Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowFalesia arrowPaklenica

Paklenica

Scheda a cura di: Boris Čujić
Stato: Croazia, Regione: Dalmazia, Località: Paklenica (Zadar)

Se si pensa alla Croazia e la sua arrampicata, il prima posto che viene in mente è la Gola di Paklenica. Comprensibilmente, perché pur avendo molte bellissime zone dove arrampicare in Croazia, Paklenica è sicuramente la più grande e la più frequentata.

I motivi sono da ricercare nella bellezza di Paklenica: questo Parco Nazionale è ampiamente riconosciuto come una delle più belle riserve naturali - e località turistiche - nel nord-est del Mediterraneo. La grandiosa gola è circondata da aspre pareti, dalle cime lontane del gruppo del Velebit e dalle vecchie foreste di pini e faggi - un vero paradiso per gli amanti della natura, per gli studiosi ed ovviamente anche per gli arrampicatori. Mentre dal punto di vista geologico la zona si caratterizza per la sua grande varietà di strutture carsiche, il vicino mare e l'ambiente costiero non fanno altro che aggiungere qualcosa di imperdibile alla bellezza di questo parco.

La scelta delle vie è ampia e varia dai monotiri in falesia alle vie di più tiri, fino ad una altezza di 350m. Sui monotiri le difficoltà variano notevolmente, dalle facile vie per principianti fino alle salite estreme, e anche lo stile varia molto, dalla placche tecniche fino ai grossi strapiombi. Le grandi pareti invece contengono numerosi vie ben spittate che salgono prevalentemente creste oppure facile placche, ma non mancano lunghe vie sportive che affrontano un terreno ben più sostenuto con difficoltà fino all' 8a. Inoltre ci sono anche una manciata di bellissime vie lunghe trad, protette solo con nuts e friends. Per chi volesse provare qualcosa di diverso ci sono alcuni interessanti vie di artificiale e poi, per concludere, ci sono alcuni difficili progetti ancora da liberare. Detto in breve: a Paklenica c'è qualcosa per tutti.

LOGISTICA

Campeggi:
Auto camp NP Paklenica, tel: 023 369-202 , np-paklenica@zd.t-com.hr
Auto camp Marko, tel: 023 369-283 , info@ac-marko.com
Camp Anića kuk, tel: 023 369 275 , encian@zd.t-com.hr

Stanze:
Hotel Rajna , tel 023 369-130
Restaurant Paklenica , tel: 023 369-289
Ana Marsović , tel: 023 369-049, www.apartmani-nina.com
Pansion Anđelko , tel: 023 369-307, andjelko.katic@zd.t-com.hr

Altre info :
www.rivijera-paklenica.hr

NOTE

BREVE STORIA
I primi arrampicatori hanno visitato Paklenica alla fine degli anni 1930, e la prima via aperta nella gola è stata Brahm, nel 1940. Tra il 1957 e il 1969 sono stati prevalentemente alpinisti croati ad aprire nuove vie e oggi molte di queste sono considerate vere e proprie vie classiche, come per esempio Mosoraški (1957), Velebitaški (1961) e Klin (1966), per citarne solo tre.

Dopo questo periodo sono stati sopratutto gli arrampicatori sloveni ad aprire nuove vie. Tra di loro c'era il leggendario Franc Knez: lui ha immediatamente cambiato il concetto dell'arrampicata ed eliminato la parola impossibile, aprendo una quarantina di vie, molte delle quali sono ancora oggi tra le più difficili di Paklenica.

Lo spirito dell'arrampicata libera è arrivato a Paklenica grazie a I. Tomazin con la sua salita della via Brid za mali Čekić (6c+) nel 1978. I primi anni ottanta sono stati un periodo segnato da un improvviso aumento delle difficoltà, e il momento di svolta è arrivato nel 1982 quando Klin (6c+) è finalmente stata liberata. Questa è stata seguita da altre importanti salite in libera come per esempio Funkcija (6c+) e Jenjavi (7a+).

Le prime brevi vie sportive sono stati aperte a Klanci, la parte più stretta del canyon, da Mauro Corona che ha iniziato i giochi con la sua via Stimula, 7a. Poco dopo invece Manolo ha effettuato la prima libera di quello che ancora oggi è la via più difficile di tutta Paklenica: Il Maratoneta (8b+).

Nel 1986 Sreco Rehberger e Tadej Slabe hanno risolto la più grande sfida ancora rimasta a Paklenica, ovvero la famosa via Brid Klina (7c) che sale l'evidente prua della parete centrale. Per la prima salita di questa leggendaria via di più tiri, aperta con l'uso dell'artificiale, ci sono voluti 30 giorni, di cui 8 di fila in parete. Brid Klina è presto diventata il simbolo dell' "età del ferro" dell'arrampicata.

Nel 1990 i fratelli Remy hanno visitato Paklenica e hanno aperto due belle e difficili vie: Rajna (7a) e Wellcome (7b+). Entrambe sono state aperte con un stile moderno: in libera, spittando dal basso durante l'apertura. C'è anche da segnalare che durante questo periodo è stata aperta la più difficile via in artificiale, Jogananda (A4).

A causa della guerra, il parco è rimasto chiuso per un paio di anni e tutte le attività alpinistiche si sono fermate. Quando il parco ha finalmente riaperto le porte nel 1995, il nuovo periodo è stato subito segnato da una nuova grande via, Waterworld (7b+), aperta dagli austriaci Ingo Schalk e Gerhard Grabner.

Attualmente i climber più attivi sono i croati Boris Čujić e Ivica Matković, a cui va il merito di tutta una serie di nuove vie come Zlatne Godine (7c) o Vila Velebita (7b+). I due hanno anche sistemato e rispittato numerose vecchie vie, sostituendo innumerevoli spit arrugginiti. Inoltre, hanno anche aperto quella che viene considerata una ciliegina sulla torta della parete Anića kuk: la via Zenit (7b).

Bisogna dare credito per altre belle e difficili vie agli italiani Aldo Michelini e sua moglie Laura Ortolani per vie come Alan fiordo (7c), Bubamara (7c/c+) e Mjesečina (7c/7c+). E anche altri italiani, come per esempio Paolo Pezzolato e la sua compagna Sara Gojak, possono essere considerati veri e propri "asset" per Paklenica e a loro si deve tutta una serie di belle vie, ben attrezzate, su quasi tutte le pareti di Paklenica.

Un'altra difficile via sportiva da menzionare è Spider (8a), salita da Marko Lukič, mentre una delle vie più recenti ad essere liberata è Himalaya Sport (7c+) dal climber croato Igor Čorko insieme al suo compagno di cordata Marko Marasović. Igor, tra l'altro, è molto attivo a Paklenica e ha salito quasi tutte le vie dure del parco.

Mentre la possibilità per scoprire qualcosa di nuovo sulle grandi pareti della gola è piuttosto ridotta, c'è ancora un discreto potenziale per difficili vie sportive in settori come Rupe, oppure anche in falesie più lontane, subito fuori dal canyon di Paklenica.

REGOLAMENTO
Considerando il fatto che Paklenica si trova nel parco nazionale, ci sono delle regole severe per la tutela dell'ambiente e per tutti i visitatori. Questo significa che gli arrampicatori devono rispettare questi regolamenti. Per informazioni riguardanti l'apertura di nuove vie, la cosa migliore è contattare le autorità del parco nazionale: NP-paklenica@zd.t-com.hr, tel: 023 369-202. National Park Paklenica: www.paklenica.hr

NEGOZIO D'ARRAMPICATA
Iglu šport (vicino al benzinaio a Starigrad Paklenica) , www.iglusport.hr

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Paklenica 2013
Climbing guide, Kletterführer, Guida d' arrampicata di Boris Čujić, Astroida

Condividi questo articolo

COMMENTI per la falesia "Paklenica"

Nessun commento per la falesia Paklenica

Scheda / falesia
SETTORI
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

Il periodo migliore va da aprile a fine ottobre. In inverno i forti venti sono un bel problema (tranne Sektor Crljenica e il nuovo Sektor Tarajlija). In primavera i temporali possono essere un problema, ma le rocce carsiche si asciugano molto rapidamente. In estate può essere caldo, ma potrete sempre trovare una parete all'ombra. Ovviamente c'è sempre la possibilità farsi un bel bagno in mare.

DIFFICOLTÀ

4a - 8b+

TIPO ROCCIA

Calcare

ESPOSIZIONE

N, S, O, E

LINK

croatiaclimbs.blogspot.com

VOTA / falesia
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / falesia
Ti invitiamo a leggere ed accettare per continuare a usufruire dei nostri Servizi.

Condizioni utilizzo

Gentile utente,

ti informiamo che registrandoti al sito potrai usufruire di una sezione a te dedicata intitolata “Mercatino dell’usato”. Tale sezione si propone di mettere in contatto gli utenti che desiderano vendere, comprare o scambiare beni. Gli accordi stipulati tra gli utenti sono negoziati e conclusi privatamente e Mountain Network Srl (titolare del sito) non interviene in alcun modo nelle trattative. Mountain Network Srl offre la possibilità di effettuare le stesse tramite la propria piattaforma informatica, ma non ne è parte nè si assume alcuna responsabilità sugli oggetti venduti (es. prodotti danneggiati, smarriti, non consegnati, ecc).
L'utente, con la registrazione e con l’utilizzo del Servizio, dichiara di sollevare da ogni responsabilità la Mountain Network Srl per qualsiasi danno subito dall’utilizzazione dello stesso.
L’utente è consapevole che Mountain Network Srl non controlla la veridicità delle informazioni né ha un obbligo di sorveglianza in tal senso.

Qualora decidi di caricare testi, immagini ed ogni altro materiale coperto da copyright sul presente sito, ti impegna ad avere i relativi diritti da parte dell’autore degli stessi ed a manlevare Mountain Network Srl da eventuali pretese di risarcimento danni. Tutti gli altri segni distintivi utilizzati all’interno del sito appartengono ai rispettivi proprietari o licenziatari.
Nessuna parte del sito (compresi testi, immagini ed ogni altro contenuto multimediale) può essere riprodotta o ritrasmessa senza specifica autorizzazione scritta, se non per uso personale non trasferibile. L’utilizzo per qualsiasi fine non autorizzato è espressamente vietato dalla legge.

Ti ricordiamo che tutte le informazioni che potrai trovare all’interno del sito sono di natura puramente descrittiva e non devono essere intese come aventi carattere scientifico o strettamente tecnico (es. itinerari, trekking, consigli e tecniche, ecc ecc). Esse sono frutto di esperienze personali che gli utenti hanno avuto e che hanno deciso di condividere su tale piattaforma, essendo la condivisione lo spirito che anima gli utenti e che ispira il nostro lavoro. Per tale ragione, ogni utente che prosegue la navigazione all’interno del sito, dichiara di manlevare la Mountain Network S.r.l. in caso di danni a persone e/o cose derivanti dalle informazioni ricavate dallo stesso.

In ogni momento Mountain Network S.r.l. si riserva il diritto di sospendere tale servizio senza darne specifico avviso e senza che ciò costituisca violazione di obblighi.

                
 
            


AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA falesie

REGIONE

Nome falesia

Altre falesie in Dalmazia
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni