Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie in Dolomiti arrowPilastro di Mezzo

Pilastro di Mezzo

Primi salitori: Reinhold Messner & Günther Messner 6&7/07/1968
Scheda a cura di: Planetmountain
Area: Dolomiti, Gruppo: Sass de la Crusc, Cima: Sass de la Crusc, Quota: 2825m, Stato: Italia, Regione: Alto Adige

Bella via, su roccia sana, specie nella parte alta dell’itinerario.Interamente attrezzata, la Messner fu considerata per anni una delle più difficili vie delle Dolomiti. Heinz Mariacher la ripercorse aprendo una variante di una decina di metri.

ACCESSO GENERALE

Le possibilità d’accesso alla Val Badia sono molte:
1. Dall’ A22 fino al casello di Bressanone, poi si prende la SS49 della Val Pusteria fino a S.Lorenzo e poi la statale SS244 della Val Badia sino a Corvara.
2. Dall’A22 fino al casello di Chiusa poi si prende la SS242 della Val Gardena, di qui verso il Passo Gardena e poi Corvara.
3. Dall’autostrada A27 fino a Ponte nelle Alpi, poi per la SS203 dell'Agordino, Caprile, Arabba, Passo Campolongo sino a raggiungere Corvara.
4 Dall’ autostrada A27 fino all'uscita di Belluno, SS51 per Cortina d'Ampezzo, Passo Falzarego, Passo Valparola e Alta BadiaUna volta raggiunta Corvara, si seguono le indicazioni per La Villa - Pedraces. Appena entrati nell’abitato di Pedraces si incontrano sulla destra gli impianti di risalita che comodamente conducono all’ospizio di Santa Croce, da dove parte il sentiero che conduce alla base delle pareti.

ACCESSO

Dall’Ospizio (2045m), posto ai piedi del Sass dla Crusc, si segue il sentiero che conduce alla ferrata (n°7). Giunti ai piedi del Pilastro di mezzo si abbandona il sentiero e prima per prati poi lungo ghiaioni e gradoni posti alla base della parete, si giunge all’attacco della via.

DISCESA

Dall’uscita della via si segue la cresta e il sentiero che scende verso destra (Sud), sino a raggiungere la Furcla dla Crusc 2609m dove si incontrano i primi tratti attrezzati della ferrata che si segue sino ad incrociare il sentiero che riconduce all’Ospizio. (1,30 ore)

MATERIALE

Normale dotazione alpinistica.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Pilastro di Mezzo"

03-09-2009, Stefano Gavagna
Bella via. Incredibile immedesimarsi nell'apritore. Usato la relazione di Rabanser che è fatta molto bene (a parte i gradi a mio parere un po' strettini, ma era immaginabile). Raggiunto l'attacco facendo la prima parte del Mayerl, sulla cengia si cammina tranquillamente.
11-09-2006,
Bellissima ed impegnativa; pochi chiodi in posto, in particolare sul tiro della "Placca Messner" mancano alcuni chiodi ed uno mi è rimasto in mano sul traverso. Molto continuo l'ultimo tiro. Accesso alla cengia mediante la prima parte della diretta al grande muro.
11-09-2006,
Bellissima ed impegnativa; pochi chiodi in posto, in particolare sul tiro della "Placca Messner" mancano alcuni chiodi ed uno mi è rimasto in mano sul traverso. Molto continuo l'ultimo tiro. Accesso alla cengia mediante la prima parte della diretta al grande muro.
06-08-2006, antonio antonio
Capolavoro del mitico messner.Via molto impegnativa e poco chiodata.Variante con traverso strano su una piccola lista per piedi,molto caratteristico.sempre impegnativa in ogni tiro. Per arrivare all'attacco del pilastro saliti dalla gabloner:roccia semplicemente squallida!!!
28-03-2005, saverio DE TOFFOL
da povero arrampicatore della domenica ho rinviato quello che c'era da rinviare...e non e' che ci fosse poi molto!
28-03-2005, saverio DE TOFFOL
da povero arrampicatore della domenica ho rinviato quello che c'era da rinviare...e non e' che ci fosse poi molto!
15-03-2005, marco simionato
fatta due volte metà '80, solo la parte alta. Il tiro ad U della variante Mariacher non ricordo abbia dato problemi di attrito. Poi dipende da quanto si rinvia sul tiro, immagino.Un'alternativa simpatica per la parte superiore consiste nel salire il Gran Muro (o qualche altra via) e poi scendere con due doppie per la Kofler Gabloner all'attacco del Pilastro di Mezzo.
18-01-2005, saverio DE TOFFOL
Grande Messner! L'ultimo tiro per me' e' un buon 6+.Dinoia nella sua relazione dice di fare il 3° tiro sopra la cengia includendo il passo chiave della var.Mariacher la quale fa' un giro a U arrivando a fare sosta sopra l' uscita della famosa placca Messner,il che provocherebbe un attrito allucinante!Mi piacerebbe sapere come ha fatto a stimare di 7+ tale placca Dinoia.Pareti sarebbe meglio che si astenesse di pubblicare monografie cosi' superficiali.
05-11-2004, Geremia
Via questi spiti!Veramente un oltraggio al buon sensoGeremia
07-09-2004, Sergio Teresi
facendo i tiri del Mayerl fino alla cengia la via diventa più continua e ne guadagna in qualità della roccia; la 2^ parte della Messner è una linea da "inchino" verso il grande maestro; io ho fatto la variante Mariacher e devo dire che non è così semplice; il diedrino prima della variante è un robustissimo 7, direi tosto. Il tiro dopo la variante (o il passaggio originale) è sottovalutato: meglio il 6* proposto da buon Dinoia. Anche l'ultimo tiro, la fessura, non è così semplice come potrebbe sembrare dal grado. Unico neo, gli spit sulle ultime 2 soste: mi è sembrato un insulto all'etica degli apritori e tra l'altro non necessari!
02-08-2004, marco bozzetta bozzetta
Che dire di una via simile? Ma voi ve lo immaginate Reinold dotato di scarponi su quelle placche con quella esposizione? Con tutte le vie classiche che ho fatto, vi posso garantire che questa è un altra cosa, non solo per le difficoltà, ma per la linea e per il coraggio richiesto ai primi salitori per affrontarla. Attenzione alla corda fissa che immette all'inizio dei tiri duri, andrebbe sostituita. Provare per credere...
21-10-2003, di Marino Diego
Concordo con i commenti precedenti: consiglio di salire la prima metà del diedro mayrl, poi taversare a sinistra per prendere la parte alta del pilastro di mezzo.
18-09-2003, Alberto S.
la relazione che c'è in questo sito è un pò grossolana, se ne accorgerà chi andrà a farla. Io l'ho fatta per intero e secondo me la roccia nella parte alta è ottima, ma nella parte bassa è alquanto friabile e pericolosa.Penso che questo andrebbe specificato, anche perchè non è un giudizio solo mio.Roccia più friabile l'ho trovata solo sul Latemar.La chiodatura sopra è molto buona.Sempre secondo me:il primo tiro sopra la cengia mediana è 4e5, il secondo 6,A0,5+,il terzo è 7(A0),6,7-. Da buttare via sia le relazioni che l'articolo sul Sass dla Crusc di Pareti.Meglio l'articolo di 10 anni fa sulla RdM o la vecchia Dinoia.Per concludere:la parte alta l'ho fatta 3 volte, la parte bassa mi è bastata una volta.Ciao, Alberto.
01-09-2003, Nicola Tondini
Via bella e significativa. Consiglierei di fare la prima parte del diedro Mayerl, traversare in cengia e fare l'ultima parte del Pilastro di mezzo (sono i tiri più difficili ma quelli più belli)
Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

DIFFICOLTÀ

8 (7 la variante Mariacher)

DIFFICOLTÀ OBBLIGATORIA

6 A1

VERSANTE

Ovest

LUNGHEZZA DISLIVELLO

500m

VOTA / itinerario
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / itinerario
Ti invitiamo a leggere ed accettare per continuare a usufruire dei nostri Servizi.

Condizioni utilizzo

Gentile utente,

ti informiamo che registrandoti al sito potrai usufruire di una sezione a te dedicata intitolata “Mercatino dell’usato”. Tale sezione si propone di mettere in contatto gli utenti che desiderano vendere, comprare o scambiare beni. Gli accordi stipulati tra gli utenti sono negoziati e conclusi privatamente e Mountain Network Srl (titolare del sito) non interviene in alcun modo nelle trattative. Mountain Network Srl offre la possibilità di effettuare le stesse tramite la propria piattaforma informatica, ma non ne è parte nè si assume alcuna responsabilità sugli oggetti venduti (es. prodotti danneggiati, smarriti, non consegnati, ecc).
L'utente, con la registrazione e con l’utilizzo del Servizio, dichiara di sollevare da ogni responsabilità la Mountain Network Srl per qualsiasi danno subito dall’utilizzazione dello stesso.
L’utente è consapevole che Mountain Network Srl non controlla la veridicità delle informazioni né ha un obbligo di sorveglianza in tal senso.

Qualora decidi di caricare testi, immagini ed ogni altro materiale coperto da copyright sul presente sito, ti impegna ad avere i relativi diritti da parte dell’autore degli stessi ed a manlevare Mountain Network Srl da eventuali pretese di risarcimento danni. Tutti gli altri segni distintivi utilizzati all’interno del sito appartengono ai rispettivi proprietari o licenziatari.
Nessuna parte del sito (compresi testi, immagini ed ogni altro contenuto multimediale) può essere riprodotta o ritrasmessa senza specifica autorizzazione scritta, se non per uso personale non trasferibile. L’utilizzo per qualsiasi fine non autorizzato è espressamente vietato dalla legge.

Ti ricordiamo che tutte le informazioni che potrai trovare all’interno del sito sono di natura puramente descrittiva e non devono essere intese come aventi carattere scientifico o strettamente tecnico (es. itinerari, trekking, consigli e tecniche, ecc ecc). Esse sono frutto di esperienze personali che gli utenti hanno avuto e che hanno deciso di condividere su tale piattaforma, essendo la condivisione lo spirito che anima gli utenti e che ispira il nostro lavoro. Per tale ragione, ogni utente che prosegue la navigazione all’interno del sito, dichiara di manlevare la Mountain Network S.r.l. in caso di danni a persone e/o cose derivanti dalle informazioni ricavate dallo stesso.

In ogni momento Mountain Network S.r.l. si riserva il diritto di sospendere tale servizio senza darne specifico avviso e senza che ciò costituisca violazione di obblighi.

                
 
            


AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria