Home page Planetmountain.com

Spirito Selvaggio, Larcher e Oviglia a Codula di Luna

di

Nuova via di Rolando Larcher e Maurizio Oviglia sul Monte Andau, Codula di Luna, Sardegna. Difficoltà massima 8a/8a+ (7b/7b+ obbl).

Welcome to Adobe GoLive 4

Perché la passione per una nuova linea, una nuova apertura, possa rinnovarsi senza estinguersi nel tempo è necessario non scadere nella ripetitività. Rolando ed io siamo ben consci di questa piccola grande verità dell’alpinismo, ed è anche per questo che siamo affiatati negli obiettivi che cerchiamo di realizzare. Certo, è noto, tecnicamente io son meno bravo di lui quando il gioco si fa molto, molto duro... ma ciò in fondo non è importante, se una cosa la si realizza insieme, dall’ideazione alla prima salita Rotpuntk. E se, soprattutto, si dà il massimo, ognuno secondo le sue possibilità.

Questa volta è Rolando a trovare "il giocattolo": in un giorno di maggio del 2002 cammina solo nella selvaggia Codula di Luna alla ricerca della parete dei suoi sogni, il suo prossimo obiettivo. Quasi incespica tra i sassi del torrente in secca quando davanti a lui compare uno specchio di calcare liscissimo, sospeso sopra agli strapiombi paurosi di una grotta a forma di cuore. Si passerà? Forse, pensa, ma non ne è sicuro...

Un dubbio durato un anno di attesa, un dubbio necessario a fare crescere l’emozione e l’energia dentro, il combustibile indispensabile per la salita. Qualche foto e parole entusiaste, basta questo per fissare un tentativo di salita per maggio 2003, addirittura fra un anno.

Perché proprio la Codula di Luna per questa ennesima supervia dell’alta difficoltà? Perché non tornare invece a Gorroppu, o in luoghi più famosi, che garantissero più visibilità sui media? Per quanto mi riguarda la risposta è semplice. Perché aprire è essenzialmente esplorare, seguire il proprio istinto, e tornare in un posto già conosciuto è un po’ come perdere la possibilità di vivere una nuova magia.

La Codula di Luna è uno dei posti più selvaggi d’Italia, almeno uno degli ultimi rimasti. Lasciare la nostra traccia anche qui, vivendo giornate intense a battagliare con i cliff e con le gocce taglienti dello splendido calcare sardo... senza vedere anima viva... e poi contemplare la "nostra" invisibile linea all’ombra di uno splendido leccio... ebbene, che si può volere di più da questa nostra vita di scalatori?

In ultimo ancora una parola su questa via, che rappresenta per me uno speciale compleanno. Ho dunque messo la millesima candelina su una grande torta fatta di tante nuove avventure e sì di numeri, ma soprattutto di tanti compagni di cordata che mi hanno accompagnato fin da quel giorno del 1982, quando "battezzai" questa mia grande passione. Grazie per avermi dato la possibilità di vivere un’esistenza così bella, questo speciale compleanno lo dedico a voi!

di Maurizio Oviglia



Monte Andau, Codula di Luna, Sardegna
Via "Spirito selvaggio"

Prima salita: Rolando Larcher e Maurizio Oviglia, maggio 2003, dal basso.
Salita rotpuntk dagli stessi il 28 maggio 2003


Sviluppo: 280 m
Difficoltà: 8a/8a+ max (7b/7b+ obbl)
materiali: interamente spittata inox. Corde da 60 m obbligatorie.
Accesso: da Teletottes per il sentiero in 50' circa, raggiungendo la parete per un'evidente pietraia.

Note: la via supera uno scudo di calcare impressionante. Il primo tiro strapiomba di quasi 10 metri e propone un’arrampicata atletica con spit tutti da "guadagnare".

Il secondo, punto chiave della via, rappresenta un po’ il nostro orgoglio di apritori. Siamo infatti riusciti a seguire l’unica sequenza di appigli che permetteva di uscire dagli strapiombi e dobbiamo dire grazie ad una sottilissima foglia di calcare che ha tenuto il nostro peso in apertura (ora resinata) e ad un piccolo bidito pulito con lo spazzolino (anche se qualcuno urlerà "scavato!!", lapidiamoli!!).
Qui si trova anche il passo obbligatorio più difficile della via su cui i voli sono lunghi ma senza conseguenze. Il terzo tiro è uno dei più belli del Supramonte, un viaggio di 60 m esatti su un calcare da favola, verticalissimo.
Oltre la via prosegue più facile, ma mai banale, con runout di quasi 10 m tra gli spit che mantengono alta la soglia di attenzione e le orecchie dritte! Intorno uno degli ambienti più belli e selvaggi della Sardegna.

Buon viaggio!

Portfolio
Maurizio Oviglia sul secondo tiro di Spirito Selvaggio (ph Rolando Larcher)

Rolando Larcher sale RP il primo tiro della via (7c), ph Maurizio Oviglia

parete con tracciato
schizzo via
Portfolio
Colpo al Cuore - V. d. Orco
La Grande Onda - T. Sprit
LarcherVigiani - Marmolada
Rolando Larcher - all news

Rolando Larcher e Maurizio Oviglia ringraziano:
The North Face
La Sportiva
Kong

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Via Pilastro Massarotto
    Incredibile itinerario che nella sua difficoltà, e con una ...
    2019-11-12 / Santiago Padrós
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini