Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowFalesia arrowGorges du Tarn

Gorges du Tarn

Scheda a cura di: Luca Loreggian, foto di Simon Carter
Stato: Francia, Regione: Languedoc-Roussillon, Località: Millau (Languedoc-Roussillon)

Guidiamo da Millau verso Le Rozier, passiamo prima accanto a fattorie e campi, poi si entra nelle gorges e la strada corre parallela al torrente Tarn. La strada serpeggia e le rocce non compaiono, con il naso incollato ai finestrini si cerca i paretoni visti in foto, riviste e video, ma la vegetazione rigogliosa e selvaggia da una parte e il fiume Tarn dall’altra fanno da padroni.

Questa è solo l’impressione iniziale: se les Gorges iniziano subito dopo il paesino di Le Rozier, per il Tarn da scalare bisogna aspettare la cittadina di Les Vignes; è da allora che pareti di 70-80 metri dominano sulla natura e la vista ripaga da sola il viaggio.

Le pareti del Tarn sorgono sul lato sinistro del fiume, muraglie che sembrano fortezze, strapiombi, pance e bombè giganteschi di calcare giallo-arancione solcato talvolta da colate nere e blu del manganese. Il Tarn non si lascia osservare interamente nella sua grandezza, i settori vanno cercati e per passare da uno all’altro si cammina per centinaia di metri, qui si respira l’aria di un ambiente incontaminato, tipico di luoghi ancora vergini e poco frequentati, almeno dagli scalatori. La roccia è senza fine: quattrocento vie spalmate su cinque settori ancora in via di sviluppo e con un potenziale grandissimo.

L’arrampicata e l’ambiente sono indimenticabili, Ivan Sorro, Pierre Rouzo, Olivier Obin, Raphael Storbecher e Laurent Triay sono i nomi che dobbiamo ringraziare, sono loro i principali autori, ispirati nel rispetto della roccia e dell’ambiente.

ACCESSO

Le Gorges du Tarn sono situate nel sud della Francia, nella regione del Languedoc a nord di Montpellier e a 20 km da Millau. Si raggiungono, dall’ Italia, dal confine di Ventimiglia proseguendo sull’autostrada che passa per Aix en Provence e Montpellier. Il costoso viadotto che collega Millau e Montpellier rappresenta un capolavoro di arte industriale e impresa ingegneristica; sette piloni, cavi e tiranti sottili come spilli sostengono 2,5 km di strada. Tuttavia se non si vuole pagare il pesante pedaggio richiesto si può sempre scegliere la vecchia statale da La Cavaliere in poi.

ARRAMPICATA

La roccia del Tarn, lavorata nei secoli dagli elementi, varia anche radicalmente di settore in settore, dettando lo stile della scalata: movimenti esplosivi, resistenza, tiri tecnici e tiri più intuitivi. Ogni voglia può essere soddisfatta e il comune denominatore è “engagement”, qui le catene vanno conquistate (ricordate di portare un rinvio perché sono tutte sprovviste di moschettone di sosta). Ci sono vie per ogni livello dal 5 all’8c anche se il grado medio resta comunque relativamente alto.

Le falesie sono facilmente raggiungibili a piedi lasciando la macchina nelle aree di sosta o nei piccoli parcheggi a bordo strada, seguendo i sentieri sulla sinistra.
1. Fontaneilles, prima falesia dopo Millau entrando nella vallata del Tarn
2. Rocher de la Muse, ideale per i giorni di pioggia
3. Le Gymnaze, da qui in poi siamo nel cuore del Tarn, costituita da 5 settori
4. Les Baumes Basses
5. Le Cirque des Baumes, la prima falesia ad andare all’ombra
6. L’Entre Deux, settore Gullich escluso, offre molti tiri facili e belli
7. Les Baumes Hautes, 5 settori perfetti per scalare nelle ore mattutine e serali, l’Oasif è il settore giusto per chi cerca l’arrampicata atletica di resistenza e i lunghi run-out in catena.

LOGISTICA

La zona è abbastanza frequentata dai francesi nei weekend e dagli appassionati di canoa, quindi abbondano campeggi (quasi tutti attrezzati anche per il noleggio di canoe) e gites tra cui consigliata Gitè d’etape Les Fleurines, situata sopra il paese de Le Vignes a pochi minuti dalle falesie (tel.0033 0466488101). Per chi volesse si consigliano i campeggi vicini a La Malene e soprattutto a Le Vignes, cioè i più comodi per raggiungere le pareti, per altre info consultate il sito dell’ufficio del turismo (www.ot-gorgesdutarn.com).

NOTE

L’arrampicata non è l’unica attività praticabile e soprattutto non è la principale, quasi tutti i campeggi offrono la possibilità di affitto di canoe e servizi di recupero con bus-navetta a fine escursione, il fiume apparentemente docile sembrerebbe un’ottima occasione per le giornate di scarico e per avventure diverse dal solito. Infine non perdete l’occasione di una rapida visita a Roquefort, qui si trasforma il latte di pecora nel più famoso formaggio blu di Francia, venature di muffa verde-azzurra rendono il Roquefort uno dei formaggi più nobili, mangiatene molto e portatene a casa!

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Le Tarn. Comprate la guida, parteciperete a sovvenzionare crescita e sviluppo di questa valle, se questo motivo per voi non fosse sufficiente fatelo perché è l’unico strumento a disposizione per orientarsi, non esistono indicazioni in internet e sulle pareti compare solo ogni tanto qualche nome. Potrete acquistare la guida quasi ovunque, negozi di souvenir compresi oppure online: www.topo-tarn-jonte-dourbie.info

Condividi questo articolo

COMMENTI per la falesia "Gorges du Tarn"

Nessun commento per la falesia Gorges du Tarn

Scheda / falesia
SETTORI
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

Il periodo migliore per godere al 100% del luogo sono le mezze stagioni, primavera e inizio autunno. Tuttavia è possibile scalare anche in estate date le molteplici esposizioni a patto di evitare le falesie completamente esposte a sud. Nei giorni piovosi potrete scegliere se arrampicare a “Le Grand Toit”, cioè il principale settore della falesia “le Gymnaze”, o visitare la sala di arrampicata di Millau, altrimenti scappare a Montpellier. Millau è molto piccola e oltre qualche Patisserie non offre, a nostro parere, molte possibilità di svago.

ALTEZZA

80m

CORDA

Corda da 80m

DIFFICOLTÀ

5a - 8c

TIPO ROCCIA

Calcare

LINK

onsight.com.au

NUMERO VIE

400

VOTA / falesia
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / falesia

AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA falesie

REGIONE

Nome falesia

Altre falesie in Languedoc-Roussillon
EXPO / Prodotti
Climbing Technology # Click Up
Click Up
Kong # K.K.L. - Kong Klettersteig Light
K.K.L. - Kong Klettersteig Light
Grivel # Plume Nut K3N screw lock
Plume Nut K3N screw lock
Ferrino # Radical 30
Radical 30
adidas # Terrex Scope GTX Uomo
Terrex Scope GTX Uomo
Ortovox # Ortovox 3+
Ortovox 3+
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • La beffa
    Portare Camalot dal 0.3 fino al #1, anche qualche stopper. L ...
    2014-07-18 / Luciano Calvelo
  • Spigolo Ovest - Wiessner - Kees
    Percorsa nel 1978, ma la ricordo perfettamente. Via all'alte ...
    2014-07-13 / renzo%20 Bragantini
  • Spigolo Nord Ovest
    Ripetuta qualche anno fa. Salita magnifica in ambiente stupe ...
    2014-07-12 / renzo%20 Bragantini
  • Spitagoras
    Bella via su roccia da buona ad ottima. Chiodatura da via al ...
    2014-07-07 / Niccol%C3%B2 Antonello