Home page Planetmountain.com
La parete nord e la cresta ovest di Changabang, Himalaya, viste dal ghiacciaio Bagini. La parete ovest è stata salita per la prima volta nel 1976 dagli alpinisti britannici Peter Boardman e Joe Tasker, e ripetuta per la prima volta nell'aprile 2022 dagli alpinisti Daniel Joll, Kim Ladiges e Matthew Scholes
Fotografia di New Zealand Alpine Team
Daniel Joll, Kim Ladiges e Matthew Scholes sulla parete ovest di Changabang, Himalaya
Fotografia di New Zealand Alpine Team
Daniel Joll, Kim Ladiges e Matthew Scholes sulla parete ovest di Changabang, Himalaya
Fotografia di New Zealand Alpine Team
Peter Boardman sulla parete ovest del Changabang nel 1976. Si intravede il Camp 1 sulla cresta
Fotografia di Joe Tasker / Vertebrate Publishing

Changabang Parete Ovest ripetuta dopo 46 anni da Daniel Joll, Kim Ladiges, Matthew Scholes

di

Gli australiani Kim Ladiges e Matthew Scholes e il neozelandese Daniel Joll hanno effettuato l'ambita seconda salita della parete ovest di Changabang (6880m) in India, scalata per la prima volta dagli alpinisti britannici Peter Boardman e Joe Tasker nel 1976.

La leggendaria parete ovest del Changabang nell'Himalaya del Garhwal in India, scalata per la prima volta dai britannici Peter Boardman e Joe Tasker in 25 giorni nell'autunno del 1976, è stata finalmente ripetuta dopo 46 anni dagli alpinisti Daniel Joll, Kim Ladiges e Matthew Scholes.

All'epoca della prima salita la via britannica era stata descritta come la via himalayana tecnicamente più difficile del mondo; la montagna era stata scalata per la prima volta solo due anni prima da una spedizione guidata da Sir Chris Bonnington attraverso la parete sud-est e successivamente la cresta est, e la parete ovest era considerata pressoché impossibile.

L'idea, concepita da Tasker nel 1975 mentre scalava la vicina Dunagiri con Dick Renshaw, che la parete ovest del Changabang potesse essere salita da un team di sole due persone, sembrava assurda ma un anno più tardi Boardman e Tasker hanno dimostrato un'immensa abilità tecnica, tenacia e resistenza mentre salivano lentamente quei 1600 metri di liscio granito.

Il loro successo, raccontato e documentato nel pluripremiato libro di Boardman La Montagna di luce, ha segnato una nuova era di vie altamente tecniche in quota e, nonostante i numerosi tentativi, fino a pochi giorni fa la loro linea era rimasta irripetuta.

Il Changabang è stata la prima via di Boardman e Tasker insieme e i due hanno poi creato una delle cordate più forti in alta quota, prima di scomparire nel maggio del 1982 durante un tentativo di aprire una nuova via lungo l'inesplorata cresta nord-est dell'Everest.

Link: alpineteam.co.nz

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Changabang Nord, il video della salita di Billon, Moatti e Ratel
21.05.2018
Changabang Nord, il video della salita di Billon, Moatti e Ratel
Un primo video della salita della parete nord del Changabang (6864 m), effettuata dall' 11 al 13 maggio 2018 in stile alpino dagli alpinisti francesi Léo Billon, Sébastien Moatti e Sébastien Ratel.
Changabang parete nord in stile alpino per i francesi Billon, Moatti e Ratel
18.05.2018
Changabang parete nord in stile alpino per i francesi Billon, Moatti e Ratel
Nel massiccio del Garhwal nell’Himalaya Indiano gli alpinisti francesi Léo Billon, Sébastien Moatti e Sébastien Ratel appartenenti al gruppo Militare di Alta Montagna (GMHM) hanno ripetuto, arrampicando in stile alpino, l’impressionate parete nord del Changabang (6864 m).
Joe Tasker, l'alpinismo e l'Azzardo estremo
19.04.2016
Joe Tasker, l'alpinismo e l'Azzardo estremo
Invito alla lettura per i sognatori: Azzardo estremo il libro di Joe Tasker ancora inedito in Italia è ora disponibile nella collana Oltre Confine di Alpine Studio. Una storia di un alpinismo che forse è scomparso ma che ha segnato la storia. La recensione di Ivo Ferrari.
Sognando Joe Tasker e Peter Boardman
09.01.2015
Sognando Joe Tasker e Peter Boardman
Libero sogno di Ivo Ferrari su un impossibile dialogo tra due grandissimi alpinisti: Joe Tasker e Peter Boardman, scomparsi nel 1982 durante un tentativo di prima salita della cresta NE dell' Everest. Ovvero come sono cambiati, se sono cambiati, l'alpinismo e gli alpinisti.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra