Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowMariamata

Mariamata - Gola del Limarò, Giudicarie esteriori

Primi salitori: Nicola Cont, Martin Giovanazzi, Elio Mazzalai, Sebastiano Merz, Davide Miori 2021
Scheda via a cura di: Martin Giovanazzi
Area: Prealpi Bresciane e Gardesane Gruppo: Valle del Sarca Cima: Gola del Limarò, Giudicarie esteriori Stato: Italia Regione: Trentino - Alto Adige

Mariamata alla piramide Bondai nel Canyon del Limarò è stata aperta in stile classico cercando i punti deboli di quella parte di parete, rispecchiando un pò i gusti degli apritori: rustica e d’ingaggio. Queste sono le cose che bisogna tenere a mente per una ripetizione.

ACCESSO GENERALE

Da San Lorenzo in Banale (consigliato, più bello, breve e si evita il guado). Dal centro di San Lorenzo prendere per il campo sportivo e proseguire per località Deggia (presenti indicazioni) una strada asfaltata scende fino nei pressi di un'azienda agricola, prendere ora una strada sterrata che scende a destra fino a una pescicoltura (al bivio cartello "acquaviva"). Proseguire sull'unica stradina che supera un ponte e si inoltra in un bosco fino a una radura dove si parcheggia. La strada anche se sterrata è percorribile con qualunque veicolo e non ci sono divieti. Da qui un sentiero poco battuto conduce nella gola ai pedi della piramide Bondai. La via parte in corrispondenza di un grosso masso con alla base dei detriti, poco dopo la via Oblivion, Nome alla base e cordone con clessidra visibile dal basso.

ITINERARIO

L1: Dalla base della parete in corrispondenza di un grosso masso alzarsi qualche metro per facili rocce in direzione di una clessidra con cordone, superare poi passaggio delicato su placca verso sinistra e poi dritti verso la cengia con albero. (20 mt, VI , sosta su spit con cordone)

L2: Dalla sosta salire la facile placca che porta alla base di un tetto, poi piegare qualche metro a destra, rimontare il tetto verso sinistra su buone maniglie  portandosi  alla base del diedro(chiodo). Da qui percorrere il diedro con bella scalata sostenuta fin al suo termine (chiodo).
Dritti per rocce più facili e poi verso sinistra in direzione di un boschetto. (30 mt, VII+, 2 ch, sosta su spit con cordone)

L3: Dalla sosta traversare per boschetto verso sinistra 5 metri, poi dritti per facili rocce sino ad un albero morto. Da qui salire il diedro sino alla sosta. (25 mt, VI, 2 ch, sosta su spit)

L4: Dalla sosta alzarsi verso sinistra su facili rocce (chiodo), continuare dritti e poi leggermente a destra (chiodo) sino alla base di uno strapiombo (chiodo). Da qui alzarsi e percorre una bellissima fessura che verso destra  incide il grande tetto. Fessura aleatoria ma ben proteggibile che verso destra porta alla sosta alla base della placconata superiore. (30 mt, VI+, 3 ch, sosta su spit con cordone)

L5: Dalla sosta in traverso verso destra per qualche metro. Da qui visibile chiodo con cordone. Raggiungerlo con passaggio difficile su bella placca mantenendo la sua destra. Dritti poi sino a raggiungere una  lunga fessura intermittente(chiodo) che sale tenendo leggermente la sinistra. Con alcuni passaggi delicati portarsi alla base di un breve diedro strapiombante(chiodo) superarlo e puntare verso sinistra su difficile terreno friabile ad un lungo cordino viola e sostare (40 mt, VII+, 3 ch, sosta su spit con cordone)

L6: tiro di trasferimento su terreno erboso, prima verso destra per 7/8 metri fino ad un boschetto poi alzarsi dritti per un breve tratto e traversare  a sinistra  sino alla sosta. (20 mt, III, sosta su spit con cordone)

L7: dalla sosta alzarsi per qualche metro e superato un breve tratto in diedro, prendere poi la bella fessura(pianta all’inizio) che taglia trasversalmente verso sinistra  per una decina di metri poi dritti in direzione di un grosso tronco sino ad uscire per rocce facili sul bosco sommitale(25 mt, VI, sosta su albero)

DISCESA

In direzione opposta all’uscita della via camminare a mezzacosta per circa 100 metri poi in discesa sino a trovare evidente sentiero che affianca le pareti sommitali. In 10 minuti di discesa si raggiunge l’auto. Possibilità di calarsi in doppia lungo tutta la via, vedere schizzo.

MATERIALE

2 mezze corde da 60, serie completa BD dal 0,3 fino al 3, 2-3 microfriend, Chiodi e martello

NOTE

Un ringraziamento speciale va a Marco Tomaselli e Simone Navarini per averci aiutato a pulire e ultimare la via. Grazie anche a Matteo Pavana per gli scatti e la compagnia.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Mariamata"

Nessun commento per l'itinerario Mariamata

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

VII+ e VII obb, R2

VERSANTE

Ovest

LUNGHEZZA DISLIVELLO

200m

PDF

Mariamata

LINK ZONA

Vai all'articolo

RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós