Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowFalesia arrowSengio Rosso

Sengio Rosso

Scheda a cura di: Cristiano Pastorello
Stato: Italia, Regione: Veneto, Località: Caprino Veronese (Verona)

La falesia del Sengio Rosso appare come una luminosa gemma di pietra, incastonata nel verde delle pendici del Monte Baldo, rossa costola rocciosa del possente massiccio, visibile sin dalla profonda pianura, nebbia permettendo.

Le rocce colorate del Sengio sono state tra le prime a destare l’interesse dei pionieri dell’arrampicata caprinese, cresciuti con il grigio ed il rosso dei calcari levigati dalle glaciazioni sopra le loro case. Personaggi del calibro di Sergio Coltri e Carlo Laiti cominciarono alla fine degli anni settanta col seguire le linee più logiche e naturali, arrangiandosi con fittoni rudimentali e filo di ferro per attrezzare le vie.

Con l’evoluzione della tecnica e dell’esperienza vennero affrontate le prime placche con l’apertura di alcuni fra i più bei tiri del veronese; nacquero “La porta del buio”, “Brena violenta” e la magnifica “Cura la carie”. Tra i primi anni 80 e la fine degli anni 90 il Sengio visse un periodo di oblio fino ad arrivare agli inizi del nuovo secolo con la riscoperta da parte di Beppe Vidali, uno tra i più prolifici chiodatori della zona. Grazie all’instancabile opera di Vidali vennero attrezzati tiri tecnici ed estetici come “Fog”, “Zenzero”, “Tala Patagonica” e i più recenti “Orchis” e “50 e non sentirli”. Contestualmente le placche più lisce vennero affrontate e liberate dalla classe di Nicolino Sartori che con i suoi movimenti sinuosi disegnò “Wara Wara del sur”, “Zaiss”, “La Bestiaccia”, portando le difficoltà oltre l’8a.

Nessuno avrebbe mai immaginato che un giorno questi stessi “giovani” si sarebbero ritrovati a far conoscere le rocce di casa realizzando insieme una guida (Tra il Lago e il Fiume, Cierre edizioni) e organizzando la prima manifestazione di arrampicata sportiva nel caprinese: il Sengio Rosso Climbing Festival.

ACCESSO

Da Caprino Veronese (raggiungibile dall’uscita del casello di Affi dell’autostrada del Brennero) si prende la strada per Spiazzi e Ferrara di Monte Baldo. Giunti a Pazzon si prosegue per altri 1800m fino ad immettersi sulla sinistra per una strada con indicazioni Braga – Pradonego. Si prosegue lungo questa sin dopo l’abitato di Braghizzola dove si parcheggia in prossimità di una stradina di campagna che scende sulla sinistra (segnavia Cai 53 Piore – Lumini). La si segue per 1500m sin quasi all’inizio di una pineta, dove si imbocca sulla destra un sentiero segnato in giallo che conduce alla falesia. La parete ricade per 2/3 in proprietà privata e per 1/3 in terreno demaniale, pertanto si raccomanda il massimo rispetto nella fruizione del sito.

ARRAMPICATA

L’arrampicata al Sengio rosso è quella degli anni 80, tecnica, di dita dove i piedi sono fondamentali. Tuttavia la porosità della roccia offre sempre buona aderenza…. indossando una calzamaglia rosa o gialla poi vedrete che salirete meglio.

5a: 2
5b: 4
5c: 4
6a: 17
6b: 21
6c: 12
7a: 7
7b: 5
7c: 1
8a: 5

LOGISTICA

Locanda Trattoria al Platano (da Angelo), offre possibilità di vitto e pernotto a prezzi assai convenienti, altrimenti numerosi B&B in zona http://www.bedandbreakfastbaldogarda.it. A Caprino Veronese numerosi bar e pizzerie.

NOTE

Palestra di arrampicata indoor
King Rock - A Verona il centro di arrampicata indoor più grande d'talia, con più di 180 vie fino a 14m di altezza, una sala boulder con oltre 300 boulder tracciati, un bar e molto di più ancora.
Vai alla scheda

CARTOGRAFIA/BIBLIOGRAFIA

Tra il lago ed il Fiume, Sergio Coltri, Beppe Vidali. Cierre Edizioni (reperibile presso Locanda al Platano)

Condividi questo articolo

COMMENTI per la falesia "Sengio Rosso "

Nessun commento per la falesia Sengio Rosso

Scheda / falesia
SETTORI
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

PERIODO

La quota si aggira attorno ai 900 m slm. Tuttavia il microclima e la portentosa inversione termica che si viene a creare, fanno sì che il Sengio sia ideale da fine ottobre a fine aprile. Non è poi così raro, d’inverno, scalare in maglietta sopra un mare di nebbia. Da evitare nelle giornate invernali senza sole.

ALTEZZA

100m

CORDA

La lunghezza media dei tiri si aggira sui 30/35 m, quindi indispensabile una corda almeno da 70 metri. Per alcune vie è necessaria la corda da 80 metri. Necessari da 13 a 15 rinvii.

DIFFICOLTÀ

5a - 8a+

TIPO ROCCIA

La roccia è un magnifico calcare rosso e grigio. Lame e buchi caratterizzano la prima parte dove le difficoltà rimangono abbastanza contenute. Tacche e gocce la fanno da padrone nel settore centrale con alcuni itinerari caratterizzati da aderenze al

ESPOSIZIONE

Sud/Est

NUMERO VIE

78

VOTA / falesia
VOTO MEDIO UTENTI:
stella stella stella stella stella
Aggiungi la tua valutazione
COMMENTA / falesia
Ti invitiamo a leggere ed accettare per continuare a usufruire dei nostri Servizi.

Condizioni utilizzo

Gentile utente,

ti informiamo che registrandoti al sito potrai usufruire di una sezione a te dedicata intitolata “Mercatino dell’usato”. Tale sezione si propone di mettere in contatto gli utenti che desiderano vendere, comprare o scambiare beni. Gli accordi stipulati tra gli utenti sono negoziati e conclusi privatamente e Mountain Network Srl (titolare del sito) non interviene in alcun modo nelle trattative. Mountain Network Srl offre la possibilità di effettuare le stesse tramite la propria piattaforma informatica, ma non ne è parte nè si assume alcuna responsabilità sugli oggetti venduti (es. prodotti danneggiati, smarriti, non consegnati, ecc).
L'utente, con la registrazione e con l’utilizzo del Servizio, dichiara di sollevare da ogni responsabilità la Mountain Network Srl per qualsiasi danno subito dall’utilizzazione dello stesso.
L’utente è consapevole che Mountain Network Srl non controlla la veridicità delle informazioni né ha un obbligo di sorveglianza in tal senso.

Qualora decidi di caricare testi, immagini ed ogni altro materiale coperto da copyright sul presente sito, ti impegna ad avere i relativi diritti da parte dell’autore degli stessi ed a manlevare Mountain Network Srl da eventuali pretese di risarcimento danni. Tutti gli altri segni distintivi utilizzati all’interno del sito appartengono ai rispettivi proprietari o licenziatari.
Nessuna parte del sito (compresi testi, immagini ed ogni altro contenuto multimediale) può essere riprodotta o ritrasmessa senza specifica autorizzazione scritta, se non per uso personale non trasferibile. L’utilizzo per qualsiasi fine non autorizzato è espressamente vietato dalla legge.

Ti ricordiamo che tutte le informazioni che potrai trovare all’interno del sito sono di natura puramente descrittiva e non devono essere intese come aventi carattere scientifico o strettamente tecnico (es. itinerari, trekking, consigli e tecniche, ecc ecc). Esse sono frutto di esperienze personali che gli utenti hanno avuto e che hanno deciso di condividere su tale piattaforma, essendo la condivisione lo spirito che anima gli utenti e che ispira il nostro lavoro. Per tale ragione, ogni utente che prosegue la navigazione all’interno del sito, dichiara di manlevare la Mountain Network S.r.l. in caso di danni a persone e/o cose derivanti dalle informazioni ricavate dallo stesso.

In ogni momento Mountain Network S.r.l. si riserva il diritto di sospendere tale servizio senza darne specifico avviso e senza che ciò costituisca violazione di obblighi.

                
 
            


AREA PERSONALE

Inserite email e password scelte al momento della registrazione:

Username:

Password:


RICERCA falesie

REGIONE

Nome falesia

Altre falesie in Veneto
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni