Home page Planetmountain.com

arrowRockarrowItinerariarrowVie in Dolomiti

Ecco i records da 1 al 2 dei 2 trovati.

Foto Itinerario Bellezza Area e Gruppo Difficoltà

Giù la testa

Via fantastica, una delle vie più impegnative dell’intero gruppo montuoso. La seconda lunghezza impone un arrampicata molto tecnica ...
Dolomiti
Lagorai
Cime di Bragarolo
VIII / VIII+

Via Phoenix (via della Fenice)

Via Phoenix (via della Fenice) è stata aperta dal basso, in due giorni, con bivacco alla base della parete e percorre il Secondo Campanile di V ...
Dolomiti
Lagorai
Secondo Campanile di Val Orsera
V+, due tratti VI+
1

RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Ultimi Commenti
30-06-2020 di Livio Carollo
Tempi moderni - Marmolada

VIA: Tempi moderni
Domenica 28/06 abbiamo fatto un tentativo su Tempi Moderni (ritirandoci dopo pochi tiri). A metà del primo tiro, nel passaggio da placca a fessura, è evidente un distacco recente di cui non abbiamo trovato evidenza in altre foto in rete. Parlando con Dante al Falier si ipotizza che possa essere avvenuto durante la primavera. Non sappiamo come fosse prima ma l'impressione è che il tiro possa aver guadagnato continuità e (forse) qualcosina in grado (?).

28-06-2020 di Alberto De Giuli
Wolkenreise - Florian Thamer Gedächtnisweg - Cadini di Misurina

VIA: Wolkenreise - Florian Thamer Gedächtnisweg
Via corta ma molto bella, chiodatura sportiva a volte ariosa, direi 6b obbligatorio per divertirsi con tranquillità. Primo tiro continuo e lungo, L4 potrebbe essere bagnato dopo giornate piovose. Arrivati all'ultima sosta in cima, consiglio di calarsi da una sosta a spit e cordini qualche metro più in basso e un po' di metri a sx (faccia a valle, ultima sosta della via 'Aisha guarda il Lago', si vede dalla sosta di fine via), e con la prima calata raggiungere la sosta di L4. Il posto è bello e tranquillo , penso sia difficile trovare altre cordate in giro.Buon divertimento!

12-11-2019 di Santiago Padrós
Via Pilastro Massarotto - Pale di San Martino

VIA: Via Pilastro Massarotto
Incredibile itinerario che nella sua difficoltà, e con una roccia sorprendente, attraversa il Pilastro dello Spiz di Lagunaz con eleganza. Abbiamo trovato difficolta nella individuazione del percorso, infatti già trovare il chiodo dell'inizio non e facile (bisogna salire più di 50 metri a sinistra dei tiri dello zoccolo). Sbagliati 4-5 tiri, e fatta una piccola variante nei tiri 10 e 11, salendo più a sinistra per evitare delle cascatine! Tra l'assenza di protezioni e la continua difficolta della progressione ci a sembrato un itinerario impegnativo. Noi abbiamo usato una serie di friends fino il 3 Camalot, 12 rinvii e 3 chiodi, oltre cordini vari. Insomma 10 ore in parete, soddisfazione nella impresa e i mie più grandi complimenti ai creatori di una via cosi bella, nella valle dei sogni... Ripetuta il 19/09/2019. Santiago Padrós

03-08-2016 di Giuliana Steccanella
Bastava un Piumino - Dolomiti di Brenta

VIA: Bastava un Piumino
Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli hanno aperto una nuova via in Ambiez, decidiamo di andare a ripeterla. Così il 26 Luglio siamo alla base del Pilastro Canino identificato dagli apritori con una linea molto logica, una via dall'aspetto alpinistico lungo diedri/fessure con roccia buona e le soste rese sicure con gli spit. A parte il primo tiro con roccia delicata poi gli altri tiri che si susseguono sono tutti buoni, fessure da proteggere con friends fino al n.5. Ci accorgiamo che la è la prima ripetizione con Sergio Coltri, fieri della nostra età… in barba ai 3 giovanotti! Cogliere l'attimo!! Una via che consiglio da fare anche quando il tempo è incerto, in mezza giornata si riesce a portare a casa qualcosa nel sacco! Và comunque il merito agli apritori Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli, grazie a voi per questo piccolo capolavoro. Giuliana Steccanella

01-08-2016 di Michele Lucchini
Bastava un Piumino - Dolomiti di Brenta

VIA: Bastava un Piumino
Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/07/2016- la prima ce l'hanno soffiata due giorni prima Sergio Coltri e Giuliana Steccanella, mannaggia ;). Ma vabbè, prima on-sight per i due Tommasi. Baggianate a parte la via merita davvero, molto old-school: tutta diedri e fessure. Ci siamo ritrovati con i gradi proposti,e la via è ben attrezzata. 2 appunti sui tiri: lo zoccolo è facile ma bello smarso. il pilastro del secondo pare abbia deciso di stare lì. Terzo stupendo. Il quarto è il fessurone: arrivare agli spit non è banale ma ci si protegge con il 4 e il 5. ll quinto stupendo. ultimo: boulder duro di placca ma ben chiodato. roccia ottima ancora un attimo da ripulire, ma poca roba. Compliments ad Andrein e il Gian!!!!

03-08-2015 di Niccolò Antonello
Gente di Mare - Croda da Lago

VIA: Gente di Mare
Via bella e impegnativa. Concordo con i commenti precedenti. Friends a mio avviso indispensabili se non si vuole rischiare di farsi male (soprattutto su L3 e L4). Il tiro chiave è obbligatorio ma spittato S2. Gradi corretti: darei un meno al 6c del terzo tiro e un più al 6b del quarto tiro. Primo tiro scaldarsi bene le dita che il passo duro è subito all'inizio. Qualche foto su: themaivory.blogspot.com Ciao

20-07-2015 di luca genio
Via Africa - Sella

VIA: Via Africa
Via bellissima su roccia ottima. molto psicologica poichè difficile da proteggere. Merita una ripetizione. grazie agli apritori!

15-07-2015 di seba dezu
Via Cassin - Tre Cime di Lavaredo

VIA: Via Cassin
Stupenda salita, Cassin e Ratti sono stati due folli a salirla in quei anni!! leggendo le relazioni che si trovano su internet e sulla guida del Bernardi, noi abbiamo trovato molti meno chiodi, di cui affidabili molto pochi, e pochi spit datati! nei tiri in traverso provare a fare la libera con questa attrezzatura ci vuole veramente tanto pelo e livello!

07-07-2015 di francesco gherlenda
Primo Spigolo - Tofane

VIA: Primo Spigolo
05/07/2015 La via ha tutte le soste attrezzate a spit ma in questo modo prevede tiri più lunghi dell'originale. Consiglio di allungare i tiri finchè non si trovano gli spit, visto che ci sono. La discesa è stata interessata da una frana nel 2011 ma attualmente(non so da quanto) è percorribile con il medesimo percorso dell'originale, grazie a dei resinati che assicurano i tratti esposti. Perciò non fatevi fuorviare dai segni rossi che salgono verso Punta Marietta che non sono stati cancellati e che possono facilmente trarre in inganno. Lo scrivo perchè non ho trovato nessun commento sul ripristino, mentre sono in rete ancora tutte le vecchie notizie.

25-06-2015 di Alex Walpoth
Colonne d'Ercole - Civetta

VIA: Colonne d'Ercole
Grandissima via, la nostra più bella finora nelle Dolomiti. Siamo rimasti colpiti dalla roccia eccezzionale, l'ambiente selvaggio e la bellissima intuizione di Beber Baù e Tondini nel trovare la linea e creare una via protetta benissimo solo con chiodi normali (non va frainteso, ci sono molti passaggi difficili da eseguire parecchi metri sopra l'ultima protezione). Più informazioni sulla nostra ripetizione nell'articolo pubblicato a settembre 2014; come spesso mi sono venuti in mente ricordi di questa via e sentivo il bisogno di sottolineare un'altra volta la bellezza! Sono convinto che diventerà un punto di riferimento nelle Dolomiti, sono curioso chi saranno i prossimi ripetitori, conosco una cordata che ci pensa e magari si sta già preparando ;) Buona fortuna e bella scalata!

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock