Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowFalesia arrowSubiaco

Subiaco

Scheda a cura di: Domenico Intorre
Stato: Italia, Regione: Lazio, Località: Subiaco (Roma)

L’entroterra laziale a sud est di Roma è disseminato di pareti calcaree spesso già attrezzate ma in buona parte ancora da valorizzare. Potremmo disegnare un triangolo immaginario, che ha come vertice la capitale, ai lati le due autostrade e la base in Abruzzo, al suo interno sono racchiuse molte vecchie conoscenze (per esempio Pietrasecca, Petrella Liri, Castellafiume) ma anche molte novità attrezzate recentemente.

Con questo articolo vi parlerò di Subiaco, cittadina famosa per i suoi monasteri Benedettini letteralmente incastonati nelle pareti calcaree: per capire quanto la vallata sia ricca di pareti rocciose, è sufficiente ricordare che il Monastero di San Benedetto fu definito da Pio II come "il nido delle rondini", alcune purtroppo interdette all’arrampicata per ovvi motivi "religiosi". A tal proposito non si può non ricordare il celebre assalto alla parete del monastero di San Benedetto da parte di un gruppetto di scalatori romani capitanati da Stefano Finocchi. L’avventura fu stroncata sul nascere dall’ ra dei frati Benedettini, contrariati dalle inevitabili "improprietà di linguaggio" che seguivano ogni tentativo andato male....

In effetti il calcare della Valle dell’Aniene non è mai rimasto inosservato e già negli anni ottanta Stefano Finocchi ed Andrea Di Bari avevano attrezzato alcune vie al settore della "Piccola gemma" e sulla imponente "Parete del monastero"; qualche anno più tardi sempre per opera di Finocchi e Gambineri, nacque il settore "La galleria" recentemente rivalorizzato da Marco Nescatelli. Era il 1990 quando Andrea Gallo, riferendosi a Finocchi e Di Bari, scriveva su I luoghi della libera "… già da qualche tempo gli estimatoti della Valle dell’Aniene hanno rivolto altrove le loro attenzioni. La valle mantiene così la sua quiete, aspettando che qualcun altro la riscopra". In effetti la Valle ha dovuto attendere per quasi vent’ anni prima che qualcuno si interessasse nuovamente alle sue rocce, per l’esattezza fino al 2005 quando, con Tonio Pettinella, abbiamo iniziato ad attrezzare il settore "Le scalette", un bel muro a canne a poche decine di metri dal fiume Aniene.


Più recente la nascita del settore "La segheria", per mano di Gianluca Mazzacano, Cesare Giuliani e del sottoscritto. Forse a causa di un aspetto meno invitante, per molto tempo questo muro compatto è rimasto ignorato, ma alla fine ci siamo lasciati convincere dalla sua esposizione favorevole: da queste parti in estate può fare molto caldo ed una falesia in ombra al pomeriggio è merce preziosa! Alla Segheria si scala su due ampie cenge; non è indispensabile legarsi ma occorre prestare molta attenzione. Sicuramente non adatto alle famiglie con bambini.

ACCESSO

Da Subiaco seguire la SS411 Sublacense in direzione di Altipiani di Arcinazzo. Dopo circa un chilometro si giunge ad un bivio e si prosegue a sinistra sulla via dei Monasteri in direzione di Jenne, percorse poche centinaia di metri svoltare a destra per una stradina asfaltata che scende verso il fiume. Il settore “Le scalette” è il primo che si incontra, ben visibile dalla strada. Il sentiero inizia con una caratteristica scalinata in cemento al termine della quale si segue una traccia verso destra ed in pochi minuti si arriva alla falesia. Per il settore “La segheria” proseguire in macchina per altri 500 metri, non sono richieste particolari doti di orientamento, la falesia è praticamente sulla strada.

ARRAMPICATA

Calcare a canne e buchi prevalentemente strapiombante al settore “Le scalette”, poche le vie tecniche. Arrampicata old style su muri leggermente strapiombanti al settore “La segheria”.

NOTE

Per info sugli orari di apertura del centro sportivo Vivere l’Aniene visitate il sito: viverelaniene.altervista.org

Palestra di arrampicata indoor
Rock & Walls Lanciani Climbing - Arrampicata a Roma nella parete indoor: una muro esterno di circa 90 mq, una sala interna a tunnel lunga 35 mt ed una saletta con Pan Güllich, travi e macchina per le trazioni.
Vai alla scheda

Condividi questo articolo

Scheda / falesia
SETTORI
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

L’esposizione è l’unica nota stonata del settore “Le scalette”: il sole gioca un brutto scherzo passando alto sopra la collina di fronte alla falesia in estate e rimanendo nascosto da questa in inverno. Condizioni decenti solo in primavera ed autunno. “La segheria” al contrario rimane in ombra al pomeriggio, ottima soluzione per i pomeriggi estivi. In caso di pioggia è possibile scalare al settore “Le Scalette”, in alternativa potete approfittare di una sala boulder ospitata all’interno del centro sportivo “Vivere l’Aniene”.

MATERIALE

Attrezzatura: generosa a fittoni resinati inox.

TIPO ROCCIA

Calcare

RICERCA falesie

REGIONE

Nome falesia

Altre falesie in Lazio
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós