Home page Planetmountain.com
Adam Ondra vince il Campionato del Mondo Boulder 2014
Fotografia di © Julian Bückers / julian-bueckers.de
Juliane Wurm vince il Campionato del Mondo Boulder 2014
Fotografia di © Julian Bückers / julian-bueckers.de
Tutti i finalisti: Jan Hojer, Juliane Wurm, Adam Ondra, Akiyo Noguchi, Dmitrii Sharafutdinov, Shauna Coxsey, Tsukuru Hori, Michaela Tracy, Guillaume Glairon Modet, Alex Puccio, Jernej Kruder, Melissa Le Neve
Fotografia di © Julian Bückers / julian-bueckers.de
Il podio maschile dei Campionati del Mondo Boulder 2014: Jernej Kruder (argento), Adam Ondra (oro), Jan Hojer (bronzo)
Fotografia di © Julian Bückers / julian-bueckers.de
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Adam Ondra e Juliane Wurm Campioni del Mondo Boulder!

di

Questa sera a Monaco Adam Ondra e Juliane Wurm hanno vinto il Campionato del Mondo Boulder 2014. Argento per Jernej Kruder e Alex Puccio, bronzo per Jan Hojer e Akiyo Noguchi.

6000 persone hanno appena visto una gara che non avrebbe potuto essere più emozionante. Alla fine l’hanno spuntata, proprio sull’ultimo boulder, il ceco Adam Ondra e la tedesca Juliane Wurm. Sono loro i nuovi Campioni del Mondo Boulder!

Sarebbe stato difficile scrivere un copione più emozionante per la finale di questo Campionato del Mondo Boulder. Dopo aver combattuto nella Semifinale questa mattina, 12 atleti si sono preparati per la resa dei conti a Monaco questa sera. Dodici dei migliori atleti in assoluto che avevano eliminato favoriti come Kilian Fischhuber, Sean McColl, Yulia Abramchuk e Mina Markovic per citarne solo quattro che non sono riusciti a qualificarsi per quest'ultimo round. Sei atleti e sei atlete, guidati dalla tedesca Juliane Wurm, il suo compagno di squadra Jan Hojer e il Ceco Adam Ondra che avevano gettato le basi nella semifinale per qualificarsi in prima posizione provvisoria.

L'idea di un doppio oro per la Germania, a casa sua, è ovviamente piaciuta non poco agli spettatori e sin dai primi momenti di gara questa supremazia teutonica sembrava incredibilmente reale: mentre lo sloveno Jernej Kruder, il francese Guillaume Glairon Modet, il giapponese Tsukuru Hori e il russo Dmitrii Sharafutdinov hanno tutti fallito sul primo blocco, Ondra e Hojer l'hanno chiuso al primo colpo, facendo capire chiaramente le loro intenzioni. Hojer si è poi persino portato in vantaggio, chiudendo blocco #2 al primo colpo mentre Ondra è rimasto indietro, chiudendolo dopo 8 tentativi, molte di più di quelle impiegate da Kruder e Glairon Modet che così facendo sono rimasti saldamente nel gioco.

Questi due tra l'altro hanno chiuso il blocco #3 davvero velocemente, come d'altronde anche il campione del mondo in carica Sharafutdinov, e così quando Ondra è salito sul palco sapeva di dover recuperare non poco per mantenere in vita il sogno di aggiungere questo titolo alla sua lunga lista di vittorie, che comprendono già la Coppa del Mondo Lead e la Coppa del Mondo Boulder. Ma il terzo boulder – una parete verticale con un lancio a due svasi da una tacca inesistente - si è rivelato un incubo per Ondra che solo grazie alla sua grinta è riuscito ad arrivare in cima al quinto tentativo. Lo stesso valeva per Hojer pochi istanti più tardi: mentre lottava e lottava e... lottava, i secondi passavano. Ma il vincitore della Coppa del Mondo Boulder 2014 non è uno da arrendersi facilmente, e con soli 2 secondi a disposizione ha finalmente sbloccato la sequenza e chiuso al 10° tentativo. Il che significava che Hojer aveva chiuso 3 boulder in 12 tentativi, mentre Ondra aveva chiuso 3 in 14. La finale sarebbe dunque stata decisa sull'ultimo boulder!

E mentre tutti gli occhi erano puntati sulla battaglia tra questi due, Kruder ha quasi rubato la scena chiudendo il blocco #4 al quarto tentativo. D'un tratto questa dimostrazione di potenza pura l'ha proiettato al primo posto provvisorio e messo Ondra e Hojer sotto una pressione immensa: se volevano vincere, dovevano per forza risolvere l'ultimo blocco. E risolverlo è esattamente quello che ha fatto Ondra, al secondo tentativo! Gioia pura! Ma non era ancora finita, perché Hojer doveva ancora gareggiare e aveva tra l'altro un margine di 4 tentativi, quindi la vittoria era ancora alla sua portata. Lo sapeva bene. E ha arrampicato con calma, nonostante l'immensa pressione, esattamente nello stesso momento in cui sua compagna di squadra Juliane Wurm ha conquistato il suo primo titolo mondiale. Il tempismo non poteva essere migliore per tutti, i due tedeschi più forti di sempre, sull'ultimo boulder, contemporaneamente per il titolo mondiale. Per un attimo sembrava che le stelle si fossero allineate. Doppio oro per la Germania. Doppio oro... Ma non era così Il blocco #4 ha avuto la meglio, improvvisamente il tempo è scaduto. Ondra era il Campione del Mondo mentre Hojer, che non è riuscito su quest'ultimo ostacolo, è stato sorpassato da Kruder che con la sua migliore prestazione di sempre in gara si è preso la medaglia d'argento.

Parlando delle migliori prestazioni in assoluto... Dopo innumerevoli secondi e terzi posti in questi ultimi anni, la tedesca Juliane Wurm ha trovato la strada per la vittoria solo a metà stagione 2013. E pur vincendo soltanto una volta nel 2014, è comunque sempre stata una temibile avversaria da non sottovalutare. La sua terza vittoria non avrebbe potuto essere più importante: è lei la Campionessa del Mondo Boulder, e meritatamente! Wurm si era qualificata per la finale in prima posizione provvisoria e con lei in finale c'erano la rivelazione di questo campionato, l'inglese Michaela Tracy, la sua compagna di squadra Shauna Coxsey, la francese Melissa Le Neve, la giapponese Akiyo Noguchi e la statunitense Alex Puccio.

Mentre Le Neve, Coxsey e Tracy hanno faticato sul blocco #1, Noguchi e Puccio l'hanno salito al primo colpo e la Wurm, per non essere da meno, l'ha chiuso al secondo tentativo. Il blocco #2 si è rivelato un po' più complicato per quasi tutte, tranne che per la Puccio che l'ha chiuso al secondo, uno in più rispetto alla Wurm. Il che significava che queste due atlete erano perfettamente pari-merito prima del terzo blocco, ma siccome questo si è rivelato troppo difficile per tutte, il blocco #4 sarebbe stato decisivo. La partenza di corsa, per poi lanciarsi verso destra era certamente un bel rischio che si sono presi i tracciatori, ma è andata loro bene perchè Coxsey ha tenuto il dinamico al quarto tentativo e Puccio al sesto. Sotto pressione, per vincere davanti al pubblico di casa, la Wurm doveva chiuderlo in meno di sei tentativi. Mentre i riflettori si sono accesi su di lei e il suo compagno di squadra Jan Hojer, la folla non sapeva chi guardare, soprattutto quando dopo 2 minuti di tentativi la pressione stava diventando palpabile. Fortunatamente Hojer si è fermato un attimo per spazzolare una presa, tutti gli occhi si sono spostati a sinistra e la Wurm ha chiuso il blocco. Al quinto! Il titolo era suo. Delirio e incredulità. Finchè non sono arrivate le prime congratulazioni proprio da Hojer. Seguite poi dalla Puccio che ha vinto la medaglia argento, e dalla Noguchi che ha vinto la medaglia di bronzo.

IFSC Climbing World Championship (B) - Monaco (GER) 2014
Finale Maschile

1. Adam Ondra CZE 4t16 4b16
2. Jernej Kruder SLO 3t12 4b13
3. Jan Hojer GER 3t12 3b9
4. Guillaume Glairon Modet FRA 2t6 3b7
5. Dmitrii Sharafutdinov RUS 1t4 3b9
6. Tsukuru Hori JPN 0t 2b9

Finale Femminile
1. Juliane Wurm GER 3t8 4b8
2. Alex Puccio USA 3t9 4b9
3. Akiyo Noguchi JPN 1t1 3b3
4. Shauna Coxsey GBR 1t4 4b7
5. Melissa Le Neve FRA 0t 3b3
6. Michaela Tracy GBR 0t 3b5

The standard Red Bull Channels Player.


RISULTATI COMPLETI
MASCHILE

1 Adam Ondra CZE
2 Jernej Kruder SLO
3 Jan Hojer GER
4 Guillaume Glairon Modet FRA
5 Dmitrii Sharafutdinov RUS
6 Tsukuru Hori JPN
7 Mathias Conrad GER
8 Alban Levier FRA
9 Sean Mccoll CAN
10 Tomoa Narasaki JPN
11 Kilian Fischhuber AUT
12 Thomas Tauporn GER
13 James Kassay AUS
14 Gabriele Moroni ITA
15 Martin Stranik CZE
15 Stephane Julien FRA
17 Jorg Verhoeven NED
18 Rei Sugimoto JPN
19 Jason Holowach CAN
20 Makoto Yamauchi JPN
21 Jeremy Bonder FRA
21 Rustam Gelmanov RUS
21 Yury Novitskiy RUS
24 Kevin Heiniger SUI
25 Daniel Andersson SWE
25 Vadim Timonov RUS
27 Dominic Burns IRL
27 Kokoro Fujii JPN
29 Benjamin Blaser SUI
29 Stefan Danker GER
31 Magnus Midtboe NOR
31 Michael O'rourke USA
33 Jakub Glowka POL
33 Stefan Scarperi ITA
35 Jongwon Chon KOR
35 Michael Piccolruaz ITA
37 Valeriy Kryukov UKR
37 Domen Skofic SLO
39 Jure Becan SLO
39 Rolands Rugens LAT
41 David Barrans GBR
41 Geir Söderin SWE
43 Ignacio Sanchez González ESP
43 Elias Weiler AUT
45 Gholamali Baratzadeh IRI
45 Alfons Dornauer AUT
47 Nicky De Leeuw NED
47 Sebastien Lazure CAN
49 Andrzej Mecherzynski- Wiktor POL
49 Arman Ter-Minasyan RUS
51 Baptiste Ometz SUI
51 Mykhaylo Shalagin UKR
53 Marco Antonio Jubes Angarita ESP
53 Stepan Stranik CZE
55 David Firnenburg GER
55 Jabee Kim KOR
57 Mauricio Huerta MEX
57 Andrew Lamb USA
59 Kenneth Elvegård NOR
59 Nathan Phillips GBR
61 Jurijs Krasanovs LAT
61 Vilimantas Petrasiunas LTU
63 Kipras Baltrunas LTU
63 Josh Larson USA
63 Sergii Topishko UKR
66 Jonathan Partridge GBR
67 Kevin Hemund SUI
67 Arturas Volkovas LTU
69 Jan Chvala CZE
69 Alex Khazanov ISR
71 Sergii Karpin UKR
71 Riccardo Piazza ITA
73 Tomas Ravanal CHI
73 Jonathan Redmond IRL
75 Matthew Cousins GBR
75 Iris Manuel Matamoros Quero ESP
77 Dmitrijus Monastyreckis LTU
77 Artem Petrakov RUS
79 Tomas Greksak SVK
79 Martin Penkov BUL
79 Andrea Zanone ITA
82 SUNGBO Seo KOR
82 Timo Tak NED
84 Carlos Jose Catari Ramones ESP
84 Jorge Hernandez COL
84 Hannes Platon SWE
84 Bogdan Rus ROU
84 Siu Hei Tang HKG
84 Andrew Zhigarev UKR
90 Bjørn Arnel Iisager DEN
91 Daragh O Connor IRL
92 Tom Newman GBR
93 Bozhidar Lyubenov BUL
93 Robin Vicery DEN
95 Erik Ebler SWE
95 George Maris ROU
97 Silviu Corciovei ROU
97 Sin Fai Ho HKG
97 Emiliyan Kolevski BUL
100 Petr Handlir CZE
101 Anghelo Bernal COL
101 Severin Curtis RSA
101 Alexander Ilin KAZ
101 Jovan Ivanov MKD
101 Nikola Petrov BUL
101 Marián Šeliga SVK
101 Daniel Ungureanu ROU
108 Cesar Orjuela COL
109 Yossi Ben Yossef ISR
109 Jose Emilio De La Cruz Albarracin PER
109 Manuel Guzman COL
109 juan Sebastian Prieto Perilla COL

FEMMINILE
1 Juliane Wurm GER
2 Alex Puccio USA
3 Akiyo Noguchi JPN
4 Shauna Coxsey GBR
5 Melissa Le Neve FRA
6 Michaela Tracy GBR
7 Monika Retschy GER
8 Petra Klingler SUI
9 Mina Markovic SLO
10 Fanny Gibert FRA
11 Chloé Caulier BEL
12 Yulia Abramchuk RUS
13 Mélanie Sandoz FRA
13 Marine Thévenet FRA
15 Miho Nonaka JPN
15 Katharina Saurwein AUT
17 Julija Kruder SLO
18 Charlotte Durif FRA
19 Jenny Lavarda ITA
20 Sabine Bacher AUT
21 Olga Iakovleva RUS
21 Angela Payne USA
23 Hung Ying Lee TPE
23 Tatiana Shemulinkina RUS
25 Ekaterina Andreeva RUS
25 Hannah Midtboe NOR
27 Ievgeniia Kazbekova UKR
27 Rebekka Stotz SUI
29 Berit Schwaiger AUT
29 Olga Shalagina UKR
31 Barbara Bacher AUT
31 Sol Sa KOR
33 Natalie Bärtschi SUI
33 Charlotte Garden GBR
35 Dinara Fakhritdinova RUS
35 Anna Vollenwyder AUT
37 Alma Bestvater GER
37 Jara Späte SUI
39 Elise Sethna CAN
39 Vera Zijlstra NED
41 Valeri Kremer ISR
41 Meagan Martin USA
43 Annalisa De Marco ITA
43 Santa Grigorjeva LAT
45 Minna Almqvist SWE
45 Sylwia Buczek POL
47 Friederike Petri GER
47 Petra Ruzickova CZE
49 Stasa Gejo SRB
49 Stella Plantin SWE
51 Olga Kulish UKR
51 Silvie Rajfova CZE
53 Dominika Dupalová CZE
53 Daniela Ebler SWE
55 Katarzyna Ekwinska POL
55 Thomasina Pidgeon CAN
55 Volha Rak BLR
55 Malgorzata Rudzinska POL
59 Mária Čelková SVK
60 Claire Bresnan USA
60 Jelisa Dunbar CAN
62 Karoline Sinnhuber AUT
62 Antonia Ioana Trifu ROU
64 EBRU Di̇lli̇ TUR
64 Katrine Vandet Salling DEN
66 Magali Hayen BEL
67 Nóra Király HUN
67 Janka Meyer GER
69 Catalina Achury COL
69 BUKET Akça TUR
69 Enache Catrinel ROU
69 Or Cohen ISR
69 Jihyeon Jeong KOR
69 Margarita Marsanova USA
69 Teresa Troya Gil ESP
76 Flor de Luna Pazan COL
77 Nelly Kudrova CZE
77 Claire Langmore AUS
77 Ana Patino COL
77 Maja Petrovska MKD

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria