Krajnc e Matic Obid hanno aperto Miss Acopan (7b, 250m) sul Akopan Tepui in Venezuela.
Amuri Tepui, nuove vie di arrampicata in Venezuela
19.03.2012
Amuri Tepui, nuove vie di arrampicata in Venezuela
Nicolas Favresse, Sean Villanueva, Stephane Hanssens e Jean-Louis Wertz hanno aperto due nuove vie sull' Amuri Tepui in Venezuela.
Fegefeuer IX su Acopan Tepui, Venezuela di Stefan Glowacz, Kurt Albert & Co
05.03.2007
Fegefeuer IX su Acopan Tepui, Venezuela di Stefan Glowacz, Kurt Albert & Co
Fegefeuer (Purgatorio) è il nome della nuova via con difficoltà di IX (7b+/c) che il team tedesco guidato da Stefan Glowacz e Kurt Albert hanno aperto nel dicembre 2006 sull' Akopan Tepui, 2200m Amazzonia, Venezuela.
Cerro Autana in Venezuela, nuova via The Yopo Wall
10.03.2012
Cerro Autana in Venezuela, nuova via The Yopo Wall
Dal 28 gennaio al 5 febbraio 2012 Leo Houlding, Jason Pickles, Sean Leary, Alastair Lee, Yupi Rangel e Alejandro Lamus hanno aperto The Yopo Wall (400m, E6 6b, A1) una nuova via su Cerro Autana in Venezuela.
Amurita, nuova big wall in Venezuela per John e Anne Arran
03.10.2008
Amurita, nuova big wall in Venezuela per John e Anne Arran
John Arran e Anne Arran hanno realizzato la bella prima ascensione di Amurita (600m, E7 6b) sulla remota parete dell'Amuri Tepui in Venezuela.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock