Home page Planetmountain.com
Il percorso ufficiale di Red Bull X-Alps 2017, la cavalcata di oltre 1000km attraverso gli Alpi in parapendio e a piedi. Sette turnpoint in sette diversi paesi: Italia, Austria, Germania, Svizzera, Francia e, per la prima volta, Slovenia.
Fotografia di Red Bull X-Alps
Planimetria del Red Bull X-Alps 2017
Fotografia di Red Bull X-Alps
Aaron Durogati, campione del mondo di parapendio, unico italiano invitato a partecipare al Red Bull X-Alps 2017
Fotografia di Alessandro Dealberto/Red Bull Content Pool
Preparativi per il Red Bull X-Alps 2015
Fotografia di Felix Woelk / Red Bull Content Pool
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Red Bull X-Alps 2017, il percorso ufficiale

di

Svelato il percorso ufficiale di Red Bull X-Alps, la cavalcata di oltre 1000km attraverso gli Alpi in parapendio e a piedi ritenuta l’adventure race più estrema al mondo. Una difficoltà senza precedenti attende l’unico atleta italiano Aaron Durogati in gara nell’ottava edizione che inizierà il 2 luglio 2017 a Salisburgo in Austria.

Sempre più impegnativo e imprevedibile. Il nuovo percorso di Red Bull X-Alps sarà quest’anno il più lungo e faticoso nella storia della competizione, con una distanza in linea retta di 1138 km da Salisburgo a Monaco. I 32 atleti coinvolti, tra i quali l’italiano Aaron Durogati, campione del mondo di parapendio, con un settimo posto conquistato nell’edizione 2013, attraverseranno a piedi e in volo sette turnpoint in sette diversi paesi, tra i quali Italia, Austria, Germania, Svizzera, Francia e, per la prima volta, Slovenia.

Come se non bastasse, la nuova tappa slovena porterà i partecipanti ad affrontare la più grande catena montuosa d'Europa, da attraversare quattro volte da nord a sud. Rispetto al 2015, saranno inoltre eliminati tre turnpoint. “Le distanze tra i turnpoint saranno più lunghe rispetto alle ultime sette edizioni – spiega il direttore di gara Christoph Weber – questo cambiamento aumenta le possibili variabili sui percorsi e spingerà debuttanti e veterani a superare i propri limiti, mentalmente e fisicamente”.

La gara prenderà il via domenica 2 luglio dallo storico Mozartplatz di Salisburgo, in Austria. Da qui gli atleti attraverseranno la città e raggiungeranno il Turnpoint 1 sul Gaisberg, dove la vista panoramica sopra la regione salisburghese attirerà migliaia di appassionati da tutto il mondo, arrivati per sostenere i concorrenti impegnati nel primo parapendio della competizione.

Un viaggio estenuante di 157 km verso sud attraverso l'Austria porterà al Turnpoint 2, il Mangart punto di lancio con il parapendio ai margini del Parco Nazionale del Triglav in Slovenia, la montagna più alta del paese, a 2864 m sul livello del mare, che per la prima volta entra nelle tappe di gara.

“Il nuovo percorso intorno al Triglav richiederà strategie innovative che potrebbero fare la differenza nelle prime fasi di gara”, il commento di Ulrich Grill, organizzatore del Red Bull X-Alps.

Viaggiando a nord-ovest dalla Slovenia, i concorrenti attraverseranno per la seconda volta le Alpi austriache per raggiungere il Turnpoint 3, Aschau-Chiemsee ai piedi del Kampenwand in Germania, da dove decideranno se continuare verso ovest a piedi o salire verso l'alto e spiccare nuovamente il volo.

Il Turnpoint 4, il secondo in Austria, è localizzato a Lermoos, all'ombra dello Zugspitze, la montagna di quasi 3000 metri che collega l'Austria alla Germania e offre agli atleti enormi possibilità di volo.

Giunti in Italia, gli atleti avranno già conquistato metà del percorso. Virando dalle Alpi giungeranno al Turnpoint 5 localizzato tra il lago di Garda e il Monte Baldo. Con i piedi stanchi e i dolori muscolari, tutto potrà ancora succedere nei rimanenti 499 km. Chi sceglierà di camminare intorno al lago e chi invece avrà il coraggio di volarci sopra?

Il Turnpoint 6 si trova a 251 km ad ovest del Matterhorn nel sud della Svizzera, che rappresenta il percorso più lungo tra due tappe consecutive. Se arrivarci non fosse già abbastanza faticoso, farsi strada intorno a una delle vette più alte d'Europa lo sarà sicuramente. La zona è anche un punto strategico fondamentale nella gara, da dove gli atleti partono per l'ultimo quarto del loro viaggio.

Nel rush conclusivo, i concorrenti si daranno battaglia sui 246 km che li dividono dal Turnpoint 7 a Peille, nel sud est della Francia. Nel finale, il timer si ferma, lasciando gli atleti prendere il volo per gli ultimi 2 km sopra Monaco, verso le calde acque blu del Mar Mediterraneo, dove l’atterraggio avverrà su un galleggiante dal quale inizieranno le celebrazioni per aver portato a termine l’adventure race più dura del mondo.

Il nuovo percorso del Red Bull X-Alps 2017 sarà il più impegnativo in 14 anni di storia della manifestazione. Da oggi, gli atleti hanno solo tre mesi per prepararsi all’estenuante cammino che li attende, per studiare la geografia del percorso e elaborare per uscirne vittoriosi. Non si possono fare pronostici, ma vista la partecipazione di alcuni tra i più forti atleti al mondo, sarà sicuramente un’edizione da ricordare.

È possibile seguire gli aggiornamenti sugli atleti del Red Bull X-Alps e la loro preparazione sul sito redbullxalps.com e la pagina Facebook facebook.com/redbullxalps.

RED BULL X-ALPS
L’ottava edizione dell’adventure race più estenuante al mondo, avrà inizio il 2 luglio. La combinazione di trekking e parapendio ne fa uno degli ibridi più emozionanti nati dall’unione degli sport alpini. Durante la gara gli atleti devono percorrere a piedi o in volo il più velocemente possibile una distanza complessiva di oltre 1.000 km in linea d’aria, con sentieri che si snodano da un capo all’altro delle Alpi attraverso una serie di turnpoint non ancora resi noti.

L’edizione 2015 ha visto 19 atleti su 32 raggiungere la meta finale – un record assoluto dalla prima gara del 2003. Dodici esordienti sono incredibilmente riusciti a superare il traguardo, tra cui atleti provenienti da Stati Uniti, Corea, Nuova Zelanda e altri paesi per la prima volta nella storia.
Il campione del mondo di parapendio Aaron Durogati (ITA), unico italiano in gara, si è classificato sesto, migliorando la sua precedente prestazione del 2013. In quell’occasione, al suo debutto nella competizione, aveva raggiunto la settimana posizione.

Nell’edizione 2015 è stata introdotta la novità del Prologo, un’anticipazione della grande gara della durata di un solo giorno. I fan hanno così potuto assistere da vicino alla competizione durante la quale gli atleti, al via da Fuschl am See, hanno superato i turnpoint sul monte Zwölferhorn e Schafberg, per poi tornare al punto di partenza.

Il Prologo tornerà anche nel 2017! I primi tre atleti classificati potranno ottenere un ulteriore Led Lenser Nightpass e un vantaggio di cinque minuti sulla linea di partenza della gara principale. Nel 2015 il Prologo è stato vinto da Paul Guschlbauer (AUT), che ha completato il percorso in 2h 21m.

L’atleta svizzero Christian Maurer è stato il vincitore di Red Bull X-Alps 2015, con un tempo di 8 giorni, 4 ore e 37 minuti, che gli ha garantito la quarta vittoria consecutiva – un nuovo record. Il 2017 sarà l’anno in cui vedremo atleti come Sebastian Huber o Paul Guschlbauer porre fine al predominio di Maurer? Solo una cosa è certa: tutto può succedere!

Condividi questo articolo

NEWS / News correlate:
Red Bull X-Alps 2017, come prepararsi per l'adventure race più dura al mondo
25.02.2017
Red Bull X-Alps 2017, come prepararsi per l'adventure race più dura al mondo
Inizia il 2 luglio il Red Bull X-Alps 2017, l’adventure race più spettacolare al mondo che attraversa le Alpi per oltre 1000km, da Salisburgo in Austria fino al Principato di Monaco da percorre in parapendio e a piedi.
Christian Mauer è il vincitore del Red Bull X-Alps 2015
15.07.2015
Christian Mauer è il vincitore del Red Bull X-Alps 2015
Ieri, martedì 14 luglio 2015, Christian 'Chrigel' Maurer ha conquistato il titolo di adventurer più estremo del mondo per la quarta volta consecutiva, vincendo dopo 8 giorni, 4 ore e 37 minuti il Red Bull X-Alps 2015 davanti a Sebastian Huber e Paul Guschlbauer. L'italiano Aaron Durogati si conferma tra i più grandi atleti di questa incredibile gara da Salisburgo a Monaco tutta “corsa” in parapendio e a piedi.
Red Bull X-Alps 2013: storica tripletta per Christian Maurer
15.07.2013
Red Bull X-Alps 2013: storica tripletta per Christian Maurer
Ieri, domenica 14 luglio, lo svizzero Christian 'Chrigel' Maurer (SUI1) ha vinto per la terza volta il Red Bull X-Alps 2013, compiendo il percorso da Salisburgo a Monaco nello straordinario tempo record di 6 giorni 23 ore e 40 minuti.
Red Bull X-Alps 2011: lo svizzero Christian Maurer fa il bis!
30.07.2011
Red Bull X-Alps 2011: lo svizzero Christian Maurer fa il bis!
Christian Maurer, l’atleta già vincitore dell’edizione 2009 della gara alpina più dura ed estenuante al mondo, ha per primo raggiunto Monaco giovedì 28 luglio. Maurer ha completato il percorso di 864 km in appena 11 giorni, 4 ore e 22 minuti, spostandosi unicamente a piedi o in parapendio. 48 ore dopo la sua vittoria, l’avvincente sfida fra l’austriaco Paul Guschlbauer e il rumeno Toma Coconea ha visto quest’ultimo aggiudicarsi oggi pomeriggio il secondo posto.
Red Bull X-Alps 2009: intervista al vincitore Christian Maurer
30.07.2009
Red Bull X-Alps 2009: intervista al vincitore Christian Maurer
Il punto di vista del 26enne atleta svizzero Christian Maurer che ieri, stracciando tutti i tempi previsti e dopo aver attraversato tutte le Alpi da Salisburgo a Monaco, ha tagliato il traguardo di Monaco aggiudicandosi in 11 magnifici e spettacolari giorni l'incredibile maratona per parapendio e corsa del Red Bull X-Alps 2009, una delle competizioni più faticose ed estreme dell'outdoor.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria