Home page Planetmountain.com

arrowRock arrowVie arrowCercando Valerio

Cercando Valerio - Corno Stella

Primi salitori: Giulia Serafini, Luca Serafini 15/08/2018
Scheda via a cura di: Marco Serafini
Area: Alpi e Prealpi Bergamasche Gruppo: Alpi Orobie Cima: Corno Stella Quota: 2620m Stato: Italia Regione: Lombardia

La via Cercando Valerio risale il margine sinistro della parete NO del Corno Stella, partendo dal sommo del colatoio sede dell'antica vedretta (ormai scomparsa). I primi tiri percorrono placche compatte che adducono ad un evidente sistema di diedri, dove si continua fino a sbucare sulla cresta Nord ad un centinaio di metri dalla vetta. È la via più addomesticata del Corno Stella, ben attrezzata e logica. Rappresenta la linea di minore resistenza della parete.

ACCESSO

Prevedere circa 2 ore dal Rifugio Montebello, situato all’arrivo della seggiovia del Montebello a quota circa 2100m. Raggiungere il passo di Val Cervia sopra il lago Moro, quindi abbassarsi sul versante valtellinese seguendo il sentiero fino ad un poggio erboso. Abbandonare il sentiero e traversare verso destra puntando a delle placche levigate visibili in lontananza. Raggiunte e attraversate le placche, continuare in mezza costa ancora 30 minuti (presenti due grossi ometti ad indicare la via), fino ad entrare nella conca glaciale situata alla base della parete NO (N.B. la quota minima che si deve raggiungere in discesa dal Passo di Val Cervia è circa 2200m). L'attacco di Granitica Stellare è appena sopra la conca dove le placche di gneiss scendono più in basso. L'attacco di Cercando Valerio e Giulia si trova più in alto a sinistra, dove si ferma la costola erbosa che fiancheggia la parete. Avvicinamento: 3:00

ITINERARIO

L1: Ignorando il canalino-diedro a sinistra, si risale sulla verticale dell’attacco per placche molto articolate fino ad un comodo terrazzo alla base di un pilastrino più compatto (S1 2chf, 30m, III).

L2: Si risale il pilastrino e si costeggia sul lato sinistro la grande placconata della via Giulia, di cui si incrocia la S1, puntando un diedro rossastro dove si sosta alla base (S2 2chf, 55m, III, 1ch).

L3: Salire direttamente per la fessura sotto uno strapiombo, traversare a sinistra su placca rossastra a guadagnare uno spigoletto che si risale per una decina di metri (delicato, IV, 1 ch) fino a poter traversare a sinistra nel diedro principale, che si risale fino ad una cengia, da cui ci si sposta a sinistra per pochi metri ad un ottimo terrazzo erboso (S3 2chf, 40 m, IV, 2ch).

L4: Dal terrazzo si ripercorre all'indietro la cengia per pochi metri fino alla base di un evidente diedro a forma di libro che si risale per l'intera lunghezza, prima in dulfer, poi superando un tratto strapiombante con masso incastrato. Uscire quindi verso sinistra su placche che portano al filo della cresta Nord, dove si sosta comodamente su spuntone fessurato (S4 1chf e spuntone, 45m, IV con passi di IV+, 3ch).

L5-L6: Da qui si prosegue per due filate di corda sul filo della cresta che presenta placche facili e divertenti fino alla croce di vetta.

MATERIALE

Attrezzata a chiodi.

NOTE

Roccia: gneiss - il granito Orobico.

Condividi questo articolo

COMMENTI per l'itinerario "Cercando Valerio"

Nessun commento per l'itinerario Cercando Valerio

Scheda / itinerario
BELLEZZA

stella stella stella stella stella

ORARIO

Tempo impiegato: ore 3:30 dall'attacco alla vetta

DIFFICOLTÀ

III/IV; R3

VERSANTE

Nord

LUNGHEZZA DISLIVELLO

240m

LINK ZONA

Vai all'articolo

LINK

www.nuoveviesulleorobie.it

RICERCA vie d'arrampicata

GRUPPO

Cima

Nome itinerario

Altri itinerari pubblicati
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós