Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowFalesia arrowAmiata

Amiata

Scheda a cura di: Federico Schlatter
Stato: Italia, Regione: Toscana

Il toponimo Amiata deriva molto probabilmente dal latino “Ad meata” cioè “Alle Sorgenti” oppure secondo altre fonti da Mons Tuniatus (poi Montuniata) il monte di Tunia la massiama divinità etrusca. Comunque sia questo vulcano dormiente di 1738 s.l.m. interamente ricoperto di boschi rigogliosi di castagno e faggio, ricco di fauna, acque sorgive e bella gente è sicuramente un luogo se non sacro, magico e sicuramente fragile.

I suoi massi trachitici ben nascosti un pò ovunque sulle pendici del vulcano sono da tempo famosi nel mondo dell’arrampicata sia per la loro qualità che per la quantità, e attulamente la zona conta circa 200 boulder. Meno conosciuta è la presenza di alcune strutture più elevate attrezzate per l’arrampicata sportiva e anche se ci sono circa 150 vie sportive sviluppate soprattutto da Bengio Chiesi, in realtà il vaso di pandora è recentemente appena dischiuso da due dei suoi più psicotici frequentatori (da me e Michele Caminati) che hanno trovato qui è un ottimo terreno di gioco per l’arrampicata clean o trad che dir si voglia. Unico sopratutto nel centro Italia...

La roccia vulcanica dell’amiata proprio per la sua morfologia ricca di fessure e buchi la rende meravigliosamente adatta a questo tipo di arrampicata dove friend e sopratutto tricams la fanno da padrone, occhio solo alla fragilità delle strutture quali lame e tafoni.. Le strutture adatte sono sparse un pò ovunque. I castagneti che le racchiudono sono spesso privati ma accessibili (solo nel periodo della castagnatura sono off-limits) se percorsi nel massimo rispetto, lasciandoli meglio di come si trovano. Solo una minima parte delle possibili linee è stata per ora pulita e ripetuta. E’ anche possibile ripetere quasi tutti i precedenti itinerari sportivi (dal 4 all’ 7c/8a) in questa ottica. Gli arrampicatori locali si stanno dimostrando molto sensibili a questo approccio con ottimi risultati, vista l’unicità del luogo.

ACCESSO

L’Amiata siede all’incrocio tra la Maremma la val d’Orcia, la val di Chiana ed il lago di Bolsena. E’ facilmente accessibile dall’A1 uscendo a Chiusi o dalla Siena/Grosseto per chi viene da nord oppure dalla Cassia o Aurelia da sud.

ARRAMPICATA

Le aree di maggiore interesse sono quelle del Catarcione e Sasso di Dante ad Abbadia San Salvatore o quelle del Sasso Corbaio a Santa Fiora, e soprattutto della Chiesina a Castel del Piano dove sono nate le prime linee esclusivamente clean.

NOTE

Come detto in questi bellissimi boschi si entra e si esce in punta di piedi e rispettosi dell’ambiente, l’ottica con cui si sta cercando di sviluppare l’arrampicata qui più che trad è clean, nessun segno del passaggio che implica discese a piedi o su alberi nessuna traccia sulla parete se non la ripulitura da muschi e licheni (le linee sono nuove e quindi ancora polverose). Qui si prediligono la ricerca creativa, l’avventura e l’ignoto al gesto sportivo. Tutto per preservare ai futuri frequentatori il divertimento e lo stupore di cui hanno goduto tutti coloro che li hanno preceduti.

Condividi questo articolo

Scheda / falesia
SETTORI
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

CORDA

Corda da 70m

DIFFICOLTÀ

4+ - 7b (E6 6c)

TIPO ROCCIA

Trachite

RICERCA falesie

REGIONE

Nome falesia

Altre falesie in Toscana
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós