Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowDolomites Routes arrowDiedro Mayerl

Diedro Mayerl

First ascent: S. Mayerl, M. Rohracher (1962)
By: Planetmountain
Area: Dolomites, Group: Sass de la Crusc, Peak: Sass de la Crusc, Height: 2825m, Country: Italy, Region: Alto Adige

Logical and extremely exposed line up the obvious corner to the left of the ”Grande Muro”. On the whole the route climbs up fairly solid rock, but in parts though this may be a bit friable.

GETTING THERE

Take the motorway A22 to Bressanone, then continue along the SS49 through the Val Pusteria to S.Lorenzo. Continue along the SS244 through the Val Badia to Corvara. Alternatively, take the motorway A22 to Chiusa and continue along the SS242 up the Val Gardena to Passo Gardena and down to Corvara. At Corvara follow signs for La Villa - Pedraces. At Pedraces take the chairlift on the right to the refuge and church Santa Croce, from where the path leads off to the base of the routes.

ACCESS

From Santa Croce (2045m), beneath Sass dla Crusc, follow path no. 7 that leads beneath the mountain past scree slopes and alpine meadows up to the ferrata. The path initially leads over scree to then climb up rightwards. Leave the path at this point following a track (cairn markers) up the long outcrop to the base of the wall proper. Various tracks lead to the route at this point: traverse left at the end over the final outcrop and scramble up scree to the base of the large corner.

DESCENT

From the top of the route follow the crest and path right (south) to reach Furcla dla Crusc 2609m and the cables belonging to the ferrate. Walk down this to meet up with the path that leads to the Santa Croce refuge (1.30 hours).

GEAR

Normal alpine rack.

NOTES

The 60m pitches can be divided into two pitches. Belays in-situ.

Share this page

COMMENTS for the route "Diedro Mayerl"

31-07-2009, christian denicolo
Ho salito ieri col mio amico Gustav,31 luglio 2009 la via mayerl..bella salita,molto aerea,una via che riechiede concentrazione e gran impegno dall´inizio alla fine.Ha tratti friabilissimi altri stupendi specialmente la lama del 4 tiro e le placche nel finale.Tempo di salita 5 ore
03-09-2007, Ivano c.
Via molto bella. linea stupenda ma molto faticosa, non molla mai.Soste tutte ottime. Per farla senza problemi bisogna avere un grado obbligatorio in montagna ben oltre il sesto, a mio modesto vedere.Roccia non sempre buona.Ambiente da favola.Consigliabile.Gianni-Ivano
19-06-2007, Piero Pagliani
Quella volta ero veramente in stato di grazia: me la ricordo atletica, di puro godimento e senza patemi, a parte un breve bombamento inassicurabile sul traverso del VII tiro e la sosta subito dopo che se ne stava andando via mentre ero appeso (mi sono portato a casa un chiodo di Mayerl tolto con le mani - ma anche l'altro si muoveva: il momento più brr brr della salita). Occhio ai macigni instabilmente incastrati verso la fine (meglio spaccare alla Nureyev ma non toccarli, se amate il vostro secondo). Placconate da paura a destra e a sinistra. Fantastico.
06-09-2006, Albi Albi
Salita entusiasmante.Roccia ormai ripulita grazie alle numerose ripetizioni. Sono d'accordo con Marcello,la si fa tranquillamente in 6 tiri con rinvii lunghi.
07-07-2005, barabocco
Chi e' che ha fatto volare 2 friends sulle ghiaie?
23-08-2004, Bruno Belligoli
qualche informazione in più:orario impianti 8.30 - 17.45Lo zoccolo è ben segnato da ometti ed evidenti tracce. Dall' Ospizio alla base della via 1.30-2h.Tempo di salita senza zoccolo 5-7h.Impegno (eVII-)
09-08-2004, checco checco
Il disegno è stato aggiornato, anche per gli amanti dei tiri corti. Grazie.
06-08-2004, teresi sergio
per la redazione: sullo schizzo sto' 7 o 7- ci va o no? perché dite che c'è del 7 se non si vede? Insomma un ennesimo schizzo un po' superficiale...Per Marcello: certo, se l'hai fatta 20 volte è chiaro che la fai i 6 tiri, anzi mi sorprende che fai ancora dei tiri...
22-05-2004, marcello cominetti
farla in 6 tiri significa fare prima... e fare prima significa ridurre il rischio aumentando la sicurezza. mi sembra un motivo più che valido. le corde scorrono male se si usano male i rinvii e se sono troppo corti (mica siete in falesia no?). Dopo circa una ventina di ripetizioni mi sembra meglio fare i tiri lunghi e arrivare al rifugio per pranzo... ma se volete fatela pure in 20 tiri, nessuno lo vieta.
24-09-2003, Beppe BALLICO
Via assolutamente da non sottovalutare, io ho seguito la relazione del "Dinoia" e l'ho trovata abbastanza precisa sia come difficoltà che come quantità di tiri. Dalla cengia comunque si sale obliquando a destra per poi ritornare a sinistra sulla verticale del diedro fessura. Secondo me il tiro di 7° si trova proprio qui. Alla fine del diedro, si trovano 3 ch con cordino rosso, si prosegue ancora 3 m circa, sostando su 2 ch in una nicchia. Comunque i tiri sono 11 seguendo il Dinoia e non riesco a capire come si possa mandare qualcuno a fare una via del genere con 6 tiri...
18-09-2003, Alberto S.
2 tiri fino alla cengia?Mah! Io ne ho fatti 4, dei quali il terzo corto, ma è molto meglio così. Più difficile e meno chiodata del Grande Muro.Secondo me il tratto più difficile è sopra la cengia dove la relazione segna un diedro con sassi incastrati. Se c'è un 7- secondo me è lì.
01-09-2003, Nicola Tondini
Via molto bella e di soddisfazione soprattutto se provata tutta in libera. Attenzione sullo schizzo non è indicato dove si trovano i passaggi di 7: sono sui primi tiri sopra la cengia.
01-09-2003, teresi sergio
infatti la redazione dovrebbe aggiornare lo schizzo e indicare che si tratta di parete Ovest e non sud-est
25-08-2003, David Longato
Via molto bella ed elegante, roccia buona, attenzione ai blocchi del penultimo tiro. Non mi sembra una buona idea fare lunghezze da 50 60 metri.
21-08-2003, Dario Segato
Per Sergio e Mauro: allungate i rinvii!
06-08-2003, Mauro Loss
Bella via logica e meritevole di ripetizione.Trovo decisamente assurdo proporre di farela via con tiri da 55-60m infatti le corde tendono a fare troppo attrito e a scorrere veramente poco rendendo l'arrampicata poco piacevole e difficoltosa.E' necessario prestare molta attenzione al primo tiro ed al tiro appena sopra la cengia mediana in quanto la roccia e tutt'altro che solida.
05-08-2003, Nicholas Hobley
Great route, especially in the second half where the rock becomes more solid and compact. We climbed up to the large ledge in two long pitches (using 60m ropes) but traditionally these are split into four shorter pitches.
17-07-2003, sergio teresi
bella via, con alcuni passaggi da voi valutati con eccessiva severità, soprattutto considerando la roccia e la chiodatura; a mio parere è abbastanza assurdo fare la via in 6 tiri come voi proponete! le corde non scorrono.
Details / route
BEAUTY

stella stella stella stella stella

DIFFICULTY

-7

OBLIGATORY DIFFICULTY

6 A1

LENGTH

500m

VOTES / itinerary
USERS VOTE:
stella stella stella stella stella
Vote the itinerary
COMMENT / itinerary

PERSONAL AREA

Add your email and password:

Username:

Password:


SEARCH routes

GROUP

Peak

Route

More itineraries
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com is updated daily: news, rock climbing, walks, trekking, alpinism, freeride skiing, ski mountaineering, snowboarding and ice climbing on the mountains worldwide. Furthermore, climbing techniques explained, gear & book reviews, expert advice, mountain photography, interviews and competition reports.
FORUM
CLASSIFIEDS
Recent Comments
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello