Home page Planetmountain.com

arrowNewsarrowMeisules de la Bièsces: i Riegler liberano “Vint ani do“

In libera sul tetto di Vint ani do (8a+ 350m)
Photo by Moritz Tirler
Su Vint ani do (8a+ 350m)
Photo by Moritz Tirler
Topo Vint ani do (8a+ 350m)
Photo by arch. Rabanser - Comploi

Meisules de la Bièsces: i Riegler liberano “Vint ani do“

11.03.2008 di PlanetMountain

Il 2/03 Florian e Martin Riegler hanno liberato Vint ani do (8a+ 350m) via aperta da Ivo Rabanser e Stefan Comploi sulla sud ovest delle Meisules de la Bièsces (2457m – gruppo del Sella, Dolomiti)

Bella libera dei due (sempre più scatenati) fratelli Riegler sulla parete sud ovest delle Meisules de la Bièsces.

Florian e Martin, dopo alcuni tentativi, il 2 marzo scorso hanno inanellato senza soluzione di continuità e in libera i 350 metri per 12 tiri della (bellissima) via aperta nel 2004 dai “maestri gardenesi” Ivo Rabanser e Stefan Comploi che l’avevano valutata VII A2.

Ora, per “Vint ani do“ - che in ladino significa vent'anni dopo - i due fratelli altoatesini propongono una difficoltà di 8a+ per questa via caratterizzata a metà da un gran tetto, dove si affrontano le massime difficoltà, ma anche da un’arrampicata molto tecnica e alpinistica stile, appunto, Rabanser & Comploi.


“Vint ani do” e la libera di Florian e Martin Riegler

Questa splendida via mi era rimasta nella mente già da un po’ di tempo, e un anno fa l’ho provata per la prima volta con un mio amico. Abbiamo scalato per tutto il giorno e gli ultimi due tiri li abbiamo dovuti affrontare nel buio totale. Per la discesa abbiamo impiegato due ore, sprofondando nella neve fresca prima di raggiungere finalmente la macchina.

Il tetto che si trova ad un’altezza di 120 metri ci era costato tutta la nostra forza e in quel momento l’idea di una salita in libera mi sembrava impossibile. Nonostante questo, sei mesi dopo, incredulo, mi trovo di nuovo sotto la parete insieme a Florian, mio fratello. Il nostro obiettivo era salire tutti i 350 metri della via in libera.

I problemi più grossi li abbiamo affrontati per superare il tetto. Ma siamo riusciti a trovare un metodo scalabile facendo 10 passaggi molto boulderosi.

Dopo un traverso breve si parte con due rovesci, poi per la destra c’è una listina e per la sinistra un bidito. Con un lancio si arriva ad una presa abbastanza decente e da lì diventa ancora più difficile: con due microliste bisogna lanciare al buco buono.

Il tetto in libera è fattibile dunque, però per la libera completa prima ci aspettano 200 metri di scalata molto alpinistica fino al grado 7b+.

E’ il 2 marzo 2008. Florian ed io ci avviciniamo alla parete. Ci sono 15 centimetri di neve fresca! Ma per fortuna la parete si asciuga velocemente e noi siamo ipermotivati.

I primi tiri vanno bene e anche il 7b+ molto tecnico ci riesce subito. Però i successivi tiri, un po’ marci, ci costano molta forza; molto più tardi e più stanchi del previsto arriviamo al tetto.

Abbiamo bisogno di una pausa ed il nostro corpo necessita di una dose di zuccheri... Adesso bisogna darla tutta. Scaliamo molto concentrati e mobilizziamo tutta la nostra energia.

Ce l’abbiamo fatta! Abbiamo realizzato il nostro obiettivo: la salita in libera di tutti i 12 tiri. Soddisfatti, anche se stanchi, abbandoniamo la cima. Il sole tramonta dietro il Sassolungo e dietro di noi lasciamo un’avventura bellissima.

“Vint ani do” è forse la via più dura dei gruppi del Sella - Sassolungo. Offre una bella roccia dolomitica con placche, fessure, tetti, buchi e liste e secondo noi potrebbe diventare una via molto apprezzata nel genere delle “vie dure”.

di Florian e Martin Riegler

Condividi questo articolo

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Campanile di Val Montanaia - Via Normale
    Per precisazione:"la sosta a spit" si incontra sul secondo t ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Evergreen
    Ho salito la via questa estate e naturalmente ci siamo conge ...
    2014-10-20 / francesco gherlenda
  • Rataplan
    Ripetizione del 20.09.2014L1 6c bella fessura non banale pe ...
    2014-09-23 / oscar meloni
  • Via Paola
    ripetuta per la quarta volta, mi sento di proporre questi gr ...
    2014-09-01 / Niccol%C3%B2 Antonello