Home page Planetmountain.com
Cile scialpinismo: Dario
Fotografia di Paolo Tassi
Cile scialpinismo: la salita
Fotografia di Paolo Tassi
Cile scialpinismo: verso Villarica
Fotografia di Paolo Tassi
Après-ski sui vulcani del Cile per Paolo Tassi
Fotografia di Paolo Tassi

Il calore delle Araucarie. Paolo Tassi, lo sci e gli incontri sui vulcani Cileni

di

Tre vulcani da sciare nella Patagonia cilena (Lonquimay, Villarica, Quetrupillan) ma soprattutto il viaggio e gli incontri che sempre la ricerca di nuove montagne e pendii riserva.

“Viagiar descanta ma chi parte mona torna mona”. È un antico proverbio (ripreso anche da Manolo nel suo bellissimo libro Eravamo immortali) che aiuta a capire lo stato di apertura mentale delle persone e dà il metro di accrescimento che ci può offrire un viaggio o avventura. Viaggiare con gli sci è una delle opportunità nella vita che più mi ha fatto crescere sotto tanti punti vista, non ultimo quello umano.

A ben pensarci sciare, quell’infinita serie di curve che ci porta da monte a valle, sarebbe inutile e ripetitiva se non affrontassimo sempre nuove montagne e nuovi incontri. Ecco, il viaggio in Cile tra vulcani ed araucarie ci ha offerto incontri piacevoli ed inaspettati.

I vulcani: montagne vive, isolate, in continua evoluzione, pendenze perfette da cima a fondo. Lunghi, lunghissimi esposti al vento in tutte le sue rotonde esposizioni.
I vulcani innevati sono coni gelati messi a testa in giù, la sfera terrestre è la loro pallina.

Il vulcani sulle cartine geografiche sono una serie concentrica di cerchi di curve di livello che partono lontane fino alla cime che poi è un buco... I vulcani non sotto tutti uguali, un po’ si assomigliano ma quando se ne riesce a sciare uno diventano contagiosi, le vallate delle colate laviche sono pendii perfetti per sciare. Se poi il cristallo della neve è perfetto non si può cercare di meglio.

Eravamo in 5 e volevamo salire 4 vulcani. Al primo, il Lonquimay, abbiamo incontrato subito Berta, telemarkista di Andorra che dopo una stagione da maestra nella stazione sciistica di Valle Nevado era scesa a sud alla ricerca di neve e avventura.

Berta, viaggiatrice solitaria , si sposta in autostop, guarda l’orizzonte e decide del suo futuro curva dopo curva. Quando l’ho vista il mio cuore dal ginocchio genuflesso non ha resistito e l’ho invitata a salire con noi, abbiamo fatto qualche bella curva assieme e poi ci siamo bevuti una birra mentre fuori imperversava una bufera patagonica.

Berta cosa fai? Scio!
E domani cosa farai? Scierò!
E il prossimo inverno? Anche!
Ci siamo dato appuntamento da qualche parte, i viaggiatori prima o poi si rincontrano.

Su un altro vulcano, il Villarica che domina l’omonimo lago, mentre saliamo troviamo una coppia di ragazzi che coccolava il loro cagnolino. Avevano un aurea speciale e non ho potuto fare a meno di sedermi accanto a loro ed offrirgli un po' di zenzero candito.

Questi 2 ragazzi erano partiti in febbraio da Jackson Hole in Wyoming con il loro furgone, avevano trovato quel cucciolo in Perù e una volta a Pucon non avevano saputo resistere alla tentazione di salire il vulcano soprastante. Hanno noleggiato 2 snowboard e sono saliti fin lì, il cane era stremato. Loro avevano il tempo che sia addice ad un viaggio del genere in sud America: nessuna fretta, 2 sorrisi degni di un bambino e lo sguardo verso l’Argentina.

Ero curioso di vedere il loro furgone: una jeep con targa americana con una bombola del gas al posto del paraurti, non poteva che essere quello. Staranno in giro anche il prossimo anno, vogliono imparare lo spagnolo. Speriamo che nessuno li tamponi!

Poi abbiamo salito un altro vulcano nascosto, il Quetrupillan. E' remoto, nascosto agli sguardi, difficile da scovare. Saliamo 2 ore in macchina fino a che la "strada" non finisce. Partiamo in mezzo ad una giungla innevata con gli sci ai piedi.

Questo bosco è talmente grande che mi pento quasi subito della mia scelta: non vedo la cima, non so dove andare, meno male che il mio intuito alpinistico e una traccia del giorno prima (soprattutto) ci portano fuori dalla foresta dove veniamo accolti da un vento che non ci permette di parlare neanche tra di noi.

Ad un certo punto sono “appoggiato “ al Puelche (così si chiama quest’arietta patagonica), Maurizio mi passa accanto e mi leva il sostegno, io gli cado tra le braccia.

Questo vulcano è talmente isolato che per oggi rimarrà ancora più solo. Chi vuoi che salga quassù? Allora scendiamo e, non appena ci ritroviamo in mezzo alle frasche, spuntano 40 ragazzi!

Sono a piedi, alcuni hanno le ciaspe. Portano zaini enormi.
Dove andate?
Quassù! Siamo un corso di alpinismo e cultura andina, andiamo qua a campeggiare.
Qua? Campeggiare?
Certo è un posto bellissimo.
Sicuramente, anzi li invidio, saliranno quando in vento cesserà e gli zaini saranno più leggeri, con meno cibo e poco Pisco.

Poi siamo andati in un altro vulcano, ce ne sono 108 in Cile, ma siccome non abbiamo trovato nessuno neanche il vulcano si è fatto vedere a noi, così siamo andati a fare le terme.

Hasta la vista Chile, nos vemos a la próxima vez!

Paolino Tassi (Guide Alpine Cortina - Gruppo Scoiattoli Cortina)

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Il viaggio senza curve
29.02.2016
Il viaggio senza curve
Patagonia, con gli sci da El Chalten e ritorno attraversando il Passo Marconi, la Gorra Blanca, il Circolo de los Altares, la Laguna de los Esquis e il Passo del Viento. Un viaggio senza curve nello Hielo Continental, tra suggestioni, vento e l'inafferrabile bellezza della natura. Di Paolo Tassi
Natale con i tuoi e poi scivola dove vuoi
18.12.2009
Natale con i tuoi e poi scivola dove vuoi
Paolo Tassi e la gioia della neve: libera scivolata tra le emozioni dell'arte che si rigenera ad ogni nevicata.
Kashmiri Powder
16.02.2007
Kashmiri Powder
Alla scoperta delle nevi di Gulmarg. Un vero e proprio paradiso della neve polverosa situato a circa 50 chilometri da Srinagar, nel Kashmir indiano. La vista si spinge fino al Nanga Parbat. Sono possibili discese dai 1000 ai 2000m di dislivello e canali di dimensioni himalayane... "Insomma si hanno chilometri di polvere a disposizione", parola di Paolo Tassi...
05.10.2005
Bianco su Bianco. Lo sci fuori pista è arte.
E' uscito nelle librerie il nuovo libro di Giuseppe Ghedina, Sara Monego e Paolo Tassi dedicato allo sci e a chi ama praticarlo.
Delicious Climbing Dolomiti, un’arrampicata alle Cinque Torri da 1040 punti
02.10.2018
Delicious Climbing Dolomiti, un’arrampicata alle Cinque Torri da 1040 punti
Il report di Paolino Tassi e le foto del Delicious Climbing Dolomiti, il meeting d’arrampicata che si è svolto sulle pareti delle Cinque Torri (Cortina) domenica 23 settembre.
Alpinismo Vagabondo #3: la magia dell'arrampicata a Piedra Parada
05.12.2016
Alpinismo Vagabondo #3: la magia dell'arrampicata a Piedra Parada
La terza puntata di Alpinismo Vagabondo, il libero viaggio in Sud America e Patagonia di Giovanni Zaccaria e Alice Lazzaro. Il diario di una settimana alla scoperta dell'arrampicata e della magia di Piedra Parada, il dedalo di guglie e canyon di roccia vulcanica nella Patagonia argentina. Intanto il viaggio di alpinismo vagabondo si dirige sempre più a sud, direzione Chile.
Eravamo immortali: vita, arrampicata, sogni del giovane Manolo
21.04.2018
Eravamo immortali: vita, arrampicata, sogni del giovane Manolo
Eravamo immortali (Fabbri editore) il libro appena uscito in cui Manolo alias Maurizio Zanolla si racconta. Recensione di Vinicio Stefanello

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra