Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowCristian D'Anzul sale Vizija a Misja Pec

Cristian D'Anzul sale Vizija 8c/c+ a Misja Pec, Slovenia
Photo by Luka Fonda
Cristian D'Anzul sale Vizija 8c/c+ a Misja Pec, Slovenia
Photo by Luka Fonda
NEWS / Links:
INFO / links & info:

Cristian D'Anzul sale Vizija a Misja Pec

02.03.2012 di Giulio Cassio

Nella falesia Misja Pec in Slovenia Cristian D'Anzul ha ripetuto Vizija 8c/c+. Il report e l'intervista di Giulio Cassio.

Nel periodo invernale Misja Pec è meta di arrampicatori da tutta Europa, attratti dalla bellezza dell'ambiente e dalla qualità delle vie. In un solo luogo infatti si possono trovare vie corte e intense all'ombra nei grottini laterali e vie di più di 30 metri al centro dove il sole colora tutto di un'arancione intenso prima del tramonto. Ed è proprio sulla parte centrale di questo imponente anfiteatro che si trova la splendida linea di Vizija 8c/c+, ovvero "visione" in sloveno. Una via sognata da molti ma realizzata da pochi, che inizia con una placca leggermente strapiombante con prese molto piccole e movimenti estremamente tecnici. Se questo non bastasse pochi mesi fa si è rotta una presa sul passaggio chiave della stessa: il risultato è un boulder caratterizzato da due lancietti a dir poco aleatori. Superate le difficoltà iniziali restano ancora una ventina di metri di scalata mai banale seguendo la canna che arriva fino alla sommità della falesia, dove a 30 metri dall'assicuratore si trova la catena. Ancoraggio dove Cristian D'Anzul sabato 25 febbraio ha passato la sua corda, salendo la sua seconda via di tale difficoltà  dopo Corrida, sempre a Misja Pec. Quella di Cristian è la seconda ripetizione dopo che il forte arrampicatore tedesco Ruben Firnenburg durante un tentativo ha rotto la presa chiave sulla placca iniziale.


Cristian, cosa hai provato quando hai moschettato al catena?
Quando ho moschettato la catena ho provato un gran senso di liberazione e altrettanta soddisfazione. Ero troppo contento e lo sono ancora perché per me e' stata una salita molto impegnativa.

Un ginocchio gonfio per via di un versamento, un dito aperto facendo blocchi a Vitovlje e una spalla dolorante da tempo. Come dire, quando meno te lo aspetti...
Avevo incominciato a provare la via in dicembre e all'inizio non sapevo della rottura della presa chiave sulla placca. L'anno prima avevo già fatto un giro sulla placca iniziale e appena sono arrivato sul passaggio questo dicembre mi sono subito accorto che le cose erano cambiate. A tal punto che ero indeciso se provare ancora o se abbandonare l'idea di salirla, anche perché un passaggio non mi riusciva così bene. Poi, con un po' di testardaggine, ho deciso di continuare ma, vuoi il freddo gennaio, una spalla che mi faceva male gia' da tempo, un dito completamente aperto e un ginocchio dolorante dopo una giornata di blocchi a Vitovlje, tutto si era complicato.

E poi?
Poi arriva sabato, finalmente ci si lascia alle spalle il lavoro e ci si dedica all'arrampicata. Passo a prendere Claudio "Cama" Camerotto, andiamo a Misja e, dopo aver messo un bel po' di nastro al dito, nel riscaldamento vedo che la spalla e il ginocchio vanno un po' meglio. Parto per la via e in breve mi trovo al riposo sopra la placca iniziale. Quando inizio per la seconda parte della via ho le braccia pesanti: la famigerata "ghisa" mi aveva indolenzito i muscoli ma grazie anche al grande supporto psicologico di Claudio e Giulio dal suolo, riesco a non mollare fino alla fine.

Chiuso in progetto, avanti il prossimo! Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?
Di progetti ne ho molti ma quello più grande e' di continuare ad arrampicare con la stessa voglia, passione e motivazione che ho avuto fino ad ora.

Vuoi aggiungere ancora qualcosa?
In realtà ho detto quasi tutto, voglio solo precisare due aspetti. Il primo riguarda il grado, se prima questa via era considerata soft, adesso non lo è più. Parlando con altri che la stanno provando, siamo d'accordo per un 8c/c+, comunque aspetto ulteriori ripetizioni per confermare o smentire la mia valutazione. Per ultimo non posso esimermi da ringraziare quelli che mi hanno sostenuto con urla e incitazioni (Claudio, Giulio, Gabri,...), Luka e Paolo per le splendide foto e Scarpa che in questi anni mi ha sempre sostenuto con materiale tecnico di ottima qualità.

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara