Home page Planetmountain.com

Kokshall-Too 2002, Kirghizistan

di

Alcune notizie dalla spedizione alpinistico-esplorativa impegnata nella salita del Kyzyl Asker (5.842m).

Una breve telefonata ed una e mail ci hanno finalmente portato notizie della spedizione Kokshall Too 2002 della Sezione CAI di Modena, guidata dall'INA Claudio Melchiorri. Il team di sei persone è partito il 30 luglio scorso alla volta delle ancora sconosciute aree montuose del Kyrgyzstan meridionale, al confine con il Pamir cinese, ed in particolare del Kyzyl Asker - La Sentinella Rossa - la vetta principale di 5.842 metri.

Gli alpinisti, dopo alcune brevi salite di acclimatamento, riferiscono di avere effettuato la salita di due cime inviolate di 4.680 e 5.075 metri (quotate con GPS) e di avere percorso a scopo esplorativo sei nuovi ghiacciai della zona del Kyzyl Asker.

Proprio in queste ore che i sei alpinisti stanno tentando la salita della "Sentinella Rossa" lungo la sua parete nordest che presenta un terreno misto piuttosto impegnativo e richiederà due-tre giorni per essere completata, tempo permettendo. Il rientro degli alpinisti in Italia è previsto per il 24 agosto.



Componenti Spedizione Kokshall-Too 2002 – KKT’02:
Claudio Melchiorri, Virginia Cappi, Maurizio Ferrari, Massimo Bertoni, Giulio Bottone, Francesco Rubbiani.

Kokshall-Too
il Kokshall-Too si estende con un andamento est-ovest per un centinaio di chilometri e funge da spartiacque tra il Kirghizistan (a nord) e la Cina (a sud). Le due cime più alte sono il Dankova Peak (5982 m, ad est della catena) e Kizil Asker («Sentinella o Soldato Rosso», 5842 m, nella zona ovest della catena). Dalla catena principale si diramano con andamento nord-sud numerose catene secondarie, sia nel versante cinese che in quello kirghizo. Queste catene secondarie separano ampi bacini ghiacciati, il maggiore dei quali (il ghiacciaio Chon-Turasu, nell’area del Dankova Peak) si estende per 18 chilometri circa. La roccia varia da scisti metamorfi nella zona est (Dankova Peak) ad ottimo granito nella zona ovest (Kizil-Asker).
L’area per decenni è stata interdetta per motivi militari sia agli stranieri sia agli stessi alpinisti sovietici. Solamente a partire dal 1995 è stata aperta alle spedizioni internazionali, cosicché si può senz’altro affermare che essa rimane a tutt’oggi inesplorata.
Questa del CAI di Modena è una delle primissime spedizioni italiane a raggiungere questa catena montuosa.

Nella foto un panorama del Kokshall-Too (arch. spedizione Kokshall-Too 2002)

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni