Home page Planetmountain.com

arrowLab arrowMateriali arrowRevo 4010

Revo 4010

Per chi va per montagne proteggere gli occhi dai raggi solari è da sempre una regola assolutamente imprescindibile. Pena, a fine giornata, ritrovarsi con una fastidiosa (e dolorosa) sensazione d'avere qualcosa negli occhi che in genere si accompagna ad un'altrettanto fastidiosa lacrimazione. Chi non usa occhiali appropriati, insomma, dovrà fare i conti con quell'affezione (la cheratocongiuntivite attinica) che per essere risolta può richiedere sino a 24 - 48 ore di "riposo" degli occhi. Senza contare poi, quell'altra temuta conseguenza nota ai frequentatori dell'alta e altissima montagna: l'oftalmia da neve, conseguenza dell'infiammazione della cornea che può arrivare, nei casi più gravi, alla cateratta. Tutta colpa dei raggi ultra violetti la cui pericolosità è molto più rilevante in montagna visto che la loro intensità aumenta circa del 12% per ogni 1000 metri di altitudine... Inutile dire che quelli descritti non sono certo problemi da augurarsi, specialmente se si è impegnati in una salita o in un trekking di più giorni. Quindi: una corretta protezione degli occhi, e dunque un paio di occhiali adatti, non può mai mancare in montagna. Ecco il motivo di questa nostra prova del modello RE4010 della REVO, la nota marca di occhialeria tecnica del Gruppo Luxottica.

Già ad una prima analisi "esterna" il Revo 4010 si presenta subito con le caratteristiche giuste per l'uso che vi proponiamo: in montagna serve un occhiale robusto, con una montatura avvolgente (garanzia di massima protezione) e che non "voli" via al primo movimento brusco. Diciamo subito che la montatura, in proprionato iniettato, di questo modello assicura robustezza e un giusto grado di flessibilità rendendolo molto resistente agli urti e, allo stesso tempo, sufficientemente "flessibile", tanto da non subire danni anche se "stressato" (leggi compresso) dentro allo zaino. Una calibrata robustezza e flessibilità che giocano un ruolo importante anche per la stabilità dell'occhiale quando si è in azione: il REVO 4010 si adatta e si modella perfettamente al viso. C'è da rilevare, inoltre, che questa montatura non teme gli sbalzi di temperatura ed è notevolmente resistente agli agenti aggressivi. Infine, l'aspetto d'alta quota del 4010 è completato da una caratteristica assolutamente indispensabile ed immancabile per l'uso qui proposto: i due paraocchi laterali che, con indovinato disegno, sono stati incorporati direttamente nella montatura.

Anche nel suo cuore, più tecnologico e importante, il REVO 4010 ha soddisfatto le esigenze per cui l'abbiamo testato. Ovviamente stiamo parlando delle lenti: sono a loro che affidiamo la protezione dei nostri occhi, e sono loro in pratica che devono "fermare" i raggi ultravioletti. Per questo la REVO ha studiato e messo in atto l'esclusiva tecnologia LMS, ispirata direttamente dagli schermi utilizzati dagli astronauti per proteggersi dai raggi cosmici. Così alle lenti in vetro ottico temperato, garanzia d'indeformabilità, trasparenza e resistenza, si è aggiunto uno speciale rivestimento, fino ad un massimo di 12 strati di microssidi di titanio e silicio, che equalizza, dosa e seleziona la luce, bloccando il 100 % dei raggi ultravioletti UVA e UVB (da sottolineare questa ambivalenza) e i raggi infrarossi IR fino al 95%. La tecnologia in questione si chiama LMS (Light Management System), ed è stata sviluppata da un ingegnere della Nasa per proteggere gli oblò dei satelliti spaziali dai pericolosissimi raggi cosmici. Oltre a garantire prestazioni visive uniche, esaltazione del contrasto, colori vividi e luminosi, precisione nella definizione dei contorni. Ovviamente si tratta di un occhiale marchiato CE, come prescrive la normativa in materia di occhiali da sole, che con un potere filtrante 3 si attesta sui limiti superiori della scala di protezione stabilita dalla stessa normativa (il massimo è 4 e riguarda occhiali non adatti per la guida). Da segnalare inoltre che viene prodotto anche in versione con lenti polarizzate.


Per quanto riguarda le prove sul campo, abbiamo usato il REVO 4010 nelle nostre ultime gite di scialpinismo, in un ambiente quindi particolarmente adatto a testarlo duramente e a fondo. Dobbiamo dire che si è comportato secondo le nostre migliori aspettative, colpendoci soprattutto per la notevolissima qualità ottica e la robustezza. Il Revo 4010 è un sicuro compagno da portare in montagna, dunque: i vostri occhi ve ne saranno sicuramente grati.

Condividi questa pagina

Scheda
The North Face
INFORMAZIONI

Dati tecnici:
Lente 54 mm
Ponte 17 mm
Asta 125 mm

Montatura: Acetate Black
Lente: Blue 02, LMS Technology

Montatura: Acetate Black
Lente: Blue 02, LMS Technology, Polarized

Montatura: Acetate Black Matte
Lente: Stealth 12, LMS Technology

Montatura: Acetate Black Matte
Lente: Stealth 63, LMS Technology, Polarized

Montatura: Acetate Tortoise
Lente: Neutral 61, LMS Technology, Polarized

Montatura: Acetate Tortoise
Lente: Gold Y3, LMS Technology, Photocromatic

Montatura: Acetate Tortoise
Lente: Brown K2, Polarized, Clearseal Treatment

Montatura: Matte Black
Lente: Grey K3, Polarized, Clearseal Treatment

Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Tovaric
    Via stupenda, gradi stretti e numerosi passaggi obbligatori, ...
    2013-12-16 / MICHELE LUCCHINI
  • Don Quixote
    Che dire di questa stupenda via......quando l'ho ripetuta er ...
    2013-12-01 / moreno rossini
  • Re Artù
    semplicemente fantastica,da divertirsi andate a farla. solo ...
    2013-11-24 / moreno rossini
  • La Salvana
    bella via di media difficoltá con in realtá pochi spit ma ...
    2013-09-28 / Armin Craffonara