Home page Planetmountain.com
Denis Trento durante la discesa in sci del couloir sud ovest della Punta Whymper, Grandes Jorasses, massiccio del Monte Bianco
Fotografia di Denis Trento
In rosso la linea scelta da Denis Trento per scendere in sci il couloir sud ovest della Whymper, Grandes Jorasses, massiccio del Monte Bianco
Fotografia di archivio Denis Trento

Punta Whymper alle Grandes Jorasses, Denis Trento scende con gli sci il couloir sud ovest

di

A fine marzo 2017 Denis Trento ha effettuato quella che potrebbe essere la prima discesa integrale con gli sci del couloir sud ovest della Punta Whymper alle Grandes Jorasses. I video e il racconto della guida alpina e fortissimo sciatore di questa discesa nel massiccio del Monte Bianco di cui, in particolare gli ultimi 400m, dovrebbero essere inediti. In ogni caso, al di là del possibile primato, si tratta di una grande e bella avventura.


Denis Trento - parte ripida della Punta Whymper alle Grandes Jorasses in sci

Partire alle 8 e mezza dalla Val Ferret con mezzo litro scarso di acqua, un glicogeno e l'obiettivo di salire le Jorasses in giornata è un'idea che nemmeno il più somaro degli alpinisti può avere. Nonostante io spesso possa appartenere a quella categoria, nemmeno a me era venuta in mente una cavolata del genere.

Eppure mentre buttavo le ultime cose nello zaino per andare fino al Rifugio Boccalatte, il fatto di aver messo anche 30m di cordino probabilmente significava che in un angolo del mio cervello c'era l'idea remota di tirare dritto fino in cima. Quando dopo due ore di salita mi stavo mettendo l'imbrago per entrare nel ghiacciaio, dentro di me avevo già accettato l'idea di andare su fino a quando non avrei trovato un ostacolo abbastanza grande da non poter più salire, o meglio da non poter poi scendere con gli sci.

Un'ora più tardi, uscendo dal canalone tra Reposoir e Rocher Whymper la vista di un passaggio per accedere ad un canalino che sembra condurre direttamente in punta alla Whymper mi fanno definitivamente rassegnare al fatto che l'unica opzione ormai è quella di salire.

Il passaggio c'è, ma si tratta di una strettoia di 10m ghiacciata impossibile da sciare. Poco importa, si rimetteranno i ramponi anche in discesa. Il resto del canalino, sebbene sia in neve dura e a tratti crostosa, non mi sembra impossibile.

L'ultima parte della salita mi presenta il conto in termini di disidratazione e calo glicemico, ma 4 ore e 15 minuti dopo la mia tarda partenza, ricalco la seconda cima delle mie affezionate Jorasses. Arrivando nello stesso punto in autunno ero sollevato perché sentivo che la parte più pericolosa era alle spalle. Questa volta sapevo che era l'esatto contrario.

350m di brutte curve sul duro mi riportano alla terminale, da lì il ritorno a valle diventa una bella sciata su ottima neve primaverile. Peccato che lo stato di disidratazione in cui
versavo mi abbia impedito di apprezzare a pieno la situazione, ma non si può avere tutto..

I 10 minuti di camminata per tornare a Planpincieux mi sembrano l'attraversata del deserto del Sahara, ma il pensiero di arrivare ad una fontana mi fa tenere il ritmo alto a dovere.

Un paio di litri più di acqua e una pasta più tardi, inizio a pensare che data la scarsa frequentazione delle Jorasses a livello sciistico, forse forse quella poteva anche essere una prima discesa.

Confrontandomi con amici e colleghi, mandando mail a siti specializzati, cercando su internet questa ipotesi sembra avere preso valore, ma visto che chi è nato dopo gli anni ’80 ha poco da rivendicare in tutti i settori della vita, ormai è solo consentito parlare di "probabile prima discesa."

di Denis Trento



Denis Trento - prima parte della Punta Whymper alle Grandes Jorasses in sci

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Cresta di Rochefort più traversata delle Jorasses in velocità per Denis Trento
07.09.2016
Cresta di Rochefort più traversata delle Jorasses in velocità per Denis Trento
All'inizio settembre, sul Monte Bianco, Denis Trento partendo dal Rifugio Torino ha percorso in successione la Cresta di Rochefort e la traversata delle Grandes Jorasses per poi scendere al rifugio Boccalatte e a Planpincieux e far ritorno al Rifugio Torino. Il tutto, ovviamente a piedi, in poco meno di 9 ore e 30'. Il report di Denis Trento.
Grande Rocheuse Voie Originale, prima discesa in sci e snowboard per Capozzi, Galli, Herry e Trento
17.03.2016
Grande Rocheuse Voie Originale, prima discesa in sci e snowboard per Capozzi, Galli, Herry e Trento
Il racconto di Julien Herry della prima discesa in sci e snowboard della Voie Originale sulla parete sud della Grande Rocheuse (4102m) nel massiccio del Monte Bianco, effettuato insieme a Davide Capozzi, Lambert Galli e Denis Trento.
Trilogia al Grand Combin de Grafenière
05.06.2015
Trilogia al Grand Combin de Grafenière
Davide Capozzi e tre prime discese in snowboard sul Grand Combin de Grafenière, effettuate insieme a Julien Herry e Denis Trento.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni