Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowRoutes arrowSpigolo Sud

Spigolo Sud

First ascent: S. Alverà, L. Menardi, 1947
By: Planetmountain
Area: Dolomites, Group: Fanis, Peak: Col dei Bos, Country: Italy

This long route takes the arête on the extreme right-hand side of the Col dei Bos, and is never harder than 4/5. It is renowned for its beauty and excellent rock, and it too can be climbed early and late in the climbing season.The harder pitches are well-protected.

ACCESS

Approach the arête by following the path no. 412 from the parking lot to the dirt track which leads to the Col dei Bos saddle. Leave this track at the concrete bridge and walk up the scree filled gully. Start more or less in the middle of the grey arête. Allow 30 minutes for the walk-in.

DESCENT

Walk rightwards along the old military path and then descend as for Ada.

GEAR

A set of wires, friends and kevlar threads.

Share this page

COMMENTS for the route "Spigolo Sud"

19-06-2007, Piero Pagliani
Avendolo sempre davanti agli occhi, bello e imponente, quando si scende dalle 5 Torri, prima o poi questo spigolo bisogna farlo. Avvicinamento, difficoltà e discesa da relax, in puro stile cortinese (dove l'unica faticosa eccezione è l'avvicinamento allo spigolo della Fiames). I chiodi ci sono e quando non ci sono le protezioni veloci entrano da sole.Buon divertimento, ma come al solito mai prendere la montagna sottogamba (se non altro per godersi il relax).
09-10-2006, zorro zorro
La via è molto bella per via della roccia solida e degli ancoraggi di sosta a prova di bomba. Il tiro più impegnativo è sicuramente il diedro a metà, sostenuto. Se quando si è quasi in cima allo stesso si segue su dritti il grado si avvicina al VI; se, invece, con un movimento non facile ci si porta nella fessura a destra allora è la difficoltà è un po' minore (V+) e ci sono anche dei chiodi. Il passaggio d'uscita è strano ma non troppo duro; anzi se si è abbastanza magri da appoggiarsi dentro alla stretta fessura diviene quasi facile.
09-10-2004, Romualdo Errico
E' stata la mia prima e per il momento unica esperienza di alpinismo dopo alcuni anni di arrampicata nelle falesie pugliesi (sono di Bari). In effetti delle difficoltà si possono incontrare solo nel diedro camino (mi ci sono infilato troppo dentro!)dove il V° grado ci sta tutto. Abbiamo evitato l'ultimo camino traversando sulla dx.Sono salito con la guida Luis Strobl di Dobbiaco ed Lucio Loreggian altro suo amico/cliente. Nella nicchia non abbiamo più trovato il libro di vetta ma, in compenso, su in cima, ci ha raggiunti un altra guida, partita dopo di noi sulla stessa via, di nome Hans Kammerlander con un suo giovane cliente!!!Grande gioia per me, ovviamente.
19-09-2003, Stefano Veronica
La vita è bella e su splendido calcare. Il tiro chiave di diedro può essere tranquillamente di quinto superiore, ma non di più.Il camino al penultimo tiro è faticoso; è essenziale stare fuori per non incastrarsi. Io persolnalente ho fatto pù fatica in questo punto
16-09-2003, Alessandro e Michaela Colombari
Divertente arrampicata su roccia solidissima. Molto belli i tiri di V°, anche se probabilmente qualche passaggio potrebbe essere di V° superiore. Sono utili dadi e friends in quanto in parete abbiamo contato solo sette chiodi!
04-05-2003, Herbert Thomas
Hi, the topo of the route is in our opinion not serious. The first chimney is not V. This passage is somthing between V+/VI-.
16-09-2002, Alessio - Pistoia Alessio
Bella via su roccia buona. L'uscita dal diedro è sicuramente di VI e anche l'ultimo tiro (fatto a sinistra del camino stretto)è superiore al V. Una leggera nevicata ci ha imbiancato i pile negli ultimi 2 tiri!! Nella discesa impressionante la quantità di resti (anche umani)della prima guerra.
02-09-2002, riccardo THIENE
Via bella e logica, portare protezioni veloci in quanto non chiodata lungo i tiri. NB: Nel diedro centrale, gli ultimi 5mt vanno fatti a dx altrimenti da 5° il grado passa a 6+. Anche la variante a SX nell'ultimo tiro (da fare per evitare il camino stretto) è notevolmente più dura del 5° indicato nella guida.
16-08-2002, Matteo S.
Via molto bella xchè anche fuori dalle difficoltà, nei due tiri di III° centrali, non è mai banale.
04-07-2002, Carmelo Motta
Indubbiamente la via è consigliabile e su bella roccia. E' buffo trovare le soste cementate dopo 30-40 metri senza niente...il tiro finale del diedro è ben protetto (anche da un nut incastrato)ma a mio avviso ha un bel passaggio di VI pieno . Lo stretto camino finale va preso appena possibile all'esterno (a sx del chiodo)altrimenti vi incastrerete come il sottoscritto !Buone arrampicate.
01-06-2001, Roberto Casanova
Sicuramente la piu' bella via della parete. Molto consigliabile. Le prime due lunghezze si prestano a varianti
26-01-2001, Ernesto Majoni
Una via un po' discontinua, ma molto bella e "classica" per gli ampezzani. L'ho ripetuta 2 volte, una a vent'anni all'inizio della carriera, e ho sempre fatto fatica sul tiro di 5°. Chissà se c'è ancora il libro di via alla base dell'ultima cordata?
07-09-2000, Roma teresi sergio
Bella via, su roccia eccellente. Malgrado la scarsa "alpinità" delle soste cementate, è una via con pochi chiodi di passaggio (ci sono clessidre ed altre buone possibilità per friends), tutti posti sui passaggi più impegnativi; il tiro del primo camino di 5° non è da sottovalutare, soprattutto il passaggio sotto la sosta che forse potrebbe essere anche V+. Un po' noiosi i 3 tiri facili prima del pilastro sommitale. Ho fatto la via 2 volte; la prima seguendo 2 varianti, una subito dopo il primo tiro, andando sulla placca decisamente a destra (fino al V+) per circa 80-90 mt, l'altra variante, parte dalla sosta sulla cengia ghiaiosa prima del pilastro sommitale e va diritta in verticale dal chiodo di sosta, superando un aereo camino con cordone attorno ad un masso incastrato (passaggio difficile, sul VI-); queste varianti rendono la via più continua, portandola verso il TD- complessivo: meritano una visita). Con un amico illustre (Hans Kammerlander), arrivati in cima (seguendo l'ultima variante) siamo scesi giù in doppia lungo il versante Est dello spigolo con circa 9 doppie da 40 mt (chiodi e clessidre). Per chi vuole aggiungere un po' di brivido all'ascensione... Il sentiero è invece comodo, panoramico, asciutto e rassicurante,però...
Details / route
BEAUTY

stella stella stella stella stella

DIFFICULTY

5

FACE

S

LENGTH

400m

VOTES / itinerary
USERS VOTE:
stella stella stella stella stella
Vote the itinerary
COMMENT / itinerary

PERSONAL AREA

Add your email and password:

Username:

Password:


SEARCH routes

GROUP

Peak

Route

More itineraries
EXPO / Products
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com is updated daily: news, rock climbing, walks, trekking, alpinism, freeride skiing, ski mountaineering, snowboarding and ice climbing on the mountains worldwide. Furthermore, climbing techniques explained, gear & book reviews, expert advice, mountain photography, interviews and competition reports.
FORUM
CLASSIFIEDS
Recent Comments
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon