Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowIl re del lago

Il re del lago - Cima Capi

Primi salitori: Mattia Bonanome, Fabio Della Casa 08/2014
Scheda via a cura di: Mattia Bonanome
Area: Prealpi Bresciane e Gardesane Gruppo: Valle del Sarca Cima: Cima Capi Stato: Italia Regione: Trentino - Alto Adige

Il nome è stato scelto in onore della falesia che la ospita (“La Regina del Lago”) alla quale evidentemente mancava ancora un “compagno”.

La via, aperta dal basso, corre lungo il margine orientale del crinale di Cima Capi quasi a volerne lambire lo spigolo.

Il percorso si snoda tra placche compatte e muri lavorati cercando la via di passaggio più solida e logica. Durante l’apertura abbiamo incontrato numerose tracce risalenti alla prima guerra mondiale (muretti a secco, placchette di ferro, fittoni, segni di passaggio e non ultima la scritta “Cervasoni” che noterete alla sosta del quinto tiro).

La qualità della roccia è ottima lungo tutto il tracciato, bisogna però prestare attenzione in L4 ad alcune scaglie.

Abbiamo cercato di testare e pulire ogni passaggio senza però modificare la natura della parete.

Ricordo che si tratta di un itinerario alpinistico ed in quanto tale va affrontato con la dovuta attenzione.

Le soste sono tutte attrezzate con cordone su albero o clessidra (alcune con maglia rapida, utile per la calata in doppia), presenti cordini in diverse clessidre di passaggio e qualche tratto è stato protetto con chiodi normali (al buon senso dei ripetitori non alterare le protezioni).

ACCESSO GENERALE

Da Riva del Garda seguire le indicazioni per Valle di Ledro fino a immettersi sulla S.S. 240. Si percorre una lunga galleria di alcuni km e all’altezza del bivio per Pregasina si posteggia nel grande spiazzo sulla sinistra. A piedi riportarsi verso l’imbocco della galleria appena percorsa e prendere l’ex Strada del Ponale sulla destra. Si continua in discesa percorrendo una galleria. Poco dopo imboccate il sentiero che sale al termine del muro in sassi, di fronte allo spiazzo sterrato sulla destra (percorso in foto).

ACCESSO

Seguire il sentiero fino a superare un tratto esposto (15 min). Poco dopo si arriva a un bivio contrassegnato dalla tabella “palestra”. Da qui, per il SETTORE A: salire a sinistra per circa 7-8 minuti sul sentiero ben marcato. Poco prima che spiani, prendere sulla sinistra delle roccette. In 2 minuti si giunge alla parete.

Dal parcheggio (bivio Pregasina) all’attacco del sentiero c.a. 10-15 min. Dall’inizio del sentiero all’attacco della via c.a. 30 min.

DISCESA

Vi sono varie alternative per la discesa. Qui riporto la più veloce e più pratica che conduce al punto di partenza.

Pochi metri sopra l’ultima sosta corre il sentiero della Ferrata “Fausto Susatti”. Imboccare il sentiero n°405 in discesa, superare il bivio per Riva del Garda e proseguire in direzione Biacesa (sentiero n°470). In 20 minuti incrocerete il trasferimento tra 2° e 3° tiro. Raggiungete la sosta del secondo tiro e con due CD (20m+32m) sarete l’attacco della via. Tempo totale di rientro 1h 30min circa.

Ai più allenati consiglio di proseguire l’ascesa lungo la ferrata fino a raggiungere Cima Capi, quindi raggiungere il Bivacco Arcioni tramite Ferrata “Mario Foletti” e rientrare da Biacesa: avrete concluso una giornata di sicura soddisfazione!

MATERIALE

Consigliate due mezze corde da 60 m, 10 rinvii, cordini, serie di nut e friend dal 0,4 al 3 (scala Balck Diamond).

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Il re del lago"

Nessun commento per l'itinerario Il re del lago

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

V - V+

LUNGHEZZA DISLIVELLO

180m

PDF

Il re del lago

LINK ZONA

Vai all'articolo

LINK

www.eof-dolomiti.it

RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra