Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowDolorock Climbingfestival 2013

Dolorock Climbingfestival, Val di Landro, Dolomiti
Photo by Dolorock Climbingfestival
Dolorock Climbingfestival, Val di Landro, Dolomiti
Photo by Dolorock Climbingfestival
INFO / links & info:

Dolorock Climbingfestival 2013

Il report di Peter Mair e Helga Tschurtschenthaler del Dolorock Climbingfestival, svoltasi in Val di Landro (Dolomiti) il 14 – 15 settembre 2013.

Quando i camosci fanno il rock…
I “Gamazn” (camosci in dialetto di Sesto) sono un’associazione d’arrampicata composta dalle guide alpine di Sesto e scalatori dell’Alta Pusteria. L’obiettivo del Dolorock Climbingfestival è di organizzare una festa per gli appassionati di questo bellissimo sport e di fare conoscere la Val di Landro come top spot dell’arrampicata sportiva. Il presidente dei “Gamazn”, Hannes Pfeifhofer è stato uno dei chiodatori più attivi negli ultimi anni, così che ora ci si trovano 10 falesie con più di 500 vie nella Val di Landro.

Il Dolorock Climbingfestival ha avuto inizio il 14/09 con il Red Point Fight. In tutto più di 50 scalatori scalavano nelle diverse falesie della Val di Landro. Per le cinque vie più difficili scalate in giornata, venivano assegnati dei punteggi a seconda del grado di difficoltà. Chi, a fine giornata, aveva raccolto più punti era il vincitore della classifica professionisti. Mentre nella classifica amatoriale vinceva chi riusciva ad avvicinarsi di più al valore medio di tutte le vie scalate in giornata.

Il vincitore della classifica professionisti è l’ex arrampicatore di Coppa del Mondo, Luca Zardini di Cortina. Secondo in classifica è Bernhard Kofler di Bressanone e terzo Ruggero Zardini di Cortina. Nella classifica delle donne vince la guida alpina di Lienz Lisi Steurer. Seconda arriva Steffi Feichter di Selva dei Mulini e terza Ruth Mutschlechner di Dobbiaco. Per vincere la classifica amatoriale era necessario passare la giornata con un po’ di calma. Con Luca Dapoz e Stefano Piccolliori altri due scalatori di Cortina salgono sul podio. Dopo la premiazione, il circolo culturale di Dobbiaco ha organizzato una climberparty che molti climbers ricorderanno a lungo. Il gruppo Homeless di Bolzano ha reso la serata un grande successo.

La domenica era riservata ai più piccoli con l’Alpini Kids Climbing Day, organizzato dagli Alpini del 6° Reggimento e dalle guide della Scuola di Alpinismo Tre Cime di Sesto. Il Project Day avrebbe previsto di tentare di scalare dei “progetti”, cioè di liberare delle vie non ancora scalate in libera, nelle falesie chiodate di recente. Forse anche a causa delle ovvie conseguenze della climberparty, nessuna delle vie ha visto il punto rosso.

Il primo Dolorock Climbingfestival è stato un grandioso raduno di appassionati dell’arrampicata sportiva, organizzato da scalatori per scalatori. L’associazione “Gamazn” è convinta di far fare il rock a camosci da tutte le parti del mondo anche l’anno prossimo. Il festival è stato possibile solo grazie all’aiuto di tanti volontari e in specifico alla collaborazione di Sport Holzer, il Circolo Culturale e il 6° Reggimento degli Alpini. Grazie a tutti gli sponsor.

di Peter Mair e Helga Tschurtschenthaler

SCHEDA: Grotta di Landro, Alto Adige

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
Ultimi commenti Rock
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
  • Chimera Verticale
    Ripetuta il 29 agosto 2014 con Martin Dejori. Bellissima via ...
    2014-08-30 / Alex Walpoth
  • Costantini - Apollonio
    Caro Checco, gli spit sono rispuntati, qualcuno in sosta, qu ...
    2014-08-29 / Angelo Bon
  • Diretta Consiglio
    Salita tanti anni fa, nel 1969, ovviamente senza friend (che ...
    2014-08-18 / renzo%20 Bragantini