Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowLegione Reale Truppe Leggere

Legione Reale Truppe Leggere - Punta Cusidore, Spigolo nord-ovest

Primi salitori: Francesco Lamo CAAI
Scheda via a cura di: E. Beber, C. Andreatta, G. Cagnati, 1 ottobre 1973
Area: Sardegna Gruppo: Supramonte Cima: Punta Cusidore, Spigolo nord-ovest Quota: 1147m Stato: Italia Regione: Sardegna

La via segue l’evidentissimo spigolo nord-ovest della Punta Cusidore (ben visibile dalla strada che da Oliena porta a Dorgali) ed è considerata una delle salite alpinistiche più classiche dell’intera Sardegna (se non la più classica in assoluto). Si snoda inizialmente lungo l’imponente pilastro iniziale, alla ricerca dei passaggi più facili e logici. Superate le alte creste, ben visibili sia da nord che da sud, affronta il pilastro terminale nel suo versante nord. L'arrampicata, dalle caratteristiche tipicamente dolomitiche, è sempre relativamente continua  e piacevole, con alcuni passaggi abbastanza impegnativi. Il percorso descritto è la combinazione tra il tracciato originale e alcune varianti. La roccia è davvero splendida e il paesaggio particolarmente caratteristico ed insolito rispetto allo standard alpino.

ACCESSO

Dalla strada provinciale che collega Oliena a Dorgali (Nu) girare a destra alla segnalazione per la Chiesa di Monserrata. Dopo poco, girare a sinistra e poi ancora a sinistra sino alla Funtana Iscàndula dove è consigliabile parcheggiare l’auto, avendo l’accortezza di non interferire con le proprietà locali. Proseguire a piedi per la strada sterrata, ora malridotta, e al primo bivio seguire verso destra, ora quasi in piano. Continuare lungamente, alla fine anche in salita, fino al grosso blocco di roccia (ben visibile dalla provinciale) denominato Preda 'e Littu. Spalle al masso e rivolti verso lo spigolo nord-ovest della Punta Cusidore, seguire la traccia debole a destra che sale verso lo spigolo in modo diretto. Dopo circa mezzora si intercetta il sentiero CAI che si segue fino alla base della via. L’attacco è contraddistinto dalla crestina sinistra che delimita un piccolo anfiteatro a semicerchio (evidente un chiodo lungo il diedrino del primo tiro; visibili anche 2 spit della via “L’ombra della mia mano”, che inizia nel lato destro dell’anfiteatro.). Ore 1.20 dall’auto.

ITINERARIO

1. Salire lungo la crestina, superare una bella fessura-diedro (ch.) e poi per rampe più facili sempre dritti alla sosta con un chiodo dove è possibile integrare con ottimo friend (50 m; IV+ e III+).
2. Continuare per roccette facili fino ad un albero, uscire verso destra e poi sempre dritti fino alla sosta su cengia (a destra di un grande blocco incastrato) con 2 spit (45 m; IV-).
3. Salire la placca sulla destra fino a un chiodo (non visibile dalla sosta), traversare obliquamente verso sinistra rinviando su un’altro chiodo (ottimi appigli per le mani, ma poco per  piedi) e poi superare direttamente una placca verticale (possibilità di integrare con 2 friend piccoli su fessura). Per belle placche raggiungere la sosta chiodata (50 m; V+).
4. Salire il diedrino a sinistra e poi continuare dritti per bellissimo diedro e poi placche altrettanto belle (arrampicata particolarmente elegante) fino alla sosta su pianta (50 m; V).
5. Salire sopra la sosta, obliquare logicamente verso destra per scalini e proseguire poi diritti fino alla sosta attrezzata (45 m; III+).
6. Salire la bella fessura sopra la sosta (ch.; possibile integrare con friend grande) e poi continuare verticalmente per fessura fino alla base di un diedro-camino sostando su spit (30 metri, V+).
7. Salire leggermente a destra e poi ritornare un po’ verso sinistra e salire l’impegnativo  diedro-camino di roccia ottima (1 bong e poi 2 chiodi sul tratto più impegnativo), uscendo a destra su placca inclinata. Sosta su spit appesi (25 m; V+).
8. Traversare delicatamente a sinistra, riprendendo così la continuazione del diedro-camino che poi si esaurisce su placche fessurate (clessidra). Seguire leggermente a destra e poi dritti (ch.) fino a sostare comodamente su chiodi (50 m; un passaggio di V+ iniziale e poi IV-IV+).
9. Continuare dritti sulla parte terminale destra del pilastro fino a caratteristica placca inclinata in cima al primo pilastro (spit; possibilità di effettuare sosta). Dalla successiva forcelletta, dopo una bella spaccata, superare una parete fessurata leggermente verso destra fino all’inizio di una stretta crestina (50 m, IV).
10. Seguire la crestina, con rocce un po’ rotte, fino alla base di una bella fessura, sostando a un leccio (50 m; III).
11. Salire l’elegante fessura (possibile usare facilmente friend medi) fino in cima all’ultimo pilastro (45 m; IV+). La parete terminale si presenta da questo punto abbastanza ostica e non offre molti punti deboli.
12. Seguire la cresta evidente (presenti alcuni spit e una corda che facilita la discesa finale) fino a una forcella alla base dell’ultimo pilastro (50 m, III).
13. Da questo punto l’ultimo risalto appare concedere dei punti più vulnerabili rispetto al punto di osservazione alla fine del tiro 11. Salire lo spigolo per rampe inclinate e poi seguire un diedro fino a due chiodi vicini (non proseguire fino al successivo chiodo dove sale la via dell’Amicizia dei fratelli Remy). Passare lo spigoletto verso sinistra e, traversando su lista ben ammanigliata, raggiungere la sosta chiodata (25 m; V-).
14. Traversare orizzontalmente a sinistra su gradino, salire qualche metro per fessura e raggiungere un chiodo (nascosto a sinistra e non visibile dalla sosta). Traversare orizzontalmente a sinistra su placche delicate e raggiungere un altro chiodo. Con traversata ancora verso sinistra (spaccata alla fine) si raggiunge una comoda sosta chiodata. (25 m; V+).
15. Salire verticalmente per il diedro soprastante fino ad entrare nel catino terminale dove si sosta su uno spit (25 m; IV+).
16. Salire il diedro sopra la sosta e poi obliquamente verso sinistra fino all’anticima e poi alla cima (50 m; IV e III).

DISCESA

Dalla cima scendere verso sud, seguendo evidenti ometti (alcuni passaggi di II). Dalla base della parete sud, seguire poi tracce (restando in quota) che conducono alla forcella di Sòvana e poi per sentiero fino alla base dello spigolo. Utilizzare il percorso impiegato per l’accesso fino a raggiungere l’auto. Almeno 2 ore.

MATERIALE

Due mezze corde da almeno 50 metri, 8 rinvii lunghi, qualche moschettone sciolto, cordini-fettucce, protezioni veloci (una serie di dadi, una serie di friend misure da 0.5 a 3 BD), martello e qualche chiodo, casco (non obbligatorio se non ci sono cordate sopra). Portare acqua a sufficienza.

NOTE

Prevedere almeno 6-7 ore per la salita, escluso avvicinamento e discesa.

TATTICA: Si consiglia di effettuare la salita nelle lunghe giornate primaverili o in alternativa in autunno, allo scopo di evitare le temperature più alte tipiche del periodo estivo (se si sale d’estate attaccare non più tardi delle 7.30 a.m.). Ad ogni buon conto si evidenzia che la via resta in ombra almeno fino a metà giornata (la parte terminale invece è sempre in ombra, in quanto esposta a nord). Una cordata che si muove con disinvoltura su questi terreni può impiegare 6 ore, ma in caso di incertezze sul percorso o rallentamenti vari si possono impiegare anche 8-10 ore. Prevedere quindi una giornata intera, considerando anche l’avvicinamento e la discesa. E’ consigliabile lasciare del materiale al punto d’attacco (acqua ad esempio), dal quale si ripassa in discesa.

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Guida Monti d'Italia CAI/TCI "Sardegna", di Maurizio Oviglia.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Legione Reale Truppe Leggere"

Nessun commento per l'itinerario Legione Reale Truppe Leggere

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

TD – (difficoltà d’insieme), obbligatorio (difficoltà massima)

DIFFICOLTÀ OBBLIGATORIA

V+

LUNGHEZZA DISLIVELLO

450 metri di dislivello, 650 circa di sviluppo

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario
Ti invitiamo a leggere ed accettare per continuare a usufruire dei nostri Servizi.

Condizioni utilizzo

Gentile utente,

ti informiamo che registrandoti al sito potrai usufruire di una sezione a te dedicata intitolata “Mercatino dell’usato”. Tale sezione si propone di mettere in contatto gli utenti che desiderano vendere, comprare o scambiare beni. Gli accordi stipulati tra gli utenti sono negoziati e conclusi privatamente e Mountain Network Srl (titolare del sito) non interviene in alcun modo nelle trattative. Mountain Network Srl offre la possibilità di effettuare le stesse tramite la propria piattaforma informatica, ma non ne è parte nè si assume alcuna responsabilità sugli oggetti venduti (es. prodotti danneggiati, smarriti, non consegnati, ecc).
L'utente, con la registrazione e con l’utilizzo del Servizio, dichiara di sollevare da ogni responsabilità la Mountain Network Srl per qualsiasi danno subito dall’utilizzazione dello stesso.
L’utente è consapevole che Mountain Network Srl non controlla la veridicità delle informazioni né ha un obbligo di sorveglianza in tal senso.

Qualora decidi di caricare testi, immagini ed ogni altro materiale coperto da copyright sul presente sito, ti impegna ad avere i relativi diritti da parte dell’autore degli stessi ed a manlevare Mountain Network Srl da eventuali pretese di risarcimento danni. Tutti gli altri segni distintivi utilizzati all’interno del sito appartengono ai rispettivi proprietari o licenziatari.
Nessuna parte del sito (compresi testi, immagini ed ogni altro contenuto multimediale) può essere riprodotta o ritrasmessa senza specifica autorizzazione scritta, se non per uso personale non trasferibile. L’utilizzo per qualsiasi fine non autorizzato è espressamente vietato dalla legge.

Ti ricordiamo che tutte le informazioni che potrai trovare all’interno del sito sono di natura puramente descrittiva e non devono essere intese come aventi carattere scientifico o strettamente tecnico (es. itinerari, trekking, consigli e tecniche, ecc ecc). Esse sono frutto di esperienze personali che gli utenti hanno avuto e che hanno deciso di condividere su tale piattaforma, essendo la condivisione lo spirito che anima gli utenti e che ispira il nostro lavoro. Per tale ragione, ogni utente che prosegue la navigazione all’interno del sito, dichiara di manlevare la Mountain Network S.r.l. in caso di danni a persone e/o cose derivanti dalle informazioni ricavate dallo stesso.

In ogni momento Mountain Network S.r.l. si riserva il diritto di sospendere tale servizio senza darne specifico avviso e senza che ciò costituisca violazione di obblighi.

                
 
            


AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock