Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowSergey Nefedov presenta le vie di arrampicata sul Monte Morcheka, Crimea

Mount Morcheka in Crimea, Ucraina
Photo by Sergey Nefedov
Sergey Nefedov sul tiro chiave di Machombo, Monte Morcheka, Crimea
Photo by Sergey Nefedov
Sergey Nefedov dopo aver ripulito e riattrezzato la via Center, Monte Morcheka
Photo by Sergey Nefedov
INFO / links & info:

Sergey Nefedov presenta le vie di arrampicata sul Monte Morcheka, Crimea

01.06.2012 di Planetmountain

Sergey Nefedov con diversi compagni ha liberato una serie di vecchie vie sul Monte Morcheka in Crimea, Ucraina.

Il Monte Morcheka è una parete di calcare che più liscia di così non potrebbe essere. Situata in Ucraina nella regione della Crimea, un posto molto famoso per l'arrampicata, questa strepitosa parete vanta una lunga storia arrampicatoria con numerose vie, molte ancora da liberare, protette da un mix di protezioni tradizionali e spit. Una persona che ha preso questa zona a cuore è il climber russo Sergey Nefedov che dopo aver liberato nel 2010 la via Machombo (7c+, 335m) insieme al suo fratello Andrey, lo scorso maggio ha liberato una serie altre vie che, pur non essendo all'avanguardia in termini di difficoltà, sono certamente assolutamente da segnalare per la loro bellezza.


MONTE MORCHEKA
di Sergey Nefedov

Il Monte Morcheka è il posto più interessante per le vie trad in Crimea. La parete di calcare alta 300m è una parete verticale, levigata da migliaia di anni. Quasi tutti quelli che vedono per la prima volta le sue vie prendono paura per questa sua apparente mancanza di appigli, ma in realtà la perfetta roccia nasconde piccole tacche e buchi che non sono visibili da terra. Inoltre, Morcheka contiene formazioni incredibili come piccole gallerie formate dalle piogge. Questi fori variano in dimensione da un centimetro a 1 metro e mezzo e sono davvero unici nel loro genere, perché, a differenza delle altre fessure in calcare, hanno bordi rotondi e richiedono molto tempo per abituarsi. Nel mese di maggio ho liberato alcune vie classiche con diversi partner:

Orel (Aquila). Prima salita M. Sitnik 1986. 340m, 10 tiri: 6b+, 6c+, 6c+, 6a, 5, 5, 6b+, 6b, 6a, V L'ho salito a-vista in 6:30 ore con Eldar Mamleev.

Center: FA 1972 V. Zasypkin - Kh. Kornys. 320m, 10 tiri: 6b+, 7b, 6a, 6a, 7b+, 6c, 7b, 6a, 6a+, 6b (l'ultimo tiro originale è ancora da liberare e sarà almeno 8b). Center è la più vecchia e frequentata via d'artificiale della parete ed era piena di spit e chiodi vecchi di 40 anni. Assieme a miei amici abbiamo pulito e richiodata la via in due giorni prima della libera.

BG: FA 1994 Bardin - Ganich. 5 lunghezze (6b, 7a, 7a, 6b+, 6b + 150m di grado V salito in conserva). BG è la più strapiombante via di più tiri in Crimea, a tipica per questa parete, con uno strapiombo di 15m nella sezione chiave di 70m. Sono riuscito nella a-vista, per un pelo, e mi è servito l'esperienza nello Yosemite. Servono 14 Camalot fino al #5i.

Ded 83. FA 1983 Samoded. Una variante della via Orel, con tre tiri iniziali autonomi gradati 6c+, 6c+, 6b Impressionante gola-gallerie come descritte sopra.

INFO
Come arrivare
Il punto di partenza per il Monte Morcheka è Simferopol, la capitale della Crimea. Da qui proseguire in auto o in autobus a Yalta (83 km, 1,5 ore) e da Yalta continuano a Parkovoe dove, col bel tempo, si può già vedere la parete . Da qui si prosegue a piedi per 1 ora e mezza ore lungo il sentiero che raggiunge la base della parete, dove è possibile campeggiare. Alternative (bonus): prendere il filobus più lungo del mondo, che si estende per 96km da Simferopoli a Yalta. Il viaggio dura 3 ore, ma costa solo $2.

Miglior periodo
La maggior parte della Crimea ha un clima continentale temperato, ad eccezione della costa meridionale, che ha un clima umido di tipo subtropicale dato dal Mar Nero. Le montagne della Crimea fungono come barriera tra la zona subtropicale e gli altopiani più a nord. Le estati possono essere calde (28° C la media di luglio) e gli inverni sono freddi (gennaio -0,3 °C in media), ma naturalmente ci sono eccezioni e, talvolta, si può arrampicare senza T-shirt anche in inverno. La stagione migliore va da aprile a metà giugno, e da metà settembre a fine ottobre.

Nota
Al momento non ci sono guide in lingua inglese. Chi volesse visitare la zona può contattare Nefedov direttamente per email sergeynefedov.rapt@gmail.com

Sergey Nefedov, Saint-Petersburg, Russia.


Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello
COVER
L'ultimo tiro della Via dei Ragni, Cerro Torre
archivio Cominetti, Lucco, Salvaterra