Home page Planetmountain.com

arrowTrekking arrowVia Ferrata arrowSentiero Ivano Dibona

Sentiero Ivano Dibona

By: Planetmountain.com
Area: Dolomites, Group: Cristallo - Faloria, Peak: Cristallino d'Ampezzo (3008m), Height: 2932m

This long itinerary crosses the well-known 27m suspension bridge and then follows a magnificent and airy line along ledges used during the First World War. The ferrata poses no particular difficulties as it is predominantly downhill. By combing the Ivano Dibona with the Ferrata Bianchi on the Cristallo di Mezzo and the diversion to the Cima del Cristallino one can carry out a fantastic traverse through the Gruppo del Cristallo.

GETTING THERE

From Cortina take the SS 48 towards Passo Tre Croci to Capanna Rio Gere and park at the start of the Sonforca chairlift (1698m), located beneath Mt. Cristallo.

ACCESS

Take the chairlift to Rif. Sonforca and continue in gondolas to Forcella Staunies (2919m). From the top of the lift a clearly signposted iron ladder leads to the first cables.

ROUTE

From the top of the lift climb up the iron ladder to the first cables which lead leftwards to the wooden ‘Ponte del Cristallo’ suspension bridge. Once across this awe-inspiring but safe gangway that crosses the deep gorge the itinerary continues towards Forcella Grande (2874m), from where an equipped path leads off up to the summit of Cristallino d’Ampezzo (3008m - h 0,30).

From Forcella Grande it is also possible to descend to Forcella Verde and the Ferrata De Pol by following the obvious marked path. Our itinerary continues however past the Forcella Grande and along the south face via ledges, equipped in places, to beneath the Cresta Bianca (2932m). After having passed various military constructions the path leads to Forcella Padeon (2760m) and the bivouac Bivacco Mag. Carlo Buffa di Perrero, before ascending slightly along the south face of Col Pistone (2862m) and Vecio del Forame (2868m) to Forcella Alta (2640m). A steep scree descent leads to Forcella Bassa (2417m), from where a path leads leftwards directly down into Val Padeon, shortening the walk by 2 hours.

The Sentiero Ivano Dibona continues however along scree slopes, past First World War Italian military positions and the Cresta del Zurlon (2379m) to Col dei Stombi (2168m), to then zig-zag rapidly down into the forest and the Val Padeon.

DESCENT

Once on the path no. 203 either proceed to Ospitale (1490m) and the SS 51 to return by bus or second car, or alternatively return to Rif. Somforca (2110m) to then descend by chairlift to the starting point.

GEAR

Normal via ferrata kit.

DIFFICULTY

Although predominantly downhill and always well-equipped wherever necessary, this itinerary is long and requires a certain degree of general fitness. Check the weather and snow conditions before setting off.

MAPS/BIBLIOGRAPHY

Via Ferratas of the Italian Dolomites: Vol 1 by John Smith and Graham Fletcher. Cicerone Press 2002

Share this page

COMMENTS for the route "Sentiero Ivano Dibona"

08-09-2010, Renzo Becherelli
Bellissimo sentiero ferrato,panorami stupendi. Fatto a luglio,dopo 25 anni dalla mia "prima",senza difficoltà. Nuova corda e paletti nel primo tratto,poi c'è qualche punto di corda sciupata.Talora si sente il bisogno della corda nei tratti sprovvisti.Causa la sua lunghezza, necessita di allenamento.
17-07-2009, Patrizia Perut
Non vedevo l'ora di fare questa ferrata erano mesi che prendevo informazioni anche insieme a me avrei portato mia figli di 11 anni e con lei non voglio fare niente di pericoloso.Panorama stupendo punti esposti senza sicurezza scarsa segnaletica sui 2 canaloni della discesa.Sconsigliata ai bambini.
23-03-2009, Claudio Sacchi
Chi trova impegnativa, se non per la lunghezza, questa ferrata, attacchi le pedule al chiodo e faccia lo "struscio" in centro. Io l'ho fatta con mia moglie partendo da 3 Croci; il panorama è grandioso. Mia moglie è scesa a Ospitale mentre mi è toccato risalire Val Padeon a riprendere l'auto:luuuunga
06-06-2008, carlo giorgioni
Ferrata molto panoramica, con pochi passaggi impegnativi. attenzione! Il percorso è molto lungo, ed i tempi richiesti, specie se si è in gruppo sono molto superiori a quanto le guide riportano.Una volta finito il tratto attrezzato, bisogna affrontare numerosi saliscendi spezzagambe che possono colpire nel morale l'inesperto poco in forma. Un gruppo di oltre 5 persone può mettere in conto 10 ore per l'arrivo a Ospitale.
18-04-2008, STEFANO BARTESAGHI
BELLA FERRATA, CON UN CARATTERISTICO PONTE, DETTO TIBETANO, QUESTA FERRATA E' ANCHE STORICA PERCHE' SI TROVANO DEI RESTI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, ED E' MOLTO INTERESSANTE STORICO, SI CONSIGLIA DI ANDARE A FARLA.
30-09-2006, matilde buso
era un giorno bruttissimo, nubi basse e freddo quindi il panorama era quasi inesistente: percorso soprattutto lungo ma non molto impegnativo tecnicamente. interessanti i reperti bellici e molto suggestivi. ma la cosa piu' bella era il mio compagno di viaggio!
28-08-2006, massimo mocellin
Bellissimo percorso fatto in compagnia di Christian da Mestre,il primo tratto è sicuramente il più bello. Portatevi tanta acqua in quanto per tutto il percorso non se ne trova. Ciao da Moka.
26-07-2005, Davide Saporito
Ferrata di grande interesse paesaggistico e storico, tecnicamente facile ma alquanto lunga e "noiosa" per l'interminabile discesa, prolungata dalla chiusura di una via di fuga a metà del percorso per cui è obbligatorio proseguire fino al ristorante ospitale e poi ritornare alle funivie. Attenzione al ghiaione di discesa: ripido, da non effettuare in condizioni meteo instabili.
25-02-2005, Paolo P.
ferrata splendida, assolutamente da consigliare. Da non sottovalutare la lunghezza: anche se sempre in discesa una persona non allenata può impiegare anche 8-9 ore. Le scorciatoie intermedie sono chiuse.
20-09-2004, Diego Brussato
Ciao a tutti, l'abbiamo fatta con una giornata "magnifica" di sole!!!!!!!!. Nella prima parte abbiamo trovato la neve. Paesaggio stupendo, sinceramente non ho trovato punti assicurati male, cmq SAPPIATE CHE TUTTE LE SCORCIATOIE SONO STATE CHIUSE PER PERICOLO DI FRANE, QUINDI NON FATELE!!!!!!!. Dall'arrivo della cabinovia a Ospitale 5 ore 45 minuti.
31-08-2004, William Camilla
Assolutamente non cominciate con la colazione al bar RIO GERE!!!! 2 cappucci e 2 brioches 6.20 euro!!!!! LADRIIIII!!!!!! La ferrata ha un panorama stupendo, è semplice ma protetta nei punti sbagliati. Le scorciatoie segnate in caso di ritirata sono vietate: perchè non scriverlo all'i nizio della ferrata invece che sul posto? E se qualcuno parte a mezzogiorno? Poveri elicotteristi... Il rientro per il sentiero che porta a rio gere e smisurato rispetto alla ferrata... Insomma, questa ferrata ci ha tanto entusiasmati quanto delusi.
30-08-2004, B Paolo
da quando in qua i monti si salgono in discesa? sicuramente impressionante il percorso tra le installazioni militari, troppi i passaggi poco protetti, la scorciatoia per la val Padeon non esiste più(franata-cartelli. Incuria e abbandono generale
16-09-2003, SIMONA ARCOZZI
PERCORSO FATICOSO PERCHE' MOLTO LUNGO, GIRO FANTASTICO E SUGGESTIVO IL PONTE SOSPESO, FERRATA FACILE
08-09-2003, Sergio Machnig
Stupenda dal punto di vista panoramico la prima parte dell'itinerario, da togliere il fiato. Assolutamente consigliata la salita al Cristallino. Più monotona invece la seconda. Se da una parte su questo itinerario si vede un po' di tutto (scarpe da ginnastica, jeans e k-way da funghi, guanti da giardinaggio, ecc.), bisogna anche dire che la seconda parte è assicurata male.Funi e fittoni arruginiti e laschi, protezioni saltate e non sostituite, cengie esposte non assicurate, ecc. Anche se lunga 6/7 ore non è faticosa perchè quasi tutta in discesa. Semplicemente scandaloso il prezzo degli impianti, con un orientamento al cliente da parte della società che li gestisce pari allo zero.
25-08-2003, matteo bergamo
splendida ferrata, facile e ben attrezzata. Vergognoso il prezzo degli impianti per raggiungere la Forcella Staunies, un furto!!Invito gli operatori del settore a creare un catalogo del bravo escursionista, ormai se ne vedono di tutti i colori...esibizionisti, "eroi" della domenica, guide improvvisate che tengono l'attrezzatura nello zaino!!
03-09-2002, de bardi fabio
Da aggiustare alcuni tratti rotti di fune metallica e relativi attacchi metallici alle pareti.Non sempre ottimale il posizionamento delle funi metalliche, ci sono alcuni punti in cui non guasterebbe una maggiore protezione.Giudizio complessivo: bellissima!!!
30-08-2002, stefano merisio
un paesaggio fantastico,ed una ferrata facile che ti permette di vedere e guardare la bellezza di questo posto
11-08-2002, Matteo Mongardini
Non è vero che il sentiero è sempre protetto, ci sono alcuni passaggi in cui il sentiero è stretto ed esposto e nno ci sono corde, io l'ho fatto con lo zaino di 12 Kg e non è facile, inoltre c'è anche una scaletta rotta!Il panorama resta fantastico!
24-07-2001, Enrico Dainese
In teoria deve essere molto bella, purtroppo io ho visto ben poco. C'era ancora molta neve e questo l'ha resa pericolosa in alcuni tratti, in cui la corda era sotto la neve. In più c'erano dei punti in cui il sentiero era un po' franato e altri punti con il cavo rotto
Details / route
BEAUTY

stella stella stella stella stella

PERIOD

Depending on snow conditions from July to October.

POPULARITY

high

TIME

8 hours

DIFFICULTY

Medium

FACE

South

ASCENT HEIGHT DIFFERENCE

1600m

FERRATA HEIGHT DIFFERENCE

200m

PDF

Sentiero Ivano Dibona

PDF

Sentiero Ivano Dibona

VOTES / itinerary
USERS VOTE:
stella stella stella stella stella
Vote the itinerary
COMMENT / itinerary

PERSONAL AREA

Add your email and password:

Username:

Password:


SEARCH itineraries

GROUP

Peak

Route

More itineraries
EXPO / Products
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com is updated daily: news, rock climbing, walks, trekking, alpinism, freeride skiing, ski mountaineering, snowboarding and ice climbing on the mountains worldwide. Furthermore, climbing techniques explained, gear & book reviews, expert advice, mountain photography, interviews and competition reports.
FORUM
CLASSIFIEDS
Recent Comments
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini