Home page Planetmountain.com
Cresta Albertini al Colle delle Grandes Murailles: sulla placche dopo il ghiacciaio del Montabel
Fotografia di François Cazzanelli, Valter Cazzanelli
Cresta Albertini al Colle delle Grandes Murailles: Valter Cazzanelli sulla doppia di accesso alla cengia d'oro
Fotografia di François Cazzanelli, Valter Cazzanelli
Cresta Albertini al Colle delle Grandes Murailles: la cresta sotto il bivacco Camillotto
Fotografia di François Cazzanelli, Valter Cazzanelli
Al Colle delle Grandes Murailles dopo aver percorso la Cresta Albertini
Fotografia di François Cazzanelli, Valter Cazzanelli

La Cresta Albertini al Colle delle Grandes Murailles, Valtournenche

di

Alpinismo in Valtournenche: François Cazzanelli e Valter Cazzanelli presentano la relazione della splendida Cresta Albertini al Colle delle Grandes Murailles (3957 m), aperta dalla Guide del Cervino Gianni Albertini, Luigi Carrel e Jean Pellissier il 15 luglio 1937. Secondo François si tratta di una delle più belle salite della Valtournenche, a torto poco conosciuta.

Nella Valtournenche, quando si parla di arrampicata in alta montagna diventa generalmente naturale associarla a roccia marcia e poco sicura, comportando negli alpinisti una certa allergia nei confronti della nostra valle e delle sue cime. Tutto ciò è in gran parte vero: i nostri massicci non sono fatti di solido granito come quelli del Monte Bianco, ma anche la Valtournenche ha i suoi piccoli tesori di roccia sana. Uno di questi è la cresta Albertini che parte dalle morene tra il ghiacciaio dello Cherillon e quello del Montabel e spunta al colle delle Grandes Murailles a 3957 mt. Questa cresta, a nostro parere, è rimasta nell’ombra per anni ed è stata a torto poco considerata dagli alpinisti che si sono diretti in massa su salite ben più blasonate.

La causa può essere attribuita alla cattiva e imprecisa relazione pubblicata sulla guida alpinistica Buscaini e da alcuni incidenti accaduti purtroppo su questa via.

L’Albertini, come viene chiamata da noi valligiani, è stata percorsa per la prima volta da Luigi Carrel, Jean Pellissier assieme a Gianni Albertini il 15 luglio 1937 che passando per il Ghiacciaio del Montabel, si calarono attraverso un diedro sulla famosa "Cengia d’Oro" dove bivaccarono e il giorno seguente percorsero l’intera salita nello straordinario tempo di 13 ore! La Cengia D’Oro è il primo passaggio della via e attualmente la si raggiunge comodamente con una calata di pochi metri da una cengia superiore che parte direttamente dai pendii a base parete.

Dalla Cengia D’Oro, vi sono due possibilità di proseguire: la prima è il diedro Carrel protetto a fix ma con roccia pessima e la seconda è la variante di Jean Bich che con una lunghezza in traverso su roccia solida permette di raggiungere il filo dello sperone (anche questa variante è protetta a spit).

Jean Bich è stato autore anche di un’importante variante nella parte finale dove ha drizzato la via mantenendola su roccia sana restando su difficoltà contenute (1 tiro di 4+). Durante la prima salita Carrel, Pellissier e Albertini trovarono dei pioli di legno conficcati nella roccia, resti di un vecchio tentativo di fine ‘800 dei fratelli Maquignaz.

La via attualmente rimane poco ripetuta nonostante negli anni siano stati posti due comodi bivacchi per addolcirla. Il primo il Camilotto Pellissier 3200 mt si trova a metà via e permette di spezzare la salita. Il secondo, il Perelli 3900 mt, si trova all’uscita al colle delle Grandes Murailles ed è utile per coloro che intendono raggiungere la vetta della Dent D’Herens.

Negli anni per promuovere di più la via e sono state attrezzate anche una serie di calate che permettevano di ridiscendere a valle dal Camillotto. Questo è stato fatto per proporre agli alpinisti una bella ascensione in giornata. In seguito però si capì che queste calate erano scomode e poco pratiche e quindi caddero in disuso. L’itinerario non va assolutamente sottovalutato e per affrontarlo bisogna avere molto esperienza su terreno d’avventura in alta montagna.

Speriamo che con questa relazione anche questo itinerario, a noi molto caro, venga apprezzato e ripetuto più sovente. Ricordiamo a tutti i futuri ripetitori che questa via non va assolutamente sottovalutata, per poterla percorrere ci va una grande esperienza su tutti i terreni di alta montagna. Non è mai facile descrivere questo tipo di salite, speriamo che la nostra traccia vi possa aiutare il più possibile. Per ulteriori informazioni potete rivolgervi alla Società Guide del Cervino :

Via Circonvallazione 2
11021 Breuil Cervinia Valtournenche (Ao)
Telefono : + 39 0166 948169
Email : info@guidedelcervino.com

Valter e François Cazzanelli


SCHEDA: Cresta Albertini al Colle delle Grandes Murailles

Condividi questo articolo

NEWS / News correlate:
Valtournenche: due nuove cascate di ghiaccio per le Guide del Cervino
06.02.2017
Valtournenche: due nuove cascate di ghiaccio per le Guide del Cervino
Il 20 e il 21 gennaio 2017 François Cazzanelli, Francesco Ratti e Jules Pession (guide alpine della Società Guide del Cervino) hanno aperto 'Livello Inferiore' e 'Nuovi Orizzonti', due nuove linee di arrampicata su ghiaccio e misto nella Valtournenche. Il report di Francesco Ratti
Cicci, nuova via d'arrampicata in Val Ferret, Monte Bianco
04.07.2014
Cicci, nuova via d'arrampicata in Val Ferret, Monte Bianco
François Cazzanelli, Marco Bernardi e Marco Farina hanno aperto Cicci (7a+, 8 tiri), nuova via d'arrampicata in Val Ferret, massiccio del Monte Bianco.
Banana Sprint, nuova via di misto sulle Grandes Murailles per Cazzanelli e Ferraris
18.03.2014
Banana Sprint, nuova via di misto sulle Grandes Murailles per Cazzanelli e Ferraris
Il 14/03/2014 François Cazzanelli e Roberto Ferraris hanno aperto Banana sprint, una via di misto di 670m, dedicata a Simona Hosquet, sulla parete sud est delle Grandes Murailles (Alpi Pennine). Per l'uscita in vetta i primi salitoti hanno continuato lungo la via normale alla Punta Sella, aperta nel 1877 da G. Corona, J.B. Aymonod e C. Carrel, per poi uscire con una variante.
Cervino, Via Casarotto - Grassi al Pic Tyndall per Farina, Cazzanelli e Ferraris
26.11.2012
Cervino, Via Casarotto - Grassi al Pic Tyndall per Farina, Cazzanelli e Ferraris
Nel week-end del 17-18/11/2012 Marco Farina, François Cazzanelli e Roby Ferraris hanno effettuato una veloce e bella ripetizione della via aperta da Renato Casarotto e Gian Carlo Grassi nel 1983 sulla Parete Sud del Cervino che esce sul Pic Tyndall (ED / 1300mt ). Si tratta della probabile terza ripetizione della via dopo quella di Barmasse-Cazzanelli-Tamone nel Febbraio 1984 e di Hervé Barmasse nel 2000. Il report di Marco Farina.
Mont Greuvettaz, nuove vie di arrampicata nel gruppo del Monte Bianco
19.07.2012
Mont Greuvettaz, nuove vie di arrampicata nel gruppo del Monte Bianco
Durante l'estate 2011 e 2012 Marco Farina, Francois Cazzanelli, Elia Andreola e Rémy Maquignaz hanno aperto tre vie nuove sul versante est del Mont Greuvettaz (massiccio del Monte Bianco: le vie Centocinquanta (6a+ - 6a obbl. 460m), Mandorlita (6b+ - 6a obbl. 460m) e Tempest (6c+ - 6b obbl. 270m). Il racconto di Marco Farina.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria