Home page Planetmountain.com
Christian Maurer vola davanti allo Cervino durante il Red Bull X-Alps 2015
Fotografia di Sebastian Marko/Red Bull Content Pool
Christian Maurer vince il Red Bull X-Alps 2015 per la quarta volta consecutiva
Fotografia di Harald Tauderer/Red Bull Content Pool
Peter Von Bergen (SUI4), Dolomiti di Brenta
Fotografia di Kelvin Trautman / Red Bull Content Pool
Red Bull X-Alps 2015: Dachstein
Fotografia di Felix Woelk/Red Bull Content Pool
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Red Bull X-Alps 2017, come prepararsi per l'adventure race più dura al mondo

di

Inizia il 2 luglio il Red Bull X-Alps 2017, l’adventure race più spettacolare al mondo che attraversa le Alpi per oltre 1000km, da Salisburgo in Austria fino al Principato di Monaco da percorre in parapendio e a piedi.

In attesa della partenza del Red Bull X-Alps 2017, prevista per il 2 luglio 2017 da Salisburgo in Austria, scopriamo come gli atleti si stanno preparando ad affrontare l’adventure race più impegnativa al mondo, con 1000 chilometri da percorrere a piedi o in parapendio attraverso le Alpi.

Una competizione tanto tattica quanto faticosa per la quale i partecipanti non solo necessitano di eccellenti competenze in alpinismo e parapendio, ma devono anche saper mantenere resistenza fisica e mentale per motivarsi e spingersi, giorno dopo giorno, verso il traguardo.

Durante i suoi allenamenti il pilota austriaco Paul Guschlbauer cerca di adattarsi alle condizioni che la natura gli offre: pratica scialpinismo se nevica e comincia a volare non appena sono previste delle termiche. Guschlbauer mangia solamente quello che il suo corpo gli richiede, senza seguire una dieta specifica. “Credo che divertirsi praticando sport sia essenziale per raggiungere una buona forma fisica e mentale”, il suo commento.

L’americano Gavin McClurg ha invece optato per un approccio molto più strutturato. Dopo un impressionante ottavo posto conquistato al suo esordio in gara nel 2015, il suo regime di allenamento è rodato: la sua preparazione consiste in intensi training a intervalli e esercizi anaerobici per aumentare la potenza. Come se non bastasse, diversi giorni a settimana pratica inoltre bicicletta e sci alpinismo per migliorare in resistenza. “L’obiettivo è temprare il corpo e renderlo pronto per affrontare l’incredibile sforzo fisico”, spiega. Oltre a questo, segue un programma alimentare rigoroso ideato da un nutrizionista che include integratori naturali come oli di pesce e collagene.

Nonostante l’infortunio al ginocchio avvenuto appena quattro mesi prima dall’inizio dell’edizione 2015, l’ex campione tedesco Manuel Nübel ha stupito tutti con un inaspettato nono posto e quest’anno si dichiara ancora più agguerrito. “Sono già molto più in forma rispetto all’ultima volta e i prossimi quattro mesi saranno utili per migliorare in resistenza”, afferma. Come per la maggior parte dei concorrenti, la preparazione di Nübel comprende corsa in montagna, sci di fondo e bicicletta. Il suo allenamento include anche il decollo in condizioni di forte vento e il cambio dell’attrezzatura il più velocemente possibile, per assicurarsi un vantaggio nei tempi di gara.

Il più giovane partecipante al Red Bull X-Alps 2017, Tobias Grossrubatscher, si prepara alla più impegnativa competizione della sua carriera con un approccio completamente diverso. L’atleta italiano ha bisogno sia di esercizio fisico sia di un’accurata pianificazione: fortemente motivato si sta allenando dalle cinque alle sei volte a settimana a piedi o con il parapendio, praticando sci alpinismo e trail running. Sta inoltre lavorando su un programma di alimentazione specifica e studiando tutte le aree intorno a Dachstein, Matterhorn e Monte Bianco. “Tutta la preparazione è già stata attentamente stabilita per potersi concentrare su percorsi e strategie”, racconta.

Contrariamente a Grossrubatscher, il campione in carica, lo svizzero Christian “Chrigel” Maurer, può contare su molti anni di esperienza. Il quattro volte campione del Red Bull X-Alps sta programmando di compiere ogni mese, fino all’inizio della competizione, 30.000 metri di scalate. Afferma inoltre che mangiare il più possibile è più importante che seguire un piano di dieta. Per la prima volta, Chrigel sostituirà il suo storico compagno di squadra Thomas Theurillat con un nuovo supporter. “Alla linea di partenza, so di potercela fare - commenta fiducioso - d’altro canto ogni edizione è diversa ed è proprio questo che mi spinge a gareggiare di nuovo”.

Qualunque sia la strategia di ogni partecipante, le condizioni continuamente mutevoli rendono impossibile prevedere cosa succederà nei giorni della gara. Per vincere il Red Bull X-Alps 2017 non sarà sufficiente la sola preparazione strategica: la tattica è nulla senza una perfetta forma fisica e un’impareggiabile resistenza.

Per conoscere gli atleti e avere maggiori informazioni sulla gara, visita il sito redbullxalps.com e la pagina Facebook facebook.com/redbullxalps.
L’elenco dei 32 atleti con schede e dettagli personali è consultabile su redbullxalps.com/athletes.


RED BULL X-ALPS
Red Bull X-Alps 2017, l’ottava edizione dell’adventure race più estenuante al mondo, avrà inizio il 2 luglio. La combinazione di trekking e parapendio ne fa uno degli ibridi più emozionanti nati dall’unione degli sport alpini. Durante la gara gli atleti devono percorrere a piedi o in volo il più velocemente possibile una distanza complessiva di oltre 1.000 km in linea d’aria, con sentieri che si snodano da un capo all’altro delle Alpi attraverso una serie di turnpoint non ancora resi noti.

L’edizione 2015 ha visto 19 atleti su 32 raggiungere la meta finale – un record assoluto dalla prima gara del 2003. Dodici esordienti sono incredibilmente riusciti a superare il traguardo, tra cui atleti provenienti da Stati Uniti, Corea, Nuova Zelanda e altri paesi per la prima volta nella storia.
Il campione del mondo di parapendio Aaron Durogati (ITA), unico italiano in gara, si è classificato sesto, migliorando la sua precedente prestazione del 2013. In quell’occasione, al suo debutto nella competizione, aveva raggiunto la settimana posizione.

Nell’edizione 2015 è stata introdotta la novità del Prologo, un’anticipazione della grande gara della durata di un solo giorno. I fan hanno così potuto assistere da vicino alla competizione durante la quale gli atleti, al via da Fuschl am See, hanno superato i turnpoint sul monte Zwölferhorn e Schafberg, per poi tornare al punto di partenza.

Il Prologo tornerà anche nel 2017! I primi tre atleti classificati potranno ottenere un ulteriore Led Lenser Nightpass e un vantaggio di cinque minuti sulla linea di partenza della gara principale. Nel 2015 il Prologo è stato vinto da Paul Guschlbauer (AUT), che ha completato il percorso in 2h 21m.

L’atleta svizzero Christian Maurer è stato il vincitore di Red Bull X-Alps 2015, con un tempo di 8 giorni, 4 ore e 37 minuti, che gli ha garantito la quarta vittoria consecutiva – un nuovo record. Il 2017 sarà l’anno in cui vedremo atleti come Sebastian Huber o Paul Guschlbauer porre fine al predominio di Maurer? Solo una cosa è certa: tutto può succedere!


RED BULL X-ALPS
15/07/2015 - Christian Mauer è il vincitore del Red Bull X-Alps 2015
15/07/2013 - Red Bull X-Alps 2013: storica tripletta per Christian Maurer
30/07/2011 - Red Bull X-Alps 2011: lo svizzero Christian Maurer fa il bis!
30/07/2009 - Red Bull X-Alps 2009: intervista al vincitore Christian Maurer

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria