Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowIce World Cup 2009: si comincia dall'Ice Master di Daone e dal Meeting Pareti di Cristallo

Angelika Rainer gareggiando in Valle di Daone
Angelika Rainer gareggiando in Valle di Daone
Photo by Giulio Malfer
Herbert Klammer in Valle di Daone
Herbert Klammer in Valle di Daone
Photo by Giulio Malfer
INFO / links & info:

Ice World Cup 2009: si comincia dall'Ice Master di Daone e dal Meeting Pareti di Cristallo

15.01.2009 di Planetmountain

Dal 16 al 25 gennaio a Daone (Trentino) si svolgerà l'ottava edizione dell'Ice Master valevole come prima prova di Difficoltà e Velocità della Coppa del mondo di arrampicata su ghiaccio 2009. Negli stessi giorni si terrà anche l'11a edizione dell La Sportiva International Ice Meeting, aperto a tutti gli appassionati.

Siete appassionati di Ice climbing? Allora l'appuntamento che fa per voi è quello con l'ottava edizione dell'Ice Master di Daone, in programma questo week end nella valle trentina che ha fatto dell'arrampicata su ghiaccio il suo simbolo distintivo. Il menù è quello ormai super collaudato che unisce la competizione (l'Ice Master appunto) tra i più forti atleti dell'arrampicata su ghiaccio con il 'La Sportiva International Ice Meeting Pareti di Cristallo', un'iniziativa che dà occasione per far conoscere a tutti non solo l'arrampicata su ghiaccio ma anche la Valle nella sua veste invernale.

Cominciamo con i "numeri" dell'ottavo Ice Master, la gara che anche quest'anno apre le danze della Coppa del mondo di arrampicata su ghiaccio che continuerà poi con la tappa svizzera di Saas-Fe (il 22 gennaio), quella di Mojstrana in Slovenia (il 31 gennaio) ed infine quella rumena di Busteni (il 5 febbraio). Due le giornate previste: sabato 17 e domenica 18, come sempre precedute dalla cerimonia e la fiaccolata di inaugurazione del venerdì sera. Due anche le specialità in campo: la "classica" difficoltà con l'aggiunta della velocità che era assente la passata edizione e che quest'anno si ripropone con la spettacolare formula della sfida in parallelo. Sul fronte del campo di gara, la grande struttura ghiacciata per l'occasione in località Pracul svetta dall'alto dei suoi 30 metri che, come sempre, sono stati modellati dall'ingegnere e Guida alpina Maurizio Gallo con la speciale squadra di volontari guidata da Fabio Nicolini. Gli atleti finora iscritti sono invece 85 e provengono da 15 nazioni diverse. Tra questi spiccano i 4 atleti coreani, tutti - eccetto Hee Yong Park - new entry a Daone, e lo squadrone russo che con 29 iscritti è di gran lunga il più numeroso.

Sul fronte dei pronostici è chiaro che in molti aspettano la rivincita tra i vincitori della scorsa edizione, gli svizzeri Simon Anthamatten e Petra Muller e i "perdenti", ovvero l'austriaco Markus Bendler e la vicentina Jenny Lavarda, vincitori nel 2007 ma "solo" medaglia d'argento nel 2008. E' chiaro che la sfida sarà di quelle memorabili, anche perché Jenny Lavarda ha sicuramente la voglia di partire con il piede giusto per puntare al tris di vittorie dell' Ice World Cup, dopo i successi del 2007 e 2008. Come del resto Simon Anthamatten, forse l'atleta più spettacolare del circuito, vorrà sicuramente fare il bis con la Coppa vinta nel 2008.

Certo dovranno fare i conti anche con gli altri pretendenti al trono. Tra cui, prima fra tutte, la bolzanina Angelika Rainer che ha chiuso con la vittoria di Saas-Fe la Coppa 2008 e che sicuramente ha la forza per proporsi come una delle big del circuito. Senza dimenticare gli altri big italiani in gara. A cominciare dall'altoatesino Herbert Klammer che a Daone ha sempre fatto più che bene, per continuare con quel "maestro d'arrampicata tout-court" che è il fassano Mario Prinoth, con la fuoriclasse torinese Anna Torretta e con la volitiva e mai doma Barbara Zwerger. E poi con il veterano di mille battaglia Mauro Bubu Bole che anche questa volta non mancherà di dare spettacolo!

Osservati speciali inoltre saranno lo svizzero Andrea Steindl, 3° a Daone l'anno scorso. Ma anche i fortissimi fratelli russi Alexey e Maxim Tomilov e la loro connazionale Maria Tolokonina. Ma come si sa il ghiaccio, per definizione, è effimero. E poi Daone non è mai stato avaro di sorprese...

Non ci saranno sorprese invece per il 'La Sportiva International Ice Meeting 2009', come ormai consuetudine diretto dalle Guide alpine di Friends of Arco. Dal 16 al 25 gennaio per tutti ci sarà l'occasione di partecipare ad un tour di iniziazione sulle cascate di ghiaccio e in dry tooling ma anche di affinare la conoscenza della montagna d'inverno. E' un modo speciale per partecipare alla festa dell'Ice Master di Daone. Un modo semplice e coinvolgente: per le info e le iscrizioni basta entrare su www.daoneicemaster.it.

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara